Giuseppe Bernoni

    Blog del Dottor Giuseppe Bernoni

    Browsing Posts in News

    ANNUAL MEETING TRENTO: INTERVISTA DEL CORRIERE A PETER BODIN , CEO DI GRANT THORNTON INTERNATIONAL
    «Il mondo sta cambiando molto velocemente in ogni settore. Ricopro questo incarico da un anno e mezzo e ho visitato oltre 50 Paesi. Le multinazionali, ma anche le aziende locali, hanno la responsabilità importante di promuovere soluzioni sostenibili in risposta alle sfide attuali, come il cambiamento climatico. È l’unico modo per sopravvivere nel lungo periodo». Peter Bodin è ceo di Grant Thornton, una delle più grandi aziende di consulenza al mondo. È a Trento per il primo Annual partners’ meeting, che ha sancito l’unificazione in un unico brand di Bernoni Grant Thornton e Ria Grant Thornton, promossa dai numeri uno Alessandro Dragonetti e Fabio Gallassi con l’obiettivo di offrire una consulenza integrata. Bodin ha partecipato anche al Festival dell’Economia, dove ha discusso di «Multinazionali e sviluppo locale».
    «Vengo dalla Svezia: un’economia piccola ma aperta, che ha permesso anche alle piccole imprese di competere a livello mondiale. Penso che un’economia aperta e la globalizzazione facciano bene. Non condivido le posizioni che spingono a una chiusura dei mercati. Certo il business va sviluppato in un modo sostenibile e questo riguarda il modo in cui entri in un Paese, tratti i tuoi dipendenti o le risorse che usi: è quello che facciamo come gruppo e che cerchiamo di trasmettere alle società che aiutiamo. Piuttosto sono le nuove sfide tecnologiche a dover essere affrontate per stare al passo con il cambiamento. La tecnologia va però considerata anche come un’opportunità».
    Come giudica la realtà italiana? «L’Italia è una delle più grandi economie al mondo, con un settore industriale molto forte. Le previsioni indicano che la crescita economica sarà piatta nei prossimi due anni, invece quella delle piccole e medie sarà maggiore anche delle aziende più grandi. Molte sono a gestione familiare e hanno dimostrato di essere resilienti. Ora devono diventare globali e la tecnologia può essere di aiuto».
    Gli investitori internazionali spesso giudicano l’Italia un Paese in cui è difficile fare business. «In questo periodo la situazione è instabile in molti Paesi, non solo qui. Bisogna navigare in queste condizioni. Gli imprenditori italiani sono avvantaggiati perché sono abituati e quindi più flessibili. Noi abbiamo deciso di investire in Italia».
    Lei è presidente di Impact 2030, organizzazione che mira a far conoscere gli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dall’Onu. C’è davvero una svolta sostenibile? «Il mondo è diviso in due, da una parte c’è chi pensa veramente che siano importanti sostenibilità, globalizzazione e mercato aperto e dall’altra chi è contrario e spinge indietro. Serve una buona leadership che dica cos’è giusto per il futuro».

    BERNONI: INTERVISTATO DAL CORRIERE SUL FISCO E LE PMI
    Tra i fattori di crescita delle piccole e medie imprese c’è di sicuro l’investimento sulle risorse umane. Da anni i governi hanno provato a favorire o incentivare la crescita occupazionale. A fare la differenza sono soprattutto le PMI. Con un cuneo fiscale al 47,7% del costo del lavoro, l’Italia è il paese dove il peso delle tasse e dei contributi sulla retribuzione lorda dei dipendenti è il più elevato tra le nazioni OCSE.
    “Il costo del lavoro deve essere abbattuto- afferma Giuseppe Bernoni, ex Presidente del Consiglio Nazionale dei Dottori Commerciliasti – ma come sempre il problema principale resta trovare i soldi per realizzare i cambiamenti. Il bilancio dello Stato piange e per questo abbiamo bisogno di aumentare il gettito. A questo proposito c’è un progetto di leggo, fatto in chiave antievasione che potrebbe dare dei risultati. Il progetto di legge, infatti, prevede per coloro che dichiarano il 10% in più sull’anno precedente (anche chi aveva dichiarato poco una tassazione al 15%, con agevolazioni anche sui controlli fiscali e sui contributi previdenziali. Una misura del genere potrebbe essere una soluzione validissima visto che, se si guardano le statistiche, l’evasione ormai ha raggiunto una cifra stratosferica». Alla domanda: In questo scenario, quali sono le agevolazioni per le piccole e medie imprese oggi? «Alcuni cambiamenti importanti sono già in corso per quello che riguarda le piccole e medie imprese, così come per i professionisti. Ad esempio, con la legge di Bilancio del 2019 è stata introdotta una modifica molto valida: l’estensione della forfettizzazione (passata da 30mila a 65mila euro) al 15%. Da quello che abbiamo visto noi commercialisti, infatti, c’è un ottimo ritorno da chi paga in questo modo. Per il prossimo anno, poi, il 2020, l’aliquota sarà del 20%. Un altro aspetto buono è che sia rimasto in vigore anche il 5% per le nuove imprese nei primi 3 anni di attività. Un’agevolazione, che incide ancora tantissimo: le partite Iva sono aumentate del 14% nel primo trimestre del 2019.

    TRUMP E L’ATTACCO AL MESSICO E NON SOLO
    Ora che è uscito indenne dalle accuse del Procuratore speciale sulle collusioni con la Russia in campagna elettorale, Donald Trump può permettersi di sbandierare i successi economici, cercando di distrarre l’attenzione del mondo intero dagli effetti congiunturali della guerra dei dazi in Cina. E lo fa gettando sul tavolo due assi: le dichiarazioni accondiscendenti di Pompeo sui negoziati con l’Iran, che è in piena recessione e quindi più malleabile; e la punizione nei confronti dei messicani, rei di non riuscire a gestire le migrazioni centroamericane.

    I NUOVI 25 CAVALIERI DEL LAVORO
    Il presidente Sergio Mattarella ha firmato ieri il decreto con i nomi dei 25 nuovi cavalieri del lavoro. Essi rappresentano, insieme agli altri 597 cavalieri attuali, il meglio dell’impresa italiana, quella che lavora e dà lavoro, che produce, vende, guadagna e fa guadagnare. L’onorificenza è il più alto riconoscimento attribuito a un imprenditore o a un manager, e non è casuale che la cerimonia di assegnazione avvenga il 2 giugno, festa della Repubblica. I nomi non sono a tutti noti, perché spesso il marchio dell’impresa non coincide con il nome di chi la guida. In questa tornata i più conosciuti dal pubblico sono Guido Barilla e Giuseppe Lavazza, Aurelio Regina, (Sisal), Elisabetta Fabbri ( Starhotels). Tra gli altri Ugo Brachetti Peretti (gruppo Api), Giampiero Maioli ( Crédit Agricole Italia dal 2010), Matilde Bernabei (Lux Vide), Gianriccardo Marini, ( Rolex Italia), Valerio Battista (Prysmian), Roberto Briccola, ( Bric’s), Francesco Pugliese (Conad), Luciano Rabboni, (PreGel) L’onorificenza è andata inoltre a Alessandro Bastagli (industria filati), Giovanni Capua (industria), Rosanna De Lucia (automotive), Riccardo Felicetti (agroalimentare), Carlo Giulietti (arredi), Salvatore Grimaldi (componenti), Maria Lacatena (serramenti), Michelangelo Morlicchio (imballaggi), Costanza Musso (trasporti), Nicola Piovan (apparecchiature in plastica), Luigi Riolo (apparecchi depurazione), Pier Luigi Streparava (automotive), Martino Verga (integratori alimentari).

    PARIGI: PROCLAMATO IL DIVIETO DI FUMO NEI PARCHI
    Vietato fumare in 52 parchi e giardini di Parigi a partire dall’8 giugno. Dal mese successivo chi non rispetterà l’interdizione dovrà pagare una multa di 38 euro. Lo ha annunciato il Comune di Parigi in occasione della Giornata mondiale senza tabacco e sulla scia del successo riscontrato durante l’esperimento in sei parchi in corso da luglio 2018.

    LE SFIDE DELLA SICUREZZA? IL CORSO ALL’UNIVERSITÀ DI TRENTO DURANTE IL FESTIVAL DELL’ECONOMIA
    Tutela del Made Italy, cyber security e sicurezza nazionale, rischi idrogeologici e sismici. Sono alcuni dei campi del progetto multidisciplinare sulle sfide della sicurezza, unico in Italia e tra i primi in Europa, che coinvolge oltre 70 docenti e 10 dipartimenti dell’Università di Trento, da Scienze cognitive a Giurisprudenza, da Informatica a Biologia. La presentazione è stata effettuata presso il polo scientifico, mentre in centro si svolgeva il Festival dell’Economia del quale l’Ateneo è partner.

    CREDIMI, L’UTILIZZO DEL FINTECH PER PMI QUALE STRUMENTO DI FINANZIAMENTO
    Credimi, società che opera nel settore dei finanziamenti digitali alle imprese, lancia Credimi Futuro. Il nuovo strumento di finanziamento avrà durata di cinque anni e servirà a supportare gli investimenti, la modernizzazione e la crescita delle piccole e medie imprese. Credimi ha superato i 500 milioni di euro erogati, passando dagli 80 milioni del 2017, ai 200 del 2018, ai 220 erogati nella prima parte del 2019. «Nel 2019 la crescita prosegue a ritmo esponenziale — dice il fondatore e Ceo, Ignazio Rocco di Torrepadula —. Ammontano già a oltre 118 milioni di euro le fatture finanziate tra gennaio e marzo 2019, quattro volte di più rispetto allo stesso trimestre del 2018.

    AUSTRIA: UNA DONNA A CANCELLIERE
    Come succede spesso, sia nel mondo degli affari, che in politica, va a una donna il ruolo più difficile nel momento di massima crisi: l’Austria avrà così la sua prima cancelliera. Il presidente della Repubblica Alexander Van Der Bellen ha scelto Brigitte Bierlein, attuale presidente della Corte costituzionale, 70 anni il 25 giugno, per guidare il governo di transizione che dovrà portare il Paese alle elezioni di settembre, dopo che lunedì scorso il cancelliere Sebastian Kurz era stato sfiduciato, dal voto congiunto di socialdemocratici e Partito della libertà, il suo ex alleato di estrema destra.

    FLAT TAX : LA PRIMA IPOTESI CHE VERRA’ DISCUSSA IN CONSIGLIO DEI MINISTRI
    Se ne parla da giorni, ma cos’è la flat tax che si estenderà alle famiglie e cosa cambierà? Lo schema è ancora al vaglio ma, in attesa del testo che verrà discusso dal Consiglio dei ministri, già ci sono le prime ipotesi: due soglie. La prima: una flat tax «piena» con aliquota al 15% per i redditi familiari fino a 50.000 euro e al 20% sopra questa soglia.

    ISTAT: RIVEDE AL RIBASSO I TASSI DI CRESCITA DEL PIL
    L’Italia cresce meno di quanto inizialmente previsto. L’Istat ha rivisto le proprie stime di crescita relative al primi trimestre: il Pil italiano è salito dello 0,1% rispetto ai tre mesi precedenti mentre è calato dello 0,1% su base annua, come non accadeva dal quarto trimestre del 2013. Nel suo commento, l’istituto parla di “Andamento stagnante”, riferendosi alle oscillazioni del Pil degli ultimi trimestri.

    VISCO E LE CONSIDERAZIONI FINALI: FONDAMENTALE RESTARE IN EUROPA, SENZA SAREMMO POVERI
    Per l’Italia «l’appartenenza all’Unione Europea è fondamentale per tornare su un sentiero di sviluppo stabile». Il Governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco, nelle considerazioni finali, dedica ampio spazio quest’anno al tema dell’Europa e ai benefici che da vent’anni abbiamo con la partecipazione all’euro, ed esorta a «non addossare all’Europa le colpe del nostro disagio», sarebbe un errore che «non porta ad alcun vantaggio e distrae dai problemi reali». L’Italia deve contribuire a rimuovere la «sfiducia reciproca» che blocca il completamento dell’Unione economica e monetaria e la sua voce «sarà tanto più autorevole quanto più saprà procedere alla rimozione degli ostacoli strutturali al ritorno su un sentiero stabile di crescita e all’avvio di un percorso credibile di riduzione del peso del debito pubblico». Al completamento dell’Unione l’Italia deve partecipare con responsabilità e senza pregiudizi.

    CASSAZIONE: COMMERCIALIZZARE I PRODOTTI DERIVANTI DALLA CANNABIS LIGHT E’REATO
    Per la Cassazione, dunque, la legge non consente la vendita o la cessione a qualunque titolo dei prodotti “derivati dalla coltivazione della cannabis” come l’olio, le foglie, le inflorescenze e la resina. “Integrano il reato” previsto dal Testo unico sulle droghe.

    Il SOLE 24 ORE E SKY: PARTNERSHIP EDITORIALE
    Il Gruppo 24 Ore e Sky Italia annunciano oggi l’avvio di una partnership tra i due gruppi. L’accordo sarà incentrato sullo sviluppo cross-mediale e la valorizzazione delle rispettive competenze negli ambiti dell’informazione, della produzione di contenuti e altre attività editoriali, e sull’individuazione di opportunità e modelli da sviluppare congiuntamente.

    CODICE APPALTI: LA PROPOSTA DI UN EMENDAMENTO POTREBBE SOSPENDERE IL CODICE FINO AL 31 DICEMBRE 2020
    Con un emendamento presentato ieri in aula al Senato è stato proposto un congelamento di molte norme del Codice appalti volto a “rilanciare gli investimenti pubblici e facilitare l’apertura dei cantieri per la realizzazione delle opere pubbliche”. Viene infatti sospeso fino al 31 dicembre 2020 il divieto di superare la soglia del 30% dell’importo complessivo di lavori, servizi e forniture. Cade anche (sempre fino a tutto il 2020) l’obbligo di scegliere i commissari di gara tra gli esperti iscritti nell’albo dell’Anac. L’unico obbligo per le stazioni appaltanti sarà quello di scegliere i commissari secondo principi di competenza e trasparenza.

    UNICREDIT E BEI: RINNOVANO L’IMPEGNO A SOSTEGNO DELLE PMI
    UniCredit, UniCredit Leasing e Banca Europea per gli Investimenti (BEI) rinnovano l’impegno a garantire risorse a sostegno dell’economia reale per il finanziamento delle piccole e medie imprese italiane (PMI), con particolare enfasi su imprenditoria femminile, innovazione (Industria 4.0) e progetti che contrastano il cambiamento climatico. Gli accordi siglati prevedono risorse per 250 milioni di euro messi a disposizione dalla BEI e l’impegno di UniCredit a fornire un’uguale somma, facendo così aumentare fino a 500 milioni di euro il plafond complessivo.

    NUCLEARE: LA CINA VA AVANTI
    La Cina sarà leader mondiale nel settore dell’energia nucleare prima del 2030. Mentre i paesi ricchi chiudono i loro vecchi reattori, l’ex Impero di Mezzo ne ha 11 in cantiere e ben presto ospiterà sul proprio territorio il più grande parco mondiale di reattori nucleari. Oggi, nel mondo, ne sono in servizio 452, dei quali 98 negli Stati Uniti e 58 in Francia. Altri 54 sono in costruzione e, di questi, 11 in Cina.
    L’Agenzia internazionale dell’energia (Aie) nel suo rapporto, sostiene che l’energia prodotta da fonti rinnovabili non è sufficiente a garantire la transizione verso l’energia pulita. Per raggiungere gli obiettivi dello sviluppo sostenibile è necessario fare ricorso al nucleare.

    ANSALDO ENERGIA: IL SOCIO CINESE INTERESSATO A PRENDERE LA MAGGIORANZA
    Nel futuro di Ansaldo Energia, uno dei maggiori produttori di centrali elettriche al mondo, potrebbe esserci l’ennesimo riassetto azionario con il colosso Shanghai Electric che dopo quasi cinque anni potrebbe aumentare il 40% (rilevato allora dal Fondo Strategico Italiano) trasformandolo in maggioranza.

    GENERAL ELECTRIC PRONTA A LICENZIARE 1.044 PERSONE
    La direzione della General electric (Ge) ha aspettato l’esito delle elezioni europee per confermare la notizia che sopprimerà più di mille posti in Francia (su 16 mila) in aggiunta ai 500 già decisi in Francia nel quadro del piano, concordato, per i pensionamenti anticipati. Il conglomerato americano è in piena ristrutturazione a causa delle perdite di fatturato nella propria divisione dell’energia.

    L’ERA DEL COMPUTER DAPPERTUTTO. SECONDO IL CEO DI MICROSOFT
    «C’è un cambiamento a cui stiamo assistendo nel mondo: il computing è incorporato in ogni luogo, nelle case, negli uffici, nelle fabbriche, negli stadi. Sta trasformando qualsiasi industria ed è in ogni cosa: auto, frigoriferi, strumenti chirurgici, macchine del caffè. Questa è quella che chiamiamo l’era della tech intensity (l’intensità tecnologica)». Il ceo mondiale di Microsoft, nella sua prima visita a Milano per il Microsoft Innovation Summit, ha dipinto così la realtà in cui sono immerse oggi le aziende, oltre che le persone e le istituzioni, spiegando anche che cosa serve alle aziende e all’intero paese per avere successo in quest’era: adeguarsi alla «tech intensity», grazie alla possibilità di accedere a tecnologia di livello mondiale per innovare a propria volta, e «trust», la fiducia, un fattore imprescindibile della tech intensity.

    ROTTAMAZIONE: UN MILIONE DI CONTRIBUENTI PER UNA ROTTAMAZIONE RUOLI DA 21 MLD
    È questo il valore chiesto per oltre 9 milioni di cartelle al 30 aprile 2019, data di momentanea chiusura della terza edizione della sanatoria delle cartelle esattoriali, in attesa della riapertura dei termini che avverrà con il decreto crescita all’esame della camera. La cifra che è la somma degli importi chiesti da «rottamare», è stata comunicata dall’Agenzia delle entrate-Riscossione entro il 30 giugno 2019 a oltre 1.167.718 contribuenti che entro il 30 aprile scorso hanno presentato l’istanza di adesione. Bisogna tenere conto che l’importo non sarà versato in un’unica soluzione, bensì sarà possibile rateizzare quanto dovuto all’erario.

    NASCE IOOS
    Cosi come il mondo imprenditoriale si sta evolvendo puntando su specializzazione e internazionalizzazione, allo stesso modo si devono muovere le aziende che offrono servizi legali, uscendo dalla rigida logica del singolo studio professionale. E questa la strada che hanno deciso di percorrere i soci fondatori dello studio «Ioos», presentato ufficialmente e nato dall’integrazione di «Girardi studio legale e tributario» di Trento
    E dello «Studio legale Corti De- florian 8: Partners» di Bolzano per diventare la prima realtà regionale di questo genere. Nella sede di via Brennero «Ioos» è stato battezzato ufficialmente dai vertici di Confindustria. «Se si vogliono accompagnare le imprese trentine nella crescita, serve un’elevata professionalità anche a livello legale. L’innovazione e liinternazionalizzazione sono aspetti che riguardano
    Anche questo mondo», A fare gli onori di casa l’avvocato Andrea Girardi, «Abbiamo deciso di unire due storie professionali lunghe più di ventianni, rinunciando alle vecchie denominazioni. Anche noi siamo chiamati a nuove sfide se vogliamo incontrare la complessità a 360 gradi del mondo imprenditoriale». Ciliegina sulla torta del progetto a cavallo tra via Brennero e Largo Adolph Kolping è la presenza di una sede a Milano in grado di garantire un’apertura globale e la collaborazione con la società di consulenza Grant Thornton, presente in 140 paesi con 700 sedi.

    FERRARI: PRESENTA LA PRIMA IBRIDA
    La Ferrari presenta la nuova vettura creata a Maranello: una Rossa silenziosa. Parrebbe un controsenso, invece la SF90 Stradale è la prima macchina ibrida del marchio del Cavallino Rampante. Le linee sono eleganti e sinuose, in pieno stile Ferrari: raggiunge i 100 km/h in 2,5 secondi e fa da 0 a 200 in 6,7 secondi, grazie ai 1000 cavalli di potenza. Il nome mostra il forte legame con la macchina di Formula1, la SF90-H, e vuole celebrare il 90esimo anniversario della Scuderia.

    MEDIASET COMPRA PROSIEBENSAT1
    Mediaset acquista il 9,6% del capitale sociale del broadcaster tedesco ProSiebenSat.1 Media, uno dei più grandi in Europa, con un giro d’affari di 4 miliardi di euro nel 2018. La quota corrisponde al 9,9% dei diritti di voto e il Biscione è destinato a diventare uno dei maggiori azionisti della public company, insieme a Capital Group (10%) e Blackrock, che al 31 dicembre scorso aveva circa il 5,7%. Per la quota, Mediaset dovrebbe aver speso circa 330-340 mln di euro dal momento che la capitalizzazione di mercato di ProSiebenSat.1 è pari a circa 3,4 miliardi.

    NISSAN : CON PRUDENZA FA SAPERE CHE NON CI SONO SVANTAGGI DA UN ‘ALLEANZA TRA RENAULT E FCA
    I leader di Nissan Motor, di Renault e di Mitsubishi Motors si sono riuniti a Yokohama, presso la sede centrale di Nissan, per discutere della proposta di fusione alla pari tra Fca e Renault. «Nel complesso, non vediamo alcun aspetto particolarmente negativo» sulla fusione pianificata, sulla quale spetta a Renault e a Fca decidere. I componenti della triplice alleanza hanno confermato in una dichiarazione comune di avere avuto «una discussione aperta e trasparente» sull’accordo, progettato per affrontare i costi dei cambiamenti tecnologici e normativi, tra cui il passaggio ai veicoli elettrici.

    CARLYLE COMPRA FORGITAL
    La società di investimento globale The Carlyle Group ha acquisito l’intera partecipazione in Forgital, società attiva nella forgiatura e lavorazione di componenti di grandi dimensioni utilizzati nei settori aerospaziale e industriale, controllata dalla famiglia fondatrice Spezzapria e con una quota di minoranza dal Fondo Italiano d’Investimento, con un valore complessivo di base di circa 1 miliardo di euro

    LACTALIS ACQUISCE IL PARIMIGGIANO REGGIANO
    I francesi di Lactalis hanno annunciato di aver raggiunto l’accordo per rilevare l’intero capitale sociale della Nuova Castelli spa, detenuto, per circa l’80%, dal fondo di investimento inglese Chartherhouse capital partner. Lactalis accresce così la sua posizione in Italia, dove conta oltre 5.500 collaboratori e 29 siti di produzione.

    FORD –VOLKSWAGEN: POSSIBILE FUSIONE?
    L’ipotesi di una buona riuscita dell’operazione di fusione tra FCA e Renault aprirà le porte ad una nuova stagione di M&A per il settore automobilistico globale. Tra i possibili interessati a unirsi in matrimonio, potrebbero esserci, sia gli statunitensi di Ford, sia i tedeschi di Volkswagen. Già sul finire del 2018 gli americani e i tedeschi avevano reso pubblica la loro intenzione di collaborare, anche se non avevano parlato di aggregazioni.

    POSTE: «E-COMMERCE» CON I TABACCAI E POLIZZE AUTO
    L’accordo con i tabaccai (3.500) prevede la possibilità di utilizzare le tabaccherie come punti di accettazione della corrispondenza, entrando così nel network di «PuntoPoste», e permettendo il ritiro degli acquisti online o la spedizione di resi e pacchi preaffrancati. Sul fronte Rc Auto «c’è stato un passo avanti formale, con la formazione di una società veicolo che ci permette di essere più “mobili” nel mercato della Rc Auto rispetto ad alcuni partner con cui stiamo dialogando. Abbiamo creato una società di brokeraggio, per un lancio che si possa prevedere dall’anno prossimo». L’assemblea ha approvato il bilancio 2018 (utili a 1,399 miliardi, 709 milioni in più sul 2017, e ricavi a 10,864 miliardi) e deciso il dividendo.

    VIVENDI ACQUISCE LA PAY TV M7 PER CIRCA UN MILIARDO DI EURO
    Vivendi aggiunge un tassello al suo progetto di creare una pay tv europea. Attraverso la controllata Canal Plus, la media company francese ha acquistato M7 dal fondo di private equity Astorg per poco più di un miliardo di euro. M7 è piattaforma che distribuisce a pagamento altri canali televisivi locali e internazionali, presente in Belgio, Olanda, Austria, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria e Romania. Con questa operazione, Canal+ potrà raggiungere una platea potenziale pari a 20 milioni di abbonati in tutto il mondo, di cui 12 milioni in Europa.
    CASSAZIONE
    Parità di armi tra Fisco e contribuente. Anche il contribuente può introdurre nel giudizio tributario dichiarazioni extraprocessuali per far valere le proprie ragioni. Le dichiarazioni sostitutive rilevano al pari degli altri elementi indiziari e concorrono a formare il libero convincimento del giudice. Questo l’importante principio sancito dalla sezione tributaria della Corte di cassazione.

    FCA- RENAULT: LA FUSIONE UN OCCASIONE anche PER NISSAN E MITSUBISHI
    E’ un’opportunità per Renault e sicuramente per Fca, proponente dell’accordo, ma anche un’occasione per Nissan e Mitsubishi, anche se dal Giappone non si sono scoperti più di tanto. La fusione potrebbe proprio rappresentare l’occasione, per Nissan, di tornare a farsi sentire nell’alleanza.

    LAVAZZA PUNTA A DIVENTARE LA TERZA SOCIETA’ DEL CAFFE’ AL MONDO
    Lavazza vuole crescere ancora sui mercati internazionali. Dall’estero proviene già il 64% degli 1,87 miliardi di euro di fatturato generato nel 2018 dalla società torinese. Entro il 2021 l’incidenza di questa voce sui ricavi consolidati dovrebbe arrivare al 70% grazie soprattutto al rafforzamento in Francia.

    SALINI IMPREGILO: POSSIBILE RICAPITALIZZAZIONE CON CDP
    Cassa Depositi e Prestiti starebbe decidendo se investire o meno 300 milioni di dollari, al fine di procedere alla ricapitalizzazione di Salini Impregilo nel più ampio quadro della creazione del maxi polo delle costruzioni. In questa maniera CDP otterrebbe una partecipazione di circa il 25% diventando il secondo socio di Salini Impregilo.

    FONDAZIONE CARIPLO: FOSTI IL NUOVO PRESIDENTE AL POSTO DI GUZZETTI
    È Giovanni Fosti il nuovo presidente di Fondazione Cariplo, nominato all’unanimità. «Sono onorato. Ringrazio per la fiducia riposta in me e ovviamente il presidente Guzzetti che in questi anni ha rappresentato per tutti noi un faro e un esempio a cui guardare, con la sua visione, energia e caparbietà nell’affrontare e dare risposte ai bisogni delle nostre comunità. La chiave dovrà essere, come è sempre stata, l’ascolto dei bisogni, la comprensione delle esigenze della componente più fragile delle nostre comunità». E anche Giuseppe Guzzetti, che dopo 22 anni lascia la presidenza dell’ente, ha sottolineato la «continuità» con la quale viene e verrà guidata la Cariplo: «La lascio in ottime mani, animata dallo stesso spirito che abbiamo condiviso in questi anni stupendi nei quali abbiamo realizzato moltissime iniziative».

    REAL MADRID : IL CLUB EUROPEO CHE VALE DI PIU
    Il Real Madrid con un valore d’impresa di 3,2 miliardi di euro scavalca il Manchester United nella classifica delle squadre di calcio europee che valgono di più, mentre i tedeschi del Bayern Monaco sono terzi ed il Barcellona scivola al quarto posto. Il valore d’impresa (Enterprise Value, Ev) dei primi 32 club di calcio europei è aumentato del 9% rispetto all’anno precedente, a dimostrazione del fatto che il business del calcio sta crescendo ad un ritmo significativamente più rapido rispetto all’economia europea.

    PASTICCERIA MARCHESI: APRE A LONDRA
    Nella stilosa Myfair, accanto alle boutique di moda e accessori di Mount Street, fa il suo ingresso Marchesi 1824, la pasticceria del gruppo Prada al debutto fuori Milano. Prende il posto di una bottega storica, il macellaio Allens di Mayfair, che occupò i locali fino al 2015. Marchesi porta in dote la sua Milano con caffè, tramezzini, brioche salate, oltre al panettone e la colomba per le feste pasquali.

    BANCO BPM: AL VIA IL RIASSETTO ORGANIZZATIVO
    Ha deliberato la revisione dell’assetto organizzativo, che non prevede la figura del direttore generale e che, oltre alla conferma dei condirettori generali, introduce le figure del chief lending officer e del direttore finanziario, che sono rispettivamente Carlo Bianchi ed Edoardo Ginevra.

    PMI : LA CONFERENZA MF SUL NUOVO MODO DI FINANZIARE LE PMI
    «Le piccole e medie imprese italiane che disporrebbero dei requisiti per quotarsi su Aim Italia sono un esercito di 5 mila società. 700 potrebbero già trovarsi nelle condizioni finanziarie per poter essere quotate». In ogni caso per sostenere la vita delle pmi servono capitali, bisogna creare liquidità per l’Aim» Un aiuto potrebbe arrivare dalla Cdp «ma non in maniera diretta. Nel senso che non possiamo investire nelle quotazioni delle pmi, possiamo invece favorire operazioni di sostegno al debito o veicoli di aiuto per le piccole società».

    COTTARELLI: 30 MLD IL PESO DELLA BUROCRAZIA
    Intervenendo alla conferenza afferma: «Oggi le pmi sono gravate da una tassa notevole». «Secondo il Dipartimento della Funzione Pubblica la burocrazia, quindi l’eccesso di leggi in Italia, costa alle imprese ogni anno fra 30 e 35 miliardi di euro, ovvero almeno quanto l’imposizione fiscale sulle società». L’effetto di questa super tassa sulle pmi è una chiara perdita di competitività.

    LUNGHI (BORSA ITALIANA): SERVONO INVESTITORI AD HOC
    La manager che ha portato l’Aim in Italia sull’esempio di Londra, Barbara Lunghi, responsabile dei mercati primari di Borsa Italiana, ritiene che questo segmento per le pmi abbia bisogno di «più investitori specializzati». Potremmo riuscire a quotare un numero rilevante di imprese, ma questo sarebbe possibile solo se la varietà degli investitori fosse più alta, robusta e specializzata»..

    AIM ITALIA: FISSA NUOVI TRAGUARDI
    AIM, il mercato dedicato alle PMI compie 10 anni, nato nel 2009 sulla scia dell’analoga esperienza del London Stock Exchange.Borsa Italiana ha dedicato la cerimonia del suono della campanella ad AIM Italia. Un mercato che in questi anni ha avuto un trend di crescita importante con 158 nuove società ammesse, incluse 24 SPAC, che hanno raccolto in fase di quotazione 3,7 miliardi di euro di cui il 94% in aumento di capitale. Il mercato AIM Italia oggi conta 114 società quotate, rappresentative dei principali settori dell’economia italiana (industria, digitale, green, innovazione, energia), per una capitalizzazione complessiva pari a 7 miliardi di euro.

    INTESA SAN PAOLO E AZIMUT SI ALLEANO PER UNA PARTNERSHIP COMMERCIALE
    Intesa Sanpaolo e Azimut si alleano per una partnership commerciale. Si tratta di un’offerta integrata di servizi che vanno dall’execution al post trading, grazie alle sinergie presenti all’interno della divisione Corporate e investment banking. Il primo cliente strategico a usufruire del servizio abbinato all’attività di ricezione e trasmissione di ordini è, appunto, Azimut Capital Management sgr, società del gruppo Azimut che integra in Italia la gestione degli asset e l’attività di consulenza finanziaria in un’unica realtà.

    CASSAZIONE
    Il commercialista che fa una consulenza sbagliata è tenuto a risarcire il cliente dei danni. In particolare è compito del professionista suggerire la via fiscalmente più conveniente.

    TAVOLI DI CRISI: 130 LE AZIENDE CHE CHIEDONO UN ASOLUZIONE AL MINISTERO DELLO SVILUPPO
    Sono ancora tante imprese per le quali non è stata trovata una soluzione che ne permetta la sopravvivenza, salvando così gli stipendi di circa 210.000 lavoratori. Le crisi aziendali non risparmiano nessuna area del Belpaese e in particolare il Centro Italia. La crisi ha investito un po’ tutti i settori, dalla siderurgia ai trasporti all’agroalimentare compresa la grande distribuzione. Sul tavolo i nomi di grandi aziende con i dossier ancora quasi tutti sospesi (Acciai speciali di Terni, Pernigotti di Novi Ligure, Piaggio Aero, oppure l’ex Alcoa) Una soluzione vicina e positiva è quello relativo alla Bombardier. La società produttrice di treni che ha ottenuto una commessa per 14 nuovi Frecciarossa da Trenitalia.

    ITALMOBILIARE : SEMPLIFICATA LA CATENA
    La famiglia Pesenti, dopo oltre cinquant’anni, semplifica la catena di controllo a monte di Italmobiliare. È stato infatti appena depositato il progetto di fusione per incorporazione di Finanziaria Aureliana e Privital in Cemital, i tre veicoli che, costituiti il primo nel 1979 e gli altri due nel 1965, controllano rispettivamente il 16%, il 14,6% e il 16,2% della holding quotata e guidata da Pesenti. Alla sola Cemital risulta così intestato il complessivo 46,8% Carlo Pesenti è altresi soddisfatto per l’ingresso di Gic, il fondo sovrano di Singapore, con una quota del 3,05% del capitale.

    LACTALIS- GRANAROLO: LA SFIDA PER IL PARMIGIANO REGGIANO
    Il colosso alimentare francese Lactalis punta a rilevare il gruppo Nuova Castelli, principale esportatore italiano di parmigiano reggiano. Da inizio anno il socio di controllo di Nuova Castelli, il fondo britannico Charterhouse, sta studiando infatti l’ingresso di un partner finanziario nella compagine tramite un aumento di capitale da 40-50 milioni Il fondo britannico potrebbe scegliere non una partnership azionaria con un altro fondo di private equity ma una soluzione ben più netta, cioè la vendita dell’intero controllo a un gruppo strategico-industriale. Sarebbero così scesi in campo per l’acquisto Lactalis, ma anche il gruppo italiano Granarolo. Come terzo concorrente in gara ci sarebbe un fondo di private equity.

    JUVENTUS: SOTTO I FARI DELLA CONSOB L’ANDAMENTO DEL TITOLO
    La Juventus Fc resta sotto i riflettori a Piazza Affari sull’onda delle voci (e delle successive smentite) di un arrivo di Pep Guardiola, attuale allenatore del Manchester City, sulla panchina bianconera dalla prossima stagione. Le indiscrezioni su una trattativa ormai conclusa, con un contratto principesco di quattro anni per l’allenatore spagnolo, poi smentite, mantengono alta l’attenzione.

    DAIMLER: CAMBIO AL VERTICE E APERTA LA CACCIA DEI CINESI
    Mentre avviene il cambio al vertice con un CEO più interessato alle nuove tecnologie, si scatena una sorta di vera e propria sfida fra brand cinesi pronti alla scalata il gruppo tedesco. Per l’industria cinese quella dei brand è sempre più una priorità: la potenza asiatica infatti è carente sotto il profilo dei marchi di reputazione internazionali. Sono infatti pochi i marchi davvero noti e sono tutti nella tecnologia e nella telefonia (Huawei, Lenovo ecc) . Nell’automotive invece c’è il deserto. Infatti Geely ha già una quota pari al 10% in Daimler e al momento è il principale azionista del Gruppo, a cui va poi aggiunto che di recente si è presa anche la metà di Smart. Del resto è più facile acquisire un brand già presente sul mercato che crearne uno da zero.
    DIGITOUCH ACQUISISCE MEWARE
    il Gruppo DigiTouch: l’azienda italiana specializzata nelle marketing technologies ha sottoscritto un accordo vincolante per rilevare il 60% del capitale sociale Meware srl, azienda specializzata nella progettazione e realizzazione di soluzioni informatiche con un equity value pari a 1,2 milioni di euro. Il restante 40% verrà acquistato in due tranche rispettivamente entro il 2021 e 2022 la cui valutazione è in funzione di un moltiplicatore di quattro volte il Margine Operativo Lordo con dei massimali previsti contrattualmente.

    FESTIVAL DI TRENTO DAL 30 MAGGIO AL 2 GIUGNO
    Si terrà la XIV edizione del Festival, dedicata al tema “globalizzazione, nazionalismo e rappresentanza”. Da giovedì, quattro giorni per capire e discutere dello scontro fra integrazione mondiale dei mercati, rivendicazioni nazionaliste, populismi ed élites. James Alan Robinson, studioso di economia e politica inglese, docente alla Chicago University, terrà la lecture inaugurale del Festival dell’Economia, affrontando il tema “Da dove arriva il populismo e cosa possiamo fare per contrastarlo”.

    FCA-RENAULT : AL VIA LA PROPOSTA DI FUSIONE
    E’ arrivata prima dell’apertura dei mercati, la proposta di fusione lanciata da Fca (Fiat-Chrysler) alla casa francese Renault per dare vita a quello che diventerebbe «uno dei principali gruppi automobilistici al mondo. Dopo un attento esame dei termini della proposta amichevole di Fca, è arrivata la risposta positiva del cda di Renault, che «ha deciso di studiare con interesse l’opportunità di una tale combinazione». In una nota il gruppo francese specifica che «ulteriori comunicazioni saranno diffuse a tempo debito per informare il mercato dei risultati di queste discussioni».

    KERING TORNA IN ITALIA
    Il gruppo nel settore del lusso con sede a Parigi, che possiede marchi di lusso, tra i quali Gucci, Saint Laurent, Balenciaga, Alexander McQueen, Bottega Veneta, Boucheron, Brioni, Pomellato, trasferirà in Italia, vicino a Novara, la grande parte delle attività logistiche, attualmente svolte in Svizzera.

    BONELLI EREDE E LOMBARDI: SI ALLA FUSIONE DI DUE DEI MAGGIORI STUDI LEGALI ITALIANI
    Dal matrimonio di BonelliErede e Lombardi Associati nasce una delle maggiori «law firm» italiana. BonelliErede può infatti contare su 384 professionisti con un network anche estero, mentre Lombardi su una settantina di professionisti tra Milano e Roma. BonelliErede, pur essendo uno studio globale e attivo in ogni campo legale, è famoso nel mondo finanziario soprattutto per essere stato advisor nelle maggiori operazioni di fusione e acquisizione avvenute in Italia.

    BORSE: IL 53% DEGLI SCAMBI E’ GESTITO DAGLI ALGORITMI
    Compravendite automatizzate , software che decidono se è quando operare, inviando loro stessi gli ordini. E’ il trading algoritmico. Un fenomeno rilevante in Borsa. Nel 2018 robot hanno gestito circa il 53% degli scambi delle azioni globali cash.

    MERCATONE UNO: E’ FALLITA, LICENZIAMENTI VIA SOCIAL
    Doccia gelata per i lavoratori della Mercatone Uno. Shernon Holding, la società che meno di un anno fa aveva acquisito 55 punti vendita dello storico marchio, nato a Imola nel bolognese a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta, finito di recente in amministrazione straordinaria, è stata infatti dichiarata fallita dal tribunale di Milano. I lavoratori hanno appreso della chiusura dei negozi da Facebook.

    PASTA ZARA: BARILLA IN POLE POSITION
    Il Tribunale di Treviso ha preso atto che l’unica offerta arrivata per Pasta Zara per lo stabilimento di Muggia (Trieste) è di Barilla che mette sul piatto 108 milioni. Adesso spetta al pastificio in concordato preventivo, accettare o meno l’offerta.

    ECOBONUS ESTESO ANCHE A MOTO ELETTRICHE, MICROCAR
    Dopo la bocciatura per inammissibilità, l’ecobonus viene riammesso e anzi si allarga anche a moto, motorini e microcar grazie a un nuovo emendamento che verrà presentato dal Governo al decreto Crescita all’esame delle commissioni Bilancio e Finanze della Camera dove, il 28 maggio, inizierà il voto per il passaggio all’Aula nella prima settimana di giugno: entro il 29 giugno deve essere convertito in legge.

    BOEING. NEL MIRINO DELLE SOCIETA’ CINESI
    Le tredici principali aviolinee del paese sono intenzionate a chiedere a Boeing un maxi risarcimento dopo la messa terra degli 737 Max in seguito all’incidente dell’aereo dell’Ethiopian Airlines. La China Air Transport Association (Cata), l’associazione cinese delle compagnie aeree, ha annunciato che aiuterà le compagnie a richiedere gli indennizzi al costruttore Usa. Le compagnie stimano a 579 milioni di dollari le perdite legate al divieto del volo dei 737 Max.

    FIORENTINA : IN PROCINTO DI PASSARE DI MANO
    La Fiorentina è in procinto di passare di mano, l’imminente acquisto del club Viola da parte del tycoon italo-americano Rocco Commisso, proprietario di Mediacom e dei New York Cosmos, per un cifra vicina ai 150 milioni di dollari. La Famiglia Della Valle non ha commentato le indiscrezioni, ribadendo di volersi stringere intorno alla squadra impegnata nella preparazione della delicata sfida-salvezza. La permanenza in serie A della Fiorentina vale 60 milioni di diritti tv, che in serie B spariscono, sostituiti da un “paracadute” che però è di appena 25 milioni.

    EUROPEAN BANKING AGENCY TRASLOCA A PARIGI A PRESCINDERE DALL’ESITO BREXIT
    In questi giorni l’Eba, l’autorità europea che svolge un importante lavoro di armonizzazione delle regole europee in campo bancario, è impegnata in questi giorni al suo trasloco da Londra a Parigi: uno degli effetti della Brexit (comunque vada a finire).

    ANTIRICICLAGGIO : LE NUOVE LINEE GUIDA DEL CNDCEC PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO
    Controlli costanti biennali per l’adeguata verifica ordinaria, individuazione dei fattori che influenzano i rischi dei clienti e delle operazioni, individuazione del titolare effettivo nelle diverse situazioni, autovalutazione degli studi entro il 30 aprile 2020. Sono alcuni dei più rilevanti contenuti inseriti nelle nuove linee guida del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili per la valutazione del rischio, adeguata verifica della clientela, conservazione dei documenti, dei dati e delle informazioni ai sensi del dlgs 231/07, diffuse ieri.

    PORTA VITTORIA: PRELIOS AVVIA IL FONDO NICHECON LO SVILUPPO DELL’AREA
    Prelios SGR, facente parte del Gruppo Prelios, ha perfezionato l’acquisizione degli attivi facenti parte del fallimento Porta Vittoria tramite il Fondo Niche. Il progetto prevede lo sviluppo dell’area a prevalente destinazione residenziale localizzata a Milano tra viale Umbria, via Monte Ortigara e via Cervignano.

    BRITISH STEEL: A RISCHIO COLLASSO CON PERDITE DI 25000 PERSONE COINVOLTE
    British Steel è sull’orlo del collasso: per evitare l’amministrazione controllata il secondo gruppo siderurgico in Gran Bretagna deve ottenere 30milioni di sterline di finanziamenti di emergenza dal Governo. I posti di lavoro dei 5mila dipendenti diretti e die 20mila persone che lavorano nell’indotto. sono a rischio.

    CASSAZIONE: NON C’È STABILE ORGANIZZAZIONE SENZA TELEFONO E FAX.
    L’attività svolta in Italia negli stabilimenti di un’altra società in forza di un contratto di appalto esclude l’esistenza di una stabile organizzazione.

    AVON: DIVENTA BRASILIANA PER 3,7 MILIARDI DI DOLLARI
    Natura, leader nel settore della bellezza in Brasile: l’azienda di cosmetici brasiliana ha acquisito la concorrente americana Avon ,per circa 3,7 miliardi di dollari, dando così vita a un gruppo valutato 11 miliardi di dollari considerato il quarto maggiore al mondo di questo tipo. Grazie all’operazione, Natura controllerà circa il 76% del gruppo, mentre il resto sarà detenuto dagli azionisti Avon.

    BOSCH: MULTATA DALLE AUTORITA’ TEDESCHE PER LO SCANDALO DIESELGATE
    Bosch dovrà pagare una multa da 90 milioni di euro per aver permesso alle case automobilistiche che rifornisce, di utilizzare i propri software e componenti al fine di manipolare i test sulle emissioni. Bosch, il più grande produttore di componenti automobilistici al mondo, avrebbe fornito circa 17 milioni di strumenti tecnici, tra cui software di controllo per i motori. Pagheranno la sanzione senza ricorrere in appello.

    FERRERO PROSEGUE LO SHOPPING INTERNAZIONALE
    Il gruppo di Alba, dopo aver comprato, dal 2017 in poi, Fanny May (cioccolato), Ferrara Candy (caramelle), le divisioni Usa della Nestlé e gli asset Kellogg’s in Nordamerica, ha acquisito la maggioranza rileva la maggioranza di Icfc, società iberica che fattura 125 milioni l’anno, con 45 clienti, distribuisce in 19 Paesi ed è il primo produttore di gelati spagnolo.

    IMA ACQUISISCE IL 63% DI ATOP ACQUISENDO IN SPAGNA
    Ima, leader mondiale nella progettazione e produzione di macchine automatiche per il processo e il confezionamento di prodotti, ha acquisito il 63% di Atop, società leader nel settore delle macchine e linee automatiche per la produzione di statori e rotori per motori elettrici nel settore automotive e in particolare per la E-mobility. Attraverso questo accordo Ima , che era già azionista della società dal 2017 con una partecipazione del 21%, acquisisce la maggioranza di Atop raggiungendo così la partecipazione complessiva pari a circa l’84%.

    PLASTICA ADDIO: IN VIGORE DIRETTIVA UE
    Piatti, posate, cannucce, aste per palloncini e bastoncini cotonati in plastica monouso saranno vietati entro il 2021.
    Oggi il Consiglio Ue ha adottato una direttiva che introduce nuove restrizioni su determinati prodotti in plastica monouso, stabilendo norme più severe per i tipi di prodotti e di imballaggi che rientrano tra i dieci prodotti inquinanti più spesso rinvenuti sulle spiagge europee.

    BREXIT:LONDRA CHIAMATA ALLE URNE IL 23MAGGIO E MAY PRONTA AD UN SECONDO REFERENDUM
    i sondaggi fotografano il partito di maggioranza, quello dei Tory, sull’orlo del baratro e il Brexit party di Nigel Farage in crescita costante. Dopo il fallimento del suo negoziato con Bruxelles – suggellato dal triplo no della Camera dei Comuni all’accordo a cui era giunta con i vertici dell’Ue – Theresa May ha tentato di dialogare con l’opposizione e, in extremis, ha proposto alla Camera dei Comuni di votare su una bozza nuova. Il documento prevede l’ampliamento dei tempi dell’Unione doganale, l’obbligo di trovare una via alternativa al backstop. Ma, soprattutto, la premier ha ceduto su quello che riteneva un suo punto fermo: l’ipotesi di un secondo referendum.

    PRADA DICE ADDIO ALLA PELLICCIA
    • Stop all’uso delle pellicce nelle collezioni. Prada entra nella famiglia «fur-free». Dalla linea donna per la primavera-estate 2020 il gruppo italiano del lusso quotato ad Hong Kong non userà più pellicce animali per realizzare nuovi prodotti. Per Miuccia Prada si tratta di un traguardo importante per un gruppo che ha in innovazione e responsabilità sociale i suoi valori fondanti.
    • Prada ha deliberato un intervento di ulteriore razionalizzazione e selezione della rete di clienti indipendenti in Italia e in Europa. Il gruppo si impegna così a garantire una maggior coerenza nelle politiche di prezzo sul canale retail e sui canali digitali. L’iniziativa, volta a chiudere le relazioni con alcuni partner al fine di sostituirli gradualmente con altri operatori digitali, permetterà di rafforzare ulteriormente il valore dei brand del gruppo in vista di una crescita sostenibile a lungo termine.

    DIESEL PRONTA A RIPARTIRE: PAROLA DI RENZO ROSSO
    Diesel è pronto nuovamente a decollare. Dopo una serie di ristrutturazioni aziendali, il marchio fondato da Renzo Rosso torna a crescere anche grazie alle nuove strategie in fatto di prodotto, e di retail internazionale e si attende una forte crescita internazionale . «Il mondo delle collaborazioni è estremamente importante per le nuove generazioni, che amano il prodotto e lo vogliono esclusivo. Per Diesel, è una strada molto interessante da percorrere». Nel futuro di Diesel retail, sostenibilità, Cina, Stati Uniti e il sogno di creare un grande museo in Veneto.

    SAUDI ARAMCO : CONTRATTO VENTENNALE PER GAS NATURALE CON SOCIETA’ STATUNITENSE
    L’Arabia Saudita ha stipulato un accordo per l’acquisto di gas naturale liquefatto dall’americana Sempra Energy. Le due società hanno puntualizzato che le loro rispettive controllate hanno raggiunto un’intesa che anticipa la negoziazione e la finalizzazione di un accordo ventennale di vendita e acquisto definitivo di 5 milioni di tonnellate all’anno di gas.

    UNIVERSITA’ CATTOLICA: CINQUE BORSE DI STUDIO ASSEGNATE
    Cinque borse di studio per un valore di 50 mila euro saranno consegnate oggi ad altrettanti studenti della facolta di scienze bancarie, finanziarie e assicurative. A erogare le scholarship sono Intesa Sanpaolo, Credito valtellinese, UnipolSai e lo studio Bernoni Grant Thornton per il joint programme di Università Cattolica del Sacro Cuore e London School of Economics and Political Sciences, per il joint program dell ‘Università e Fordham University e per il joint program dell’Università e Cass Business School.

    SETTORE ASSICURATIVO: FRENATA MONDIALE (STUDIO ALLIANZ)
    Il volume dei premi assicurativi a livello globale ha raggiunto l’anno scorso 3.655 miliardi di euro, escluso il segmento salute. Rispetto al 2017 l’incremento è stato del 3,3%. È quanto emerge dai dati resi noti da Allianz Research (gruppo Allianz). Il 2018 è stato il terzo anno consecutivo in cui la crescita globale dei premi è rimasta indietro rispetto allo sviluppo dell’attività economica (+5,7%). La penetrazione assicurativa (premi in rapporto al pil) è scesa al 5,4%, il livello più basso degli ultimi 30 anni. I rischi aumentano, ma la protezione è in flessione.

    REVISORI E SINDACI: UN EMENDAMENTO LI DIMEZZA
    Dimezzate le srl con l’obbligo di nomina dell’organo di controllo. Se verrà approvato l’emendamento al dl crescita, che riscrive i limiti patrimoniali per la nomina obbligatoria, le società coinvolte saranno poco meno di 90 mila, a differenza delle circa 180 mila che sono ricomprese dalle soglie originali identificate dalla riforma della crisi di impresa (studio realizzato dalla Cerved).

    PRIVATE EQUITY: I DATI DELL’OSSERVATORIO PRIVATE EQUITY MONITOR
    Un fatturato medio di 44,5 milioni di euro, quote di maggioranza rilevate almeno del 74% e soprattutto imprese familiari ubicate in prevalenza in Lombardia. È la fotografia del private equity in Italia che nel 2018 è stata particolarmente intensa al punto da tornare ai livelli pre crisi: sono state 175 le operazioni portate a termine lo scorso anno contro 123 nel 2017 (+42%). «Il settore del private equity conferma ed anzi consolida nel 2018 l’eccellente stato di salute già evidenziato ormai da un triennio», ha affermato Anna Gervasoni, presidente dell’Osservatorio.

    ULTIMI CONTROLLI PER CHIUDERE LE LITI CON LE ENTRATE
    Scade il 31 maggio il termine per versare la prima o unica rata e per la presentazione della domanda di definizione. Va presentata una domanda distinta per ogni controversia, la lite deve essere con le Entrate. L’Agenzia ha chiarito che può accedere alla sanatoria delle liti chi è in regola con i versamenti della rottamazione bis delle cartelle al 7 dicembre scorso.

    DICHIARAZIONI FISCALI: DECRETO CRESCITA PRONTO A RISCRIVERE IL CALENDARIO FISCALE 2019
    Il termine per l’invio telematico del modello Redditi di società e persone fisiche e della dichiarazione Irap può slittare già da quest’anno dal 30 settembre al 30 novembre (2 dicembre, il termine sarebbe di sabato) per effetto degli emendamenti al Decreto Crescita che riprendono una delle norme già approvate dalla Camera nella proposta di legge sulle semplificazioni. Altra novità con effetto immediato, se approvata dal Parlamento, è il differimento del termine di presentazione della dichiarazione Imu Tasi dal 30 giugno al 31 dicembre. intanto però i professionisti chiedono a proroga dei versamenti in scadenza il 1° luglio per il ritardo nel rilascio del software delle nuove pagelle fiscali.

    ROMA :ZTE: APRE UN CENTRO PER LA CYBERSECURITY
    Le telecomunicazioni, internet, il 5 G che verrà. E’ questo l’universo in cui si muove ZTE Corporation, uno dei principali player al mondo per enterprise, consumer technology e internet mobile. Da oggi a Roma la grande società di origine cinese ha aperto il primo laboratorio di cybersecurity in Europa, per aiutare l’industria ICT a difendersi dalle minacce e per la sicurezza informatica. Il “laboratorio” permetterà di fornire ai clienti globali e ad altre parti interessate servizi di valutazione della sicurezza e audit.

    CAP: APPROVATO IL BILANCIO E I PROGETTI DI SOSTENIBILITA’, INNOVAZIONE, RICERCA E SVILUPPO, ECONOMIA CIRCOLARE E RIDUZIONE DEI CONSUMI D’ACQUA
    L’Assemblea dei Soci di Gruppo CAP ha approvato all’unanimità un ambizioso piano di investimenti per oltre 500 milioni di euro per il quinquennio 2019-2023. Il piano di investimenti sottolinea l’impegno del Gruppo nello sviluppo dei progetti emarginati. “Una governance del sistema idrico efficiente e moderna presuppone che business e sostenibilità diventino due mondi complementari e perfettamente integrati, spiega il presidente e amministratore delegato di Gruppo. “La sostenibilità è un vantaggio competitivo che permette sia di portare benefici all’azienda diminuendo i costi di produzione, sia di creare valore per gli stakeholder e per territorio in cui CAP opera, migliorando l’impatto ambientale”.
    L’Assemblea dei Soci ha approvato il bilancio consolidato e il bilancio della capogruppo. In dettaglio, il totale dei ricavi cresce del 3,7% e si attesta nel 2018 a 348.162.207 euro, per la quasi totalità frutto del servizio idrico

    OCSE: CRESCITA ITALIA PARI A ZERO
    Un anno “in stagnazione”, alla luce di un rallentamento che ha intaccato un’ampia base della nostra economia. E’ la diagnosi aggiornata dell’Ocse per il 2019 del Pil tricolore, caratterizzato – dice il rapporto appena presentato a Parigi – da un rallentamento nella crescita occupazionale e da una maggiore predisposizione a risparmiare che stanno deprimendo i consumi. Anche dal lato degli investimenti, d’altra parte, le cose non sono spumeggianti vista la perdita di fiducia da parte delle imprese e una domanda interna più debole.

    NOMINE
    • Edison: Nicola Monti è il nuovo amministratore delegato al posto di Marc Benayoun che è stato nominato presidente
    • Acri: Francesco Profumo è il nuovo presidente

    FONDAZIONI: STRETTA SUGLI STATUTI DALLA PREFETTURA DI MILANO
    In conseguenza del fatto che il mondo del no profit è in fermento per la prossima entrata in attività degli enti del terzo settore e che in molti casi si tratta di apportare modifiche statutarie a enti dotati di personalità giuridica e iscritti nei registri prefettizi o regionali. Secondo tale nota la persona giuridica deve avere un patrimonio attuale e non può basarsi su erogazioni future. Il valore del patrimonio minimo è fissato in 100mila euro per le fondazioni e 80mila per le associazioni , di cui 30mila destinati a un fondo di garanzia con apposita previsione statutaria.

    COIMA LANCIA IL QUARTIERE GIOIA (PALAZZI EX COMUNE, EX TELECOM ED EX INPS)
    Conclusa l’asta monstre che per 175 milioni ha portato anche il palazzo comunale di Gioia («Pirellino») nel portafoglio di Coima, il dominus di Porta Nuova, Manfredi Catella, stila un bilancio degli ultimi dieci anni in numeri, prima di illustrare la «fase due» degli investimenti: cinque miliardi finora, altrettanti da oggi al 2024, di cui la gran parte in città. Dopo la riqualificazione di Garibaldi-Porta Nuova e delle ex Varesine, tocca all’area attorno alla fermata Gioia del metrò, vale a dire la parte settentrionale del distretto, oggi nella quasi intera disponibilità di Coima, e confinante, oltre l’incrocio stradale, con la Biblioteca degli alberi e piazza Gae Aulenti.

    MULTINAZIONALI: FINE DEL PARADISO FISCALE SVIZZERO
    Un referendum popolare ha approvato definitivamente il progetto di riforma fiscale che elimina i trattamenti di favore per le multinazionali straniere. Domenica 19 maggio, il 66,4% dei votanti ha dato l’approvazione definitiva per eliminare i regimi fiscali di favore in contrasto con i principi Ocse e Ue.

    Revisori
    Sui limiti per la nomina degli organi di controllo delle società a responsabilità limitata l’esecutivo raddoppia: per effetto dell’emendamento della maggioranza al decreto Crescita i nuovi limiti dimensionali previsti dall’articolo 2477 del codice civile verranno infatti esattamente raddoppiati rispetto a quelli attualmente fissati dal codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza (dlgs n.14 del 2019). Il totale dell’attivo dello stato patrimoniale passerà infatti dagli attuali 2 milioni di euro a 4 milioni di euro. Il totale dei ricavi delle vendite e delle prestazioni passerà dagli attuali 2 milioni di euro a 4 milioni ed allo stesso tempo verrà esattamente raddoppiato, dalle attuali 10 unità a 20, il numero dei dipendenti occupati in media durante l’esercizio. Grazie ai nuovi limiti l’obbligo dell’organo di controllo, anche monocratico, o del revisore, nelle società a responsabilità limitata resterà più contratto a quanto previsto prima dell’entrata in vigore del nuovo codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza, eliminando le società di piccole o addirittura piccolissime dimensioni.

    PROCESSO TRIBUTARIO TELEMATICO:
    • Sono in media 200mila l’anno i ricorsi in materia fiscale, iscritti presso gli uffici giudiziari di primo e secondo grado. E la loro sorte, dal 1° luglio, sarà obbligatoriamente decisa con il processo telematico. Le notificazioni e i depositi di atti processuali, documenti e provvedimenti giurisdizionali avverranno, dunque, esclusivamente con modalità telematiche. Sparisce l’alternativa tra cartaceo e digitale, imponendo per ogni causa la procedura telematica. Solo in casi eccezionali il presidente della Commissione tributaria o della sezione,se il ricorso è già iscritto a ruolo o il collegio , se la questione sorge in udienza, con provvedimento motivato potranno autorizzare il deposito con modalità diverse da quelle telematiche.

    CASSAZIONE: ACCERTAMENTO LECITO SE CHIEDE PIÙ DEL PVC
    Accertamento legittimo se richiede somme maggiori rispetto alle contestazioni del verbale conclusivo della verifica: l’Agenzia, infatti, non è vincolata al contenuto del PVC, né è tenuta a garantire il diritto al contradditorio per le maggiori differenze accertate.

    CRISI DI IMPRESA: INDICI COME INDIZI (CDNCEC)
    «Il codice della crisi prevede che la segnalazione dello stato di crisi da parte dell’organo di controllo e del revisore debba essere effettuata solo in presenza di fondati indizi e che sia motivata. Fondati indizi che, come da espressa previsione dell’art. 2 lett. a) del codice della crisi d’impresa, attengono alla manifestazione dell’inadeguatezza dei flussi di cassa prospettici a far fronte regolarmente alle obbligazioni pianificate. Va chiarito che non per tutti gli stadi di crisi ricorre l’obbligo di segnalazione, ma solo per quelli che presentano la rilevanza prevista dalla legge.

    EASYJET . RICAVI IN CRESCITA DEL 7,3% E N. PASSEGGERI SALITO A 41,6 MILIONI
    Per Easyjet nel primo semestre dell’anno fiscale, concluso il 31 marzo: 2,34 miliardi di sterline, in linea con le attese del mercato. Easyjet ha previsto che i ricavi per posto, saranno “leggermente in discesa” nel secondo semestre: sui dati pesa l’incertezza legata alla Brexit. Per quanto riguarda l’Italia, “la capacità è aumentata di oltre il 13% rispetto al 2018. Entro il fine del 2019 in programma nvestimenti strategici (due Airbus A321 a Malpensa) e l’inaugurazione di un Training Centre dedicato all’addestramento dei piloti.

    RYANAIR: PRESENTATI IL BILANCIO 2018 E LE IDEE SU ALITALIA
    Ha chiuso l’anno fiscale 2018-2019 (al 31 marzo 2019) con un utile netto pari a 1,02 miliardi di euro (- 29%), flessione dovuta al calo del prezzo dei biglietti in un contesto di concorrenza. Per l’anno in corso (2019-2020), è «cauta» in termini di previsioni, stimando un leggero calo dell’utile netto (tra 750 e 950 milioni di euro). O’leary su Alitalia, afferma: «Con i commissari di Alitalia ci incontriamo ogni tanto, ma per ora restiamo nelle retrovie: possiamo aiutarli ad alimentare i voli intercontinentali. Alitalia è un brand incredibile, Alitalia sopravivverà, anche per il bene del Paese. Il governo troverà un modo. Quello che deve fare è espandersi sul lungo raggio. I visitatori devono arrivare in Italia direttamente, senza fermarsi in altri hub».

    AGOS: LANCIA IL MAGAZINE DIGITALE
    Agos, società finanziaria tra le principali nel mercato del credito al consumo, scende nell’arena del cosiddetto brand journalism. E lancia Realize, un nuovo magazine digitale pensato per raccontare i piccoli e grandi cambiamenti che stanno trasformando la società e l’impatto di questi su consumi e consumatori.

    GOOGLE E HUAWEI: AL MOMENTO RINVIATA LA DECISIONE DELL’UTILIZZO ANDROID
    La messa al bando di Huawei dal suolo statunitense è stata sospesa per 90 giorni fino al 19 agosto 2019. La sospensione momentanea del divieto di utilizzare tecnologia statunitense da parte di Huawei è stata necessaria per completare le spedizioni degli ordini già sottoscritti e per dare il tempo alle aziende di completare l’aggiornamento dei software. In questi novanta giorni di tregua Huawei potrà cercare un dialogo con il Governo degli Stati Uniti, oppure trovare nuovi fornitori in Europa o in Cina. Dal 19 agosto 2019 le aziende statunitensi dovranno interrompere qualsiasi contatto commerciale con Huawei, a meno che il Dipartimento del Commercio non decida di estendere la licenza temporanea per ulteriori 90 giorni. Se in questo periodo le aziende statunitensi sottoscriveranno degli accordi con Hauwei, dovranno chiedere l’approvazione al Dipartimento del Commercio, altrimenti il contratto verrà annullato.

    GAVIO: AVVIA IL CANTIERE PER IL TAGLIO DELLA CATENA MA ANCORA NULLA DI FATTO
    Il mercato tiene alta l’attenzione sul tema del taglio della catena di controllo nella galassia Gavio. Di certo, le banche d’affari sono al lavoro su un’ipotesi di riassetto della catena e ora, complice l’ingresso del fondo Ardian nella compagine azionaria della galassia Gavio, l’idea potrebbe diventare un dossier concreto. Il fondo infrastrutturale è entrato con il 40% in Nuova Argo Finanziaria, la cassaforte della famiglia Gavio, che a sua volta detiene il 58,77% di Astm, azionista al 63,4% di Sias. L’aggregazione tra le due realtà creerebbe di fatto un’unica società operativa nelle infrastrutture e nelle costruzioni, una grande piattaforma potenzialmente candidabile, date le dimensioni, a entrare sul listino dei big e ad attirare gli interessi di altri investitori.
    ROTTAMAZIONE TER: NUOVO ATTO, EMENDAMENTO AL DECRETO CRESCITA
    Dopo la scadenza del 30 aprile scorso per chiedere di aderire all’agevolazione e saldare quanto dovuto al fisco – la cosiddetta rottamazione-ter -, potrebbero riaprirsi i termini per i ritardatari. La deadline stavolta sarebbe il 31 luglio, termine entro il quale si può fare domanda per riuscire poi a pagare dal 30 novembre prossimo.

    XYELLA: LA UE LA DEFINISCE INCURABILE (AUTORITA’ EUROPEA DELLA SICUREZZA ALIMENTARE-EFSA)
    Dal 2013 l’olivicoltura pugliese è in ginocchio, devastata da un morbo che consuma, corrode, rovina: in sei anni la xylella ha causato una riduzione del 9,5% della produzione regionale di olio d’oliva, con una perdita, solo nelle ultime tre campagne, di 390 milioni di euro di mancata produzione. Non esiste ancora un modo per eliminare la “xylella fastidiosa”, nè una cura contro la malattia, dal momento che i sintomi si presentano con enorme ritardo, combatterla non è semplice. Efsa è alla ricerca di soluzioni, di un rimedio a questa catastrofe.

    Nomine
    • Assonime: Cipolletta è stato confermato Presidente.
    • Comando Generale GDF: il Generale Zafarana è stato nominato Comandante Generale.
    • Ragioneria di Stato: Biagio Mazzotta è stato nominato capo della Ragioneria.
    • Inps: Pasquale Tridico è stato nominato Presidente.
    • Gavio: Confermati Gian Maria Gros-Pietro e Rubegni, rispettivamente nel ruolo di presidente e ad.

    PASSADORE: NUOVO PIANO, PIU PARTNER E PIU FILIALI
    Un nuovo piano industriale al 2021, con un focus sull’investimento in tecnologia e digitalizzazione, nuove filiali fisiche, con l’obiettivo di stringere delle partnership, in segmenti complementari a quelli tipici dell’attività bancaria tradizionale, dall’asset management all’investment banking. La banca intende rinnovarsi mantenendo la sua tradizionale identità bancaria focalizzata sul private banking. Il 2018 è stato un anno record, chiuso con un risultato netto di 16,7 milioni (+2%).

    TRUMP VENDE IL SUO GAS ALL’UE
    La guerra commerciale che cova tra Washington e Bruxelles ha trovato un antidoto nella volontà europea di aumentare i propri acquisti di gas naturale liquefatto dagli Stati Uniti. Donald Trump scommette molto sul gas naturale da scisti per spingere le esportazioni Usa di Gnl verso il Vecchio continente (primo cliente straniero) e ridurre in parte il deficit commerciale del suo paese.

    Powered by WordPress Web Design by SRS Solutions