Giuseppe Bernoni

    Blog del Dottor Giuseppe Bernoni

    Browsing Posts in News

    CORONAVIRUS NEWS
    LA FASE 3 ENTRA NEL VIVO
    È il 15 giugno, data cruciale della Fase 3. Ripartono eventi e congressi, i centri termali, le sale scommesse, i Bingo, fiere e sagre in tutta Italia. Oggi apriranno pure i centri estivi per bambini, ma soprattutto, dopo oltre tre mesi di buio, si rimette in moto finalmente anche il mondo dello spettacolo, con cinema e teatri che torneranno ad animarsi.
    Le limitazioni, però, in questo caso saranno stringenti: un massimo di 1.000 persone potrà assistere agli eventi all’aperto, mentre al chiuso il limite sarà di 200 spettatori.

    Riapertura Frontiere:
    • Quasi tutti i Paesi europei hanno accolto l’invito della Commissione europea a riaprire i confini interni contemporaneamente il 15 giugno. Niente più quarantena, né autocertificazioni, né limitazioni di sorta per chi va e viene da Francia, Germania, Belgio, Olanda, Lussemburgo, Repubblica Ceca, Polonia, Portogallo, Svizzera. L’Austria invece riapre i confini con l’Italia da domani. Anche la Grecia ha fatto cadere ogni restrizione. Solo la Spagna ha deciso di attendere un’altra settimana, da domenica 21 giugno.
    • Hanno già riaperto le frontiere i paesi dell’est Bulgaria, Croazia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Estonia, Slovacchia e Slovenia. Per gli italiani che volessero andare nel Regno Unito resta però l’obbligo di osservare i 14 giorni di quarantena.
    • La riapertura delle frontiere fa ripartire anche il traffico aereo con nuove regole. L’Italia si allinea a quelle europee e revoca l’obbligo di distanziamento a bordo sui voli ( quasi tutti) che hanno filtri Hepa che garantiscono la purificazione dell’aria. Resta solo l’obbligo di indossare la mascherina.

    APP. Immuni: da oggi l’applicazione è operativa in tutta Italia.

    Vaccino di Oxford:
    • Sviluppato dallo Jenner Institute-Università di Oxford consiste in un adenovirus (il virus del raffreddore degli scimpanzé) svuotato del suo patrimonio genetico, quindi privato della capacità di infettare, e riempito della proteina Spike sintetizzata, cioè prodotta chimicamente in laboratorio. La Spike è indispensabile per il Sars-CoV-2 in quanto gli permette di entrare nella cellula umana. Il vaccino ha la funzione di stimolare nell’organismo, attaccato dal Sars-CoV-2, la produzione di anticorpi contro la proteina e di prevenire la malattia.
    • Gli studi clinici di fase 1, sull’uomo, sono cominciati a marzo in Inghilterra per verificare se il vaccino è sicuro, cioè non ha effetti tossici. Si sono conclusi a maggio su un migliaio di volontari. I dati preliminari non sono stati pubblicati, ma sottoposti al controllo di un Comitato indipendente che si confronta con le agenzie regolatorie. Stanno per iniziare in contemporanea le fasi 2 e 3 su decine di migliaia di volontari. Ora bisogna avere la prova che il vaccino protegge dal coronavirus. Le dosi dei test sono state prodotte dall’Irbm di Pomezia.
    • L’azienda che si è assicurata l’esclusiva della produzione in base a un accordo con l’istituto Jenner, l’AstraZeneca, prevede di poter essere pronta con le prime dosi a fine settembre. Per raggiungere l’obiettivo si sta preparando a partire nelle varie sedi produttive in modo da garantire un’equa distribuzione in tutto il mondo. Sperando che per quel periodo le agenzie regolatorie avranno dato il via libera dopo aver valutato positivamente i dati degli studi clinici che riguardano la sicurezza (fase 1) e l’efficacia (fase 2 e 3). L’approvazione è attesa entro ottobre.
    • Poiché l’epidemia in Europa è in declino, gli studi sono stati allargati a Paesi ora più colpiti: Brasile, Stati Uniti e dopo Russia e Africa.
    • La campagna di vaccinazione verrà organizzata dal Ministero della Salute e sarà gratuita, un po’ come succede con il vaccino antiinfluenzale che viene offerto alla categorie a rischio (over 65 e malati cronici). Anche in questo caso dovrebbero avere la priorità gli operatori sanitari e le persone fragili. Il virus colpisce con maggiore severità gli anziani e i pazienti con altre patologie.
    • L’Italia assieme a Germania, Francia e Paesi Bassi ha appena raggiunto un accordo nell’ambito del programma Inclusive Vaccines Alliance europea per una fornitura di questo vaccino, 400 milioni di dosi circa. La distribuzione ai Governi inizierà a partire dalla fine del 2020. È verosimile che le prime inoculazioni non potranno avvenire prima dell’inizio del prossimo anno in base a un piano vaccinale del Ministero della Salute che ancora non è stato fatto. Non si prevede che il vaccino sia venduto in farmacia, almeno finché ci sarà la pandemia.
    • Per agevolare la messa a punto di un vaccino anti Sars-CoV-2 le agenzie regolatorie mondiali hanno autorizzato procedure più snelle e rapide. Normalmente un programma di studi clinici richiede 2-3 anni di tempo, in questo caso basterebbero 9 mesi se davvero a settembre si avrà il via libera. La velocità non è però andata a discapito della sicurezza. Gli investimenti sono stati imponenti anche sul piano delle risorse umane messe in campo per fare in modo di svolgere in parallelo più programmi senza seguire la tempistica.

    Perché gli antibiotici hanno perso forza?: ne usiamo troppi (anche senza prescrizione del medico), pesano le infezioni ospedaliere e gli allevamenti intensivi- in italia la resistenza alle terapie fa 10.000 morti l’anno.

    Malpensa : torna operativo oggi il Terminal 1 e chiude il Terminal 2, unica infrastruttura aeroportuale della Lombardia rimasta in attività dal 16 marzo, a seguito dell’emergenza sanitaria Covid-19. Lo spostamento al Terminal 1 – precisa la società di gestione Sea – si rende necessario a seguito dell’aumento dei voli offerti dalle compagnie aeree.. L’attuale numero dei passeggeri, previsti in crescita nelle prossime settimane, non rende più idonei gli spazi interni al Terminal 2 per garantire un’efficace applicazione delle norme di sicurezza che prevedono il distanziamento sociale di almeno un metro fra i passeggeri.

    Traffico: lenta ripresa del traffico lungo le tangenziali milanesi. Se nella prima settimana di giugno, il trasporto merci è tornato a coprire circa i tre quarti dello stesso periodo dell’anno scorso, le automobili sono ancora il 40% in meno. Per settembre si prevede una stabilizzazione tra il 15 e il 20 per cento in meno causa crisi economica e ricorso allo smart working. Intanto da oggi riparte il pagamento dell’Area C, mentre rimane sospeso quello dell’ Area B.

    Monopattini_ soprattutto quelli elettrici che troviamo per strada e che possiamo condividere grazie agli smartphone, sono per molti versi una rivoluzione: veloci, efficaci nei ridotti tratti cittadini, ecologici grazie al motore elettrico, capaci di saltare file e traffico, di muoversi su strada e su marciapiede. Appunto: farsi prendere la mano è facile e pericoloso. Si chiama micro-mobilità. Ma i danni possono essere macro. Come è capitato in questi giorni con la prima vittima. L’importante è rispettare i limiti di velocità; gli under 14 non essere utilizzati da under14, il casco, .iIl percorso per legge deve essere la strada a scorrimento lento (sulle altre l’uso è ammesso solo sulla pista ciclabile).

    L’ immobile Italia dei veti che rifiuta le decisioni ( Panebianco): Il Governo deve usare la finestra di opportunità che si è aperta per riformare la pubblica amministrazione e la giustizia, rimettere in moto l’Italia delle infrastrutture, rimuovere gli ostacoli che impediscono un rapido ed efficace, impiego dei soldi pubblici, ristrutturare la sanità, investire in istruzione. Insomma, si chiede al governo di darsi delle priorità, decidere, colpire gli interessi, grandi e piccoli, che, da tanto tempo, funzionano come un «tappo» che blocca e comprime le forze vitali del Paese.
    Non si considera che l’Italia è una Repubblica fondata non sul lavoro, ma sul potere di veto. C’è sempre stata coerenza o sintonia fra l’esigenza di certe categorie professionali (per esempio, impiegati e funzionari pubblici) di non subire interventi del governo lesivi dei loro interessi e un assetto istituzionale fondato sulla dispersione anziché sulla concentrazione del potere di Governo. Un tale assetto assicura la presenza di un gran numero di poteri di veto, assicura che qualunque iniziativa del Governo potenzialmente lesiva degli interessi di categorie professionali dotate di una qualche rilevanza si scontrerà (dentro e fuori l’amministrazione, dentro e fuori il Parlamento, dentro e fuori la magistrature amministrativa e ordinaria ) con veti diffusi ed efficaci e, quasi certamente, ne uscirà sconfitta.

    Luciano Fontana (Direttore Corriere): le delusioni che abbiamo avuto, e continuiamo ad avere, ci danno poche speranze che finalmente si imbocchi una strada diversa. In questi mesi abbiamo seguito disciplinatamente le indicazioni del Governo, abbiamo sofferto per i nostri malati e i nostri morti, abbiamo guardato con preoccupazione a cosa stava accadendo alla nostra economia: aziende ferme, milioni di lavoratori in cassa integrazione, tantissimi altri senza niente. Nessuno può pensare, tanto meno chi guida il Paese, che dopo un’esperienza del genere tutto possa tornare al mondo precedente: con una politica illusoria, fatta di proclami e propaganda, di progetti declamati per conquistare consenso e mai realizzati. Credo che ogni governante minimamente interessato al destino del Paese sappia quali sono le priorità: investimenti produttivi, tasse giuste ma pagate da tutti, interventi eccezionali per la ricerca e la sanità, innovazione tecnologica, innalzamento della qualità dell’istruzione e lotta dura alla burocrazia. Un piano che definisca le priorità ma soprattutto pronto a essere realizzato. Quello che ci manca non è la lista dei progetti: portarli a compimento in tempi ragionevoli è la vera sfida.   

    Mascherine: A Genova sarà obbligatorio portarla con sé, ma da indossare solo se si sta a meno di due metri di distanza da qualcuno. In Veneto il Governatore è convinto che «se il virus circola adesso così poco vuol dire che qualcosa è accaduto».
    I Governatori sono prudenti. I dispositivi di protezione «hanno evitato 78mila contagi», ricorda il Presidente lombardo e per questo l’obbligo di indossarla anche nei luoghi pubblici viene esteso al 30 giugno.

    STATI GENERALI DELL’ECONOMIA

    Oggi è il giorno di Vittorio Colao e della sua task force, ma anche l’inizio del confronto fra Governo e Sindacati.

    In un messaggio rivolto al nostro Governo ieri la Presidente del Fondo Monetario Internazionale, ha suggerito questa ricetta per uscire dall’emergenza economica: «Per come la vedo io, ci sono cinque aree che l’Italia dovrebbe affrontare. In primo luogo, ridurre la burocrazia nella pubblica amministrazione. Secondo, l’efficienza degli investimenti. Terzo, la riforma fiscale e la riscossione delle imposte per una ripresa più inclusiva ed equa. Quarto, l’agevolazione normativa per migliorare la competitività. Quinto, le disparità regionali».

    Un invito, quello del Fondo monetario, che si associa alle analisi del primo giorno fatte sia dalla Presidente della Commissione Ue, sia dalla Presidente della Bce: entrambe hanno individuato nella nostra burocrazia uno dei punti dolenti della bassa produttività italiana.

    Fra i 9 punti del piano di Conte, che sarà oggetto di confronto, la creazione di un rete nazionale in fibra ottica, il 5G, la riforma della giustizia civile e penale, il lancio di nuovi incentivi per Industria 4.0, l’estensione dell’Alta velocità ferroviaria al Sud, un Piano straordinario di comunicazione per rilanciare l’immagine del Paese.

    NOTIZIE PROFESSIONALI

    Agenzia delle entrate-Riscossione; riparte da lunedì 15 giugno con la graduale riapertura al pubblico degli sportelli presenti sul territorio. L’ingresso agli uffici dell’Agenzia potrà avvenire solo tramite appuntamento che i contribuenti interessati potranno fissare utilizzando il servizio «Prenota ticket».
    I lavoratori dell’Agenzia delle entrate possono continuare a lavorare da remoto, anche in luoghi che non siano la propria residenza. È sufficiente che comunichino al datore di lavoro dove si trovino ai fini della tutela assicurativa, prediligendo dunque il lavoro agile.

    NOTIZIE ECONOMICO-FINANZIARIE

    Bper: Il Consiglio di Amministrazione avrebbe dato semaforo verde a rilevare tra 530 e 550 sportelli di Ubi e anche all’aumento di capitale da 600-700 milioni per finanziare l’operazione. È la condizione per il successo dell’offerta pubblica di scambio (Ops) di Intesa Sanpaolo su Ubi, dopo i rilievi dell’Antitrust dello scorso 8 giugno.

    Contributi a fondo perduto; da oggi, 15 giugno commercianti, artigiani e piccoli imprenditori con ricavi annuali fino a 5 milioni di euro potranno richiedere i contributi a fondo perduto introdotti dal decreto Rilancio. A beneficiare del contributo potrà essere chi ha subito un calo del fatturato nel mese di aprile 2020 rispetto allo stesso mese dell’anno precedente di almeno un terzo. Conviene affrettarsi. I fondi ammontano a 6,2 miliardi di euro e poiché l’Agenzia eroga il fondo via via che le aziende inseriscono le domande, in caso di esaurimento fondi è facile supporre che ci sarà uno stop ai rimborsi.

    Porta Vittoria Milano, ripartono i cantieri per il recupero delle aree dell’ex scalo ferroviario di Porta Vittoria; che si estendono tra viale Umbria, via Monte Ortigara e viale Molise. L’intervento metterà a disposizione della città una nuova area verde che si estenderà per circa 40.000 metri quadrati in continuità con i giardini di Largo Marinai d’Italia (Parco Vittorio Formentano). L’opera rientra tra gli interventi di urbanizzazione previsti dal Pii, che prevede anche la realizzazione di edifici a destinazione residenziale e direzionale, nonché di strutture ricettive e commerciali

    Unicredit-Sace:: ha erogato un finanziamento di 15 milioni di euro a favore di Emak. L’importo è stato garantito in poche ore da Sace nell’ambito del programma Garanzia Italia. Le risorse provenienti dall’operazione, strutturata con una durata di 60 mesi, saranno utilizzate per il sostegno al piano di investimenti, al capitale circolante e ai costi del personale.

    Intesa Sanpaolo: ha superato la soglia dei 110 mila finanziamenti fino a 25 mila euro già erogati e ha rapidamente incrementato le erogazioni alle imprese nell’arco di pochi giorni, anticipando in gran parte il credito rispetto alla garanzia del Fondo centrale: lo ha spiegato Stefano Barrese, responsabile della divisione Banca dei territori di Intesa Sanpaolo…

    Cassazione : Nell’affitto di azienda, analogamente a quanto avviene nelle locazioni commerciali, ma diversamente da quanto è previsto in quelle abitative, le parti possono pattuire liberamente la ripartizione degli oneri di manutenzione dell’immobile. La disposizione di cui all’art. 1621 c.c., dettata in materia di affitto, in sintonia con quanto previsto più in generale dagli articoli 1575 e 1576 c.c., nell’addossare al locatore le riparazioni di maggiore rilevanza, può infatti essere derogata dalle parti nel contratto.

    Mondo del lavoro: il Coronavirus cambierà il mondo del lavoro e avrà un forte impatto sui livelli occupazionali. Ad aprile, secondo i dati Istat, gli occupati sono calati di 274 mila unità rispetto a marzo. E il trend non sarà solo su scala nazionale; basti pensare che negli Stati uniti il tasso di occupazione è sceso dopo 113 mesi consecutivi e nelle prime sei settimane di lockdown sono stati bruciati circa 30 milioni di posti di lavoro. La pandemia, inoltre, ha modificato le abitudini delle persone, con un’accelerazione del ricorso al lavoro da remoto. Per cercare di mantenere il posto di lavoro, quindi, sarà necessario implementare le proprie competenze soprattutto nel campo tecnologico-digitale. I cambiamenti in atto tuttavia, oltre a impattare sui lavoratori, hanno cambiato l’operato delle società di consulenza nell’ambito delle risorse umane, con progetti di riqualificazione professionale e di outplacement che sono diventati di primaria importanza proprio per supportare nel processo di ricerca di un nuovo posto la grande quantità di lavoratori che usciranno dal mercato.

    IMU: martedì 16 scatta l’appuntamento con la prima rata dell’Imu 2020. La novità è che la Tasi, dove prevista, non esiste più come imposta autonoma ma è assorbita dall’Imu. Il calcolo è comunque facile: basta sommare il costo complessivo dei due tributi e pagare come acconto la metà, usando i soli codici Imu. Il tributo è dovuto per tutti gli immobili diversi dall’abitazione principale non di lusso (sono di lusso le case accatastate come A1, A8 o A9). Si può pagare con il modello F24, con bollettino postale e i sistemi di PagoPA. L’Imu non è dovuta se il tributo annuo è inferiore a 12 euro.

    Ranking delle Università:. le Università italiane guadagnano posizioni nel Qs World University Rankings, la classifica universitaria globale più consultata al mondo.Il famoso ranking, pubblicato i giorni scorsi da QS Quacquarelli Symonds, in questa edizione include 36 università italiane, due in più rispetto alla precedente. Il Politecnico di Milano (137°) guadagna 12 posizioni e si conferma per il sesto anno consecutivo la prima università italiana ottenendo il proprio risultato migliore e il secondo miglior risultato nazionale di tutte le edizioni. Con 36 università classificate, l’Italia è il settimo paese più rappresentato al mondo in questa edizione e il terzo dell’Unione europea, dopo il Regno Unito (86) e la Germania (45) e prima di Francia (28) e Spagna (26).
    Dopo il Politecnico di Milano (137), l’università di Bologna sale al 160° posto, un salto in avanti di 17 posizioni, mentre La Sapienza di Roma scala 32 posizioni e rientra di nuovo tra le top 200, conquistando il 171° posto.
    Il Politecnico di Torino, invece, avanza di ben 40 posizioni, e ora occupa il 308° posto. Sedici università italiane mantengono invariata la propria posizione rispetto all’anno passato, 13 università invece salgono in classifica, tre scendono e quattro sono new entry come l’università Vita-Salute San Raffaele che debutta al 392° posto, un risultato importante per una giovane università, la Libera università di Bolzano (601-650), l’università della Calabria e l’università Politecnica delle Marche (801-1.000).

    Università Bocconi: scala nuove posizioni nelle classifiche globali. Il «Financial Times» pubblica oggi il ranking Global Master in Finance all’interno del quale la laurea magistrale in finanza dell’Ateneo milanese risulta la settima migliore al mondo. In questa speciale graduatoria la Bocconi, unica italiana presente, supera il Mit di Boston sceso all’ottavo posto. Mentre le prime cinque posizioni vanno tutte ai francesi. Tra i criteri considerati, la presenza femminile: al master di via Sarfatti raggiunge il 38%

    Autorità di Informazione Finanziaria-arriva una donna: il Papa ha scelto una donna nel Consiglio direttivo dell’Autorità di Informazione Finanziaria. Si tratta di Antonella Sciarrone Alibrandi, Pro-Rettore Vicario dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

    NEL MONDO

    Italia e Spazio:. Nella notte tra il 18 e il 19 giugno il razzo Vega di Avio tornerà a volare dalla base europea di Kourou nella Guyana francese uscendo dal lockdown che tutto ha bloccato a terra e in orbita. E Vega è il primo lancio Covid-free attentamente preparato in queste settimane cercando di emergere dalla forzata paralisi. Il vettore costruito da Avio trasporterà tecnologie di 21 clienti di 13 nazioni diverse.

    Cina: registrato un nuovo focolaio in un mercato di Pechino.

    Bangladesh: ieri ci sono stati 3.141 nuovi casi e 32 decessi, per totali 87.520 contagi e 1.171 morti.

    India: ha superato il tetto di 300 mila infetti, la quarta nella classifica dopo Usa, Brasile e Russia. L’impennata è coincisa con la riapertura, di centri commerciali, luoghi di preghiera e ristoranti.

    Francia: gli asili, le scuole elementari e le medie si prepareranno ad accogliere, a partire dal 22 giugno, tutti gli allievi in maniera obbligatoria, e secondo le regole di presenza normale.

    Brasile ha superato la Gran Bretagna. Adesso è il secondo paese al mondo, dietro agli Stati Uniti, per numero di morti e contagi da Covid 19..

    CORONAVIRUS
    IN ATTESA DEGLI STATI GENERALI DELL’ECONOMIA

    Torna a scendere il numero dei contagiati in un giorno. Sono 202 in più rispetto a martedì per una crescita del contagio dello 0,1%. I deceduti sono 71, martedì ne erano stati registrati 79, in terapia intensiva ci sono 249 persone, meno 14.

    È in Lombardia la metà dei nuovi casi italiani (99) ma il dato è in forte diminuzione rispetto a martedì, quando erano 192. I 99 nuovi casi sono stati trovati processando 9.305 tamponi, con un rapporto tra test effettuati e casi positivi che scende drasticamente: è dell’1,1%, il giorno precedente era quasi del 2 per cento.

    In sette regioni, invece, non si sono registrati nuovi casi: Puglia, Trentino-Alto Adige, Abruzzo, Sardegna, Valle d’Aosta, Calabria e Basilicata.

    A Roma nei giorni scorsi è scoppiato un focolaio, subito contenuto, al San Raffaele Pisana.
    Il caso di Roma fa dunque capire che ci aspetta una lunga fase di convivenza con il virus. Per questo occorre stare attenti.

    Mentre riprendono gli spostamenti fra diversi Paesi europei, sono fermi quelli da e verso Stati non Ue.

    Malpensa: raggiunta la soglia fissata di tremila passeggeri, Malpensa riapre in anticipo il terminal 1 (da lunedì) e trasloca dal T2, unica stazione aeroportuale lombarda rimasto attiva durante il lockdown. Ma i numeri restano choc, con il 96% di presenze in meno in aeroporto rispetto al periodo pre-Covid. E tra quattro giorni, con il ritorno alle operazioni di Easyjet, dovrebbe più che raddoppiare. Manca soltanto il via libera dell’Ente nazionale per l’aviazione civile (Enac).

    Giustizia: :è ufficiale: la giustizia riapre il 30 giugno. Salvo ripensamenti, o addirittura tentativi di anticipare i tempi, da parte del Governo.

    Gli altri malati del coronavirus:
    • c’è un danno indiretto imposto dal coronavirus ai pazienti di tumore. Tre mesi senza screening per quelli che non sapevano di averlo, tre mesi senza controlli per quelli che invece, dopo aver conosciuto la diagnosi e avviato un percorso terapeutico, sono stati privati del cosiddetto follow up, cioè dei controlli periodici necessari per verificare gli effetti della cura.
    • Secondo l’associazione dei medici oncologi, 230 mila persone hanno subito questo oltraggio. Il virus non si è limitato a colpire infettando circa 236 mila italiani e uccidendone 34mila (finora). L’epidemia va allargata ai 10 milioni di cittadini con patologie oncologiche e cardiovascolari che hanno dovuto rinunciare a una «presa in carico» tempestiva da parte della sanità pubblica.
    • C’è il rischio che il rinvio possa compromettere l’efficacia delle terapie e allontanare la guarigione tanto più che adesso c’è il problema delle liste di attesa ingolfate. L’attività cosiddetta ordinaria negli ospedali è difficile. Ed è tutt’altro che ordinaria.

    Asili: estate senza asilo. E a settembre chissà, con le prospettive attuali ben più di una struttura privata su due, messa in ginocchio dalla pandemia e senza aiuti, chiuderà i battenti. I più piccoli sono rimasti i grandi dimenticati: un milione e 400 mila under 3, quasi 200mila frequentanti i nidi prima della pandemia. Apriranno per loro i centri estivi, in extremis e in ritardo, Le famiglie premono, le strutture non sanno che futuro avranno. Per ora è nero. Un blackout che rischia di mettere in seria difficoltà i nidi pubblici (secondo l’Istat, coprono il 51%) del settore, i privati sono al tappeto..

    Discoteche: anche alle discoteche tocca ripartire. Sembrava un miraggio: i gestori si erano rassegnati a un’estate in bianco. Il prossimo Dpcm socchiuderà le porte anche dei club notturni. A Milano si comincia domani in forma statica. Chi può apre (intanto) in formato bar o ristorante. Poi da settimana prossima si dovrebbe aprire l’orizzonte più danzereccio. La logistica costringerà a volare bassi e a puntare sull’esterno.

    STATI GENERALI DELL’ECONOMIA

    • Il primo giorno, sabato, sarà dedicato agli interventi internazionali: dovrebbero collegarsi in videoconferenza la Presidente della Banca Mondiale, Kristalina Georgieva, la Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, il Presidente del Parlamento Ue David Sassoli e anche se resta un margine di incertezza la Presidente della Bce, Christine Lagarde. Subito dopo dovrebbe intervenire il Governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco.
    • Gli Stati generali dell’economia dureranno dieci giorni e si concluderanno domenica 21 giugno.
    • Lunedì sarà la volta delle parti sociali, intese come i sindacati ed il giorno dopo toccherebbe a Confindustria e alle altre associazioni di imprese.
    • Al momento non sono previsti giornalisti e i lavori si dovrebbero svolgere a porte chiuse, forse senza nemmeno una diretta dell’evento. Toccherebbe poi al presidente del Consiglio Giuseppe Conte riassumere quanto fatto in una conferenza stampa al termine dei lavori.
    • Vittorio Colao, che ha presieduto la task force ed ha presentato al Governo decine di proposte per il rilancio dell’economia, sarà presente all’inizio della prossima settimana, insieme ad una delegazione del suo gruppo.
    • Sarebbero previsti anche gli amministratori delegati o i presidenti delle principali realtà industriali o finanziarie italiane, oltre che delle partecipate più grandi, come Eni, Enel, Leonardo e Fincantieri.
    • Si è chiarito invece che non sarà presente Mario Draghi. A quanto ci risulta non sarebbe stato invitato, ma in ogni caso per i ruoli che ha ricoperto e per la scelta di riservatezza istituzionale che ha fatto da quando ha lasciato la Bce, non avrebbe accettato.
    • Ci saranno poi alcune eccellenze italiane, del mondo dell’impresa, si è ventilata la presenza di Oscar Farinetti, degli architetti Renzo Piano e Massimiliano Fuksas, economisti di fama, manager.
    • Non è ancora chiaro cosa verrà trasmesso e cosa resterà a porte chiuse, a dimostrazione del fatto che la macchina di Palazzo Chigi deve definire ancora parecchie cose. Il pomeriggio di sabato dovrebbe invece essere dedicato ad un dibattito moderato dalla professoressa di Harvard Raffaella Sadun: dovrebbero partecipare due economisti francesi, Olivier Jean Blanchard ed Esther Duflo, che l’anno scorso ha vinto il premio Nobel per l’economia.
    • Lascerà Villa Pamphili dopo dieci giorni e con un «piano concreto» da portare a Bruxelles. Per dimostrare che l’Italia «farà sul serio» e che i miliardi destinati al nostro Paese saranno ben spesi. Ma soprattutto, quel piano diventerà il vademecum delle riforme sulle quali costruire la futura azione di governo. E iniziare a «correre».

    NOTIZIE ECONOMICO-PROFESSIONAILI

    Federal Reserve: ha annunciato tassi invariati per il periodo 2020-2022. La banca centrale continuerà a supportare l’economia, a mantenere i tassi ai minimi attuali, intervenendo eventualmente sulla ripidità della curva. La Fed prevede una contrazione per l’economia USA del 6,5% nel 2020, per poi recuperare il 5,0% nel 2021 ed il 3,5% nel 2022. Il tasso di disoccupazione dovrebbe fissarsi al 9,3% nel 2020, per scendere al 6,5% l’anno successivo e al 5,5% nel 2022. La Fed non esclude il rischio di una seconda ondata di contagi nella parte finale dell’anno.

    Borse
    - Wall Street: ha chiuso la seduta contrastata di mercolediì 10 giugno, dopo che la Federal Reserve ha lasciato i tassi di interesse invariati, tra lo 0 e lo 0,25%, e ha escluso di alzarli fino alla fine del 2022. Ha deluso le attese degli investitori il Presidente della banca centrale che ha evitato di fornire nuove indicazioni sulle prossime mosse della banca centrale, limitandosi a sottolineare l’alto grado di incertezza presente nell’economia e come il suo istituto sia pronto ad utilizzare tutti gli strumenti a sua disposizione per fornire supporto.

    - I messaggi arrivati dalla Federal Reserve sui tempi lunghi della ripresa economica e la preoccupazione per una seconda ondata di contagi da Covid-19 negli Stati Uniti, dove i casi hanno superato quota 2 milioni, nonche’ la situazione della pandemia in Sudamerica portano a nuove vendite in avvio sui mercati azionari europei

    Banca Mondiale : a causa della pandemia, l’economia mondiale va verso la peggiore recessione dal secondo dopoguerra. A lanciare l’allarme è la Banca Mondiale secondo cui a pagare il prezzo più alto della crisi saranno i paesi emergenti.

    Recovery Fund: si torna a parlare in vista del prossimo summit del 18 giugno e il governo Conte sente l’urgenza di mostrare agli altri Paesi la volontà dell’Italia di affrontare i temi chiave per far ripartire l’economia domestica.

    BCE: starebbe ideando una bad bank che si farebbe carico dei non performing loans “pandemici”, con l’eventuale garanzia dell’ESM. E’ tuttavia immaginabile che, similmente ad una proposta analoga emersa in aprile, anche questa iniziativa troverebbe l’opposizione dei “rigoristi” nord europei.

    Schabel – Comitato Esecutivo: la Banca centrale europea è aperta a “sperimentare innovazioni come le valute digitali, ma non c’è alcuna intenzione di abbandonare i contanti. Il contante resta molto popolare nell’area euro – ha aggiunto – con alcune differenze tra Paesi”.

    Phillip Lane (capo economista) : “pronti a tutto per rilanciare l’economia; la Banca centrale europea è la risposta comune:, è àncora di stabilità per gli Stati dell’area euro colpiti dalla pandemia. La Bce è l’unica banca al mondo con due QE in corso: il programma di acquisti di attività Paa, tradizionale e senza scadenza, «per far convergere l’inflazione verso l’obiettivo della politica monetaria», e il programma Pepp, d’emergenza e temporaneo, «per affrontare il fortissimo shock senza precedenti della pandemia» e «stabilizzare i mercati finanziari».

    Petrolio: prezzi sotto pressione dopo che i dati settimanali sulle scorte in USA hanno mostrato un’accelerazione, che ha portato a un nuovo record. Il Brent, il benchmark internazionale, è sceso del 3,4% a 40,33 dollari, mentre il WTI ha fatto ancora peggio, -3,9% a 38,05 dollari.

    Apple : continuano a salire a Wall Street, le quotazioni dei titoli dei colossi hi tech. Tra questi, Apple è diventata da ieri la prima società del listino di Wall Street con una capitalizzazione di mercato di oltre 1.530 miliardi di dollari.

    Accordo tra Amazon e Goldman Sachs: per il credito alle Pmi basate negli Stati Uniti. Secondo Cnbc gli imprenditori che utilizzano la piattaforma del colosso tech per le vendite online riceveranno inviti dalla banca retail di Goldman Sachs, Marcus, con linee di credito fino a 1 milione di dollari.

    Macdonald e la fase 2: come un vero ristorante. per assicurare il massimo della comodità e della sicurezza dei suoi clienti, introduce la prenotazione del tavolo, sia per l’asporto, sia per mangiare in sala. Entro fine giugno sarà resa disponibile una app che darà la possibilità di prenotare, mentre è già in test in 150 ristoranti la app per prenotare l’asporto». La seconda «leva» del cambiamento riguarda la gestione delle risorse umane: la pandemia ha costretto quasi tutti a un lavoro da remoto e accelerato l’introduzione dello smart working in Italia.

    Voluntary disclosure (Min. Economia) Il cantiere del fisco si è rimesso in moto. Nella miriade di proposte, più o meno fattibili, degli ultimi giorni l’unico ancoraggio di concretezza sembra essere quello delle tasse. Aliquote, detrazioni e bonus sono al centro del dibattito, anche se ci sono alcuni ritardi. Nessun condono, ma sì alla voluntary disclosure. legata all’utilizzo delle somme rimpatriate in investimenti per far ripartire il Paese. Per avere liquidità in tempi stretti potrebbe essere costretto a ricorrere ancora una volta a nuovo deficit. Si parla di 8 o 10 miliardi. da approvare forse già la prossima settimana per portare la richiesta in Parlamento entro fine mese. Risorse che dovrebbero andare ad alimentare il fondo di garanzia sui prestiti, che riceve richieste a ritmo esponenziale. Ma anche a garantire la cassa integrazione finché ci sarà bisogno e a sostenere i Comuni, per evitare il rischio dissesto.

    Snam S.p.A. (rating Baa2 per Moody’s, BBB+ per S&P e BBB+ per Fitch)
    1. ha concluso con successo l’emissione del suo primo Transition Bond, i cui proventi verranno utilizzati per finanziare progetti nella transizione energetica, Importo: 500 milioni di euro; Scadenza: 17 giugno 2030; Cedola annua del 0,75% con un prezzo re-offer di 99,856% (corrispondente ad uno spread di 80 punti base sul mid swap di riferimento).
    2. Ha firmato con Gemma e Fen Energia i contratti per acquisire, il 70% di due società attive nel settore dell’efficienza energetica in Italia, Mieci Spa ed Evolve srl, tra i principali operatori nazionali nei servizi energetici e tecnologici per enti pubblici e clienti privati. Valore : 50 milioni di euro.

    Private Equity e sport. Il sodalizio si fortifica. Mentre il private equity Cvc è impegnato nella trattativa per acquisire i diritti tv della Serie A (che potrebbe concludersi a fine mese), Kkr fa la sua mossa nel rugby. Un terreno su cui anche Cvc sta giocando la sua partita per entrare in possesso del 15% del Sei Nazioni, dopo aver comprato il 28% del Pro14. In particolare, il private equity newyorkese,, tramite il suo braccio australiano, è in trattative per entrare nel Rugby Australia, l’organismo di governo del rugby a 15 e di quello a 7 del paese, per una quota il cui valore potrebbe aggirarsi intorno ai 300 milioni..

    Calcio europeo 2018-2019: ha generato ricavi per 28,9 miliardi di euro. La crescita è stata trainata dai “big five” dei campionati europei, che hanno generato un fatturato record di 17 miliardi nella stagione 2018/19, in aumento del 9% rispetto all’anno precedente, grazie anche a ulteriori 700 milioni di euro distribuiti dalla UEFA. Oltre ai campionati di calcio europei “big five”, la Premier League russa (RPL) ha mantenuto la sua posizione di sesta lega di calcio più ricca, nonostante un calo delle entrate di 61 milioni di euro (8%)..

    Vespa: i tedeschi l’amano sempre:. Nei giorni scorsi, sulla A1 vicino Bologna, la polizia stradale ha fermato un camion che trasportava 17 Vespa d’epoca con documenti contraffatti. Erano dirette in Germania dove il prezzo sarebbe raddoppiato. Il contrabbando prova una passione che dura da decenni. L’anno scorso le vendite sono aumentate del 6,5%, per un totale di 112 mila unità.

    Intesa Sanpaolo ha superato la soglia dei 100 mila finanziamenti fino a 25 mila euro erogati, per un ammontare complessivo superiore a 2 miliardi di euro, in gran parte anticipati rispetto al ricevimento della garanzia da parte del Fondo centrale.

    Arbitrato fiscale europeo: un nuovo strumento a disposizione delle aziende e dei cittadini per risolvere le controversie fiscali intracomunitarie. Grazie al recepimento della direttiva n. 2017/1852/UE (cd Direttiva Drm – Dispute resolution mechanism), il nuovo meccanismo punta a garantire maggiore tutela e certezza del diritto ai contribuenti, anche grazie alla possibilità di attivare un arbitrato internazionale, nel caso in cui le amministrazioni non trovino una soluzione nei tempi dettati dalla direttiva.

    Erogazioni a sostegno della liquidita
    - Record di erogazioni con il sostegno pubblico, tra 25mila euro alle Pmi e interventi con la garanzia Sace. Ma lo Stato dovrà trovare i fondi per coprire i prestiti che non saranno rimborsati.

    - Nell’aggiornamento mensile sulle statistiche bancarie nazionali, la Banca d’Italia indica che i prestiti alle società sono aumentati di 5,9 miliardi di euro ad aprile dopo i 16,1 miliardi di aumento di marzo. Sono 22 miliardi di prestiti in più in due mesi.

    - I dati della “Task Force” per la liquidità costituita dai ministeri dell’Economia, dello Sviluppo economico, Banca d’Italia, Associazione bancaria italiana, Mediocredito Centrale e Sace confermano che il sistema di garanzie funziona. “Garanzia Italia” di Sace ha garantito 152 milioni di euro di prestiti a imprese di dimensioni medio-grandi.

    - Per i 25mila euro di emergenza garantiti al 100% pensati per gli artigiani e le piccole imprese sono arrivate poco meno di 256mila domande e sono stati deliberati finanziamenti da 5,4 miliardi di euro complessivi garantiti dal Mediocredito. È stato accolto anche l’80% delle domande di moratoria per mutui e prestiti, che riguardano crediti per un totale di 240 miliardi di euro. Soltanto l’1% è stato respinto, il resto è ancora allo studio da parte degli istituti di credito.

    - L’Abi ha rivendicato lo sforzo compiuto dalle banche, calcolando che fra moratorie e anticipi di nuova liquidità l’impegno complessivo riguarda crediti per 300 miliardi di euro. Merito anche della Vigilanza della Banca centrale europea, che per l’emergenza ha alleggerito i requisiti patrimoniali che frenano il credito verso le imprese. Il salvagente liquidità è arrivato e continua ad arrivare a molte imprese.

    - Nei prossimi mesi sarà necessario però organizzare anche un sistema che salvi il salvagente. Perché è evidente che, in più di qualche caso, le imprese non saranno in grado di rimborsare i prestiti e la garanzia statale a un certo punto passerà dall’essere un impegno “teorico” dello Stato a una spesa concreta.

    I droni e le guerre ( Cina):: nel continente africano si moltiplicano i modelli che solcano i cieli: consentono di subire meno vittime e possono essere impiegati in missioni rischiose. Pechino leader nelle forniture . Ha fatto breccia in Egitto e in Nigeria, come in Etiopia e nello Zambia. “Seduce” ora il Kenya.

    Generali – AXA : si è riaperto in queste settimane, dopo lo standby dovuto al Covi, il dossier di acquisizione delle attività in Malesia di AXA da parte di Generali. In vendita ci sono le attività vita e generali di Axa e AFfin Bank. L’operazione potrebbe valere circa 650 milioni di dollari.
    -
    Che cos’è il business felice? Puntare alla felicità sul lavoro può sembrare un’utopia. Ma le aziende che oggi vogliono fare la differenza debbono avere obiettivi che sembrino quasi irraggiungibili, un po’ utopistici, e per ottenerli è fondamentale la felicità di chi partecipa al progetto . La principale caratteristica del business felice è la consapevolezza. Essere felice non significa essere perennemente contento. Sono moltissime le emozioni negative che proviamo: l’incertezza, la paura, la rabbia, anche l’odio. Queste sensazioni devono essere affrontate, elaborate senza rimuoverle ma con una consapevolezza che ci fa essere contenti di sentirci arrabbiati o preoccupati perché in talune situazioni è giusto, è normale. Come misurare il grado di felicità sul lavoro? Mappando tutti i fattori, ad esempio se esiste una sufficiente motivazione, se si percepisce come sfida quanto si sta facendo, poi c’è da valutare l’ambiente, che dev’essere stimolante e non oppressivo, i rapporti coi colleghi- dev’essere possibile esprimere idee e critiche costruttive con la garanzia di essere ascoltati, inoltre la retribuzione dev’essere adeguata alle responsabilità, e così via

    Idrogeno: entra con forza nella svolta verde della Germania con uno stanziamento di 9 miliardi di euro. Berlino unta ad alimentare per questa via il 10% della propria produzione di elettricità. In finanziamenti serviranno a dare attuazione alla “ Strategia nazionale per l’idrogeno” approvata dal Governo, con l’ambizione di fare del Paese il leader mondiale nell’utilizzo del combustibile ( 7 miliardi per lo sviluppo di tecnologie e 2 per partnership internazionali).

    CORONAVIRUS
    ANCHE L’EUROPA RIAPRE GRADUALMENTE I CONFINI

    Grecia e Austria.
    • Dal prossimo lunedì la Grecia toglierà in maniera graduale le limitazioni.
    • Dal 15 giugno, dati epidemiologici permettendo, anche la Slovenia aprirà le frontiere agli italiani: senza più quarantena o altre restrizioni.
    • Nella vicina Croazia, invece, è già possibile entrare dal 29 maggio: l’unica condizione, per il turista italiano, è presentarsi alla frontiera munito della prenotazione in albergo o in altra struttura.
    • Anche l’Austria, all’alba del 16 giugno, cioè martedì prossimo, riaprirà il confine con l’Italia e tornerà così la libera circolazione al passo del Brennero.

    Perché la curva dei casi continua a calare più lentamente?
    • La regione è un caso che assomma una serie di circostanze: un buon numero di “vecchi” malati (nel senso che hanno preso la malattia da molto tempo) con diagnosi nuova, paga i numeri record iniziali, la vastità abitativa della regione, il problema dei 15mila in isolamento, il perdurare di focolai domestici spesso generati dalla difficoltà di isolare la persona ancora positiva in casa.
    • Le oscillazioni quotidiane dei bollettini ufficiali poi dipendono, come ormai abbiamo capito, dalla capacità di smaltirei tamponi dei laboratori.
    • Infine, un pronostico: quanto ci vorrà per spegnere l’epidemia? Considerando la media di riduzione di casi intorno ai 500 alla settimana nell’ultimo mese, si stima che fra una ventina di giorni anche la Lombardia potrebbe avvicinarsi ai numeri minimi e le Terapie intensive potrebbero svuotarsi entro fine mese dai malati di Covid-19.

    Europa – Graziano Delrio: “occorrono progetti di medio e lungo respiro. Anche perché è l’unico modo per intercettare i fondi europei. Non è vero che questi soldi arriveranno a prescindere. Arriveranno solo se avremo fatto programmi seri. Ci vuole quindi un progetto basato sui dati e non sulle chiacchiere. Non si può sbagliare: purtroppo questa crisi ha proporzioni tali e avrà conseguenze sociali tali che se non facciamo bene non ci sarà un’altra occasione”.

    ENI: – De Scalzi:
    • «Il numero di morti dovuti al Covid-19, la violenza con la quale la pandemia si è abbattuta sulle comunità è stata tale da togliere il respiro. Abbiamo in noi come cittadini, come imprese, come Paese la forza necessaria per superare questo momento. Anche perché mai come oggi abbiamo Europa e Italia convinti che questa crisi non vada sprecata.
    • Il Covid-19 ci ha insegnato quanto i piccoli gesti di ognuno siano importanti.. In una grande azienda tutto è fatto di piccoli comportamenti ma tutto deve essere programmato.
    • Altre compagnie tagliano l’occupazione? Da noi sono le persone che fanno l’Eni e non vogliamo rinunciarci”.
    .
    I giovani
    • sappiamo che i nuovi posti non si creano quando i lavoratori più anziani muoiono o vanno in pensione. Si creano con lo sviluppo, l’apertura del mercato, l’innovazione. Nessun alibi, dunque: non ci sono spazi improvvisamente liberi a fare da materasso per attutire la caduta. La ripartenza sarà lenta, faticosa e senza politiche di sostegno mirate e monitorate, non ci sarà affatto per i 178 milioni di giovani che erano attivi nei settori più aggrediti dalla crisi e per quei 328 milioni titolari di «lavori precari».
    • Alla «maieutica pro-giovani», che servirebbe a sgombrare di ostacoli il campo base, va aggiunto uno strumento più aggressivo per sostenerne la salita, soprattutto in tempi di crisi tanto ripida. Potremmo definirlo un rompighiaccio.
    • Nel Fondo europeo ci sono 50 miliardi dedicati esclusivamente a progetti per i giovani, un carburante per il nostro rompighiaccio. Le proposte su che cosa fare non mancano..

    Riapre la Pinacoteca di Brera e riapre pure il Cenacolo: due delle tappe preferite dai turisti per mettersi in coda. Eppure ieri non c’erano stranieri e manco le file. A ribattezzare due simboli della cultura in città sono stati proprio i milanesi. I ragazzi. Quelli che si sono prenotati online, come le nuove normative richiedono. E come i nuovi formati consentono si sono ritrovati in una dimensione intima a visitare spazi che, come molti di loro ammettono, non avevano mai visto in vita loro.

    Il lavoro femminile e il piano Colao (secondo Maria Silvia Sacchi)
    • I sei noti punti del piano Colao per il rilancio dell’Italia, nel documento presentato al governo, vengono ricondotti dalla stessa task force a tre macro aree tra le quali non si può non sottolineare la presenza di «parità di genere e inclusione». per un paese più forte, resiliente ed equo: spingere e sostenere il lavoro femminile, eliminare gli stereotipi che vogliono le donne (solo) mamme, combattere la violenza sulle donne, avere leadership femminili in tutti gli ambiti della vita sociale politica ed economica,
    • È la prima volta che viene affermato con tanta forza il principio che una società — per ritrovare slancio e fiducia — deve essere anche una società inclusiva e terreno di vera parità di genere.
    • Il documento fornisce soluzioni concrete che agiscano su piani diversi in contemporanea perché le disparità che si registrano nel nostro Paese sono troppo di antica data e albergano inconsapevolmente anche nelle menti più aperte. C’è un ultimo punto da sottolineare ed è che le proposte devono avere obiettivi fissati e misurati. E resi trasparenti. Forse la proposta più rivoluzionaria.

    Taxi e le condizioni di libera concorrenza secondo la sentenza del Consiglio di Stato: Per le centrali radio (i radiotaxi) è «una sentenza che distrugge il sistema cooperativistico, favorendo le multinazionali e non l’utenza». Per la app MyTaxi (oggi Freenow dopo l’accordo sinergico tra Daimler e Bmw) è «una svolta che riafferma le condizioni di libera concorrenza e di innovazione del mercato». In concreto è la fine di un regime di esclusiva, quello dell’intermediazione delle centrali radio, dopo l’avvento della principale piattaforma europea di chiamata digitale che aveva portato le società dei radiotaxi a prendere provvedimenti contro gli autisti che ricevevano chiamate anche tramite la app.

    NOTIZIE ECONOMICO-PROFESSIONALI

    Webinar- chiusura bilancio 2019 e i relativi aspettti fiscali: L’Ordine dei Dottori Commercialisti ed esperti contabili e la Fondazione commercialisti Odcec di Milano, in collaborazione con il Sole 24 Ore hanno organizzato domani, giovedi 11 giugno, dalle 16 alle 18 un webinar sulla Chiusura del bilancio 2019 e relativi aspetti fiscali. La diretta andrà in onda su Canale Europa. Tra gli argomenti: la rivalutazione civilistica ad personam, prevista nella conversione del decreto Liquidità. Previsti due crediti formativi previa compilazione dell’autocertificazione di frequenza sul sito di CNDCEC nei successivi alla partecipazione..

    Speciale Telefisco su DL Rilancio: l’emergenza Covid ha determinato un’iper produzione legislativa. Il Gruppo Sole 24 Ore si mobilita con un pacchetto di iniiziative per fornire ai lettori gli strumenti per segu8ire al meglio l’evoluzione e gli intrecci normativi. Si parte martedi 23 giugno con il convegno “ obiettivo – rilancio – Speciale Telefisco- Videoforum edition.

    Maire Technimont: la controllata Tecnimont si è aggiudicata un contratto EPC per la realizzazione del progetto “Bir Seba Phase II e Mouiat Outlad Messaoud Field Development”, in Algeria da parte del Groupement Bir Seba. Il valore complessivo del contratto è pari a circa 400 milioni dollari e comprende tutte le attività di Engineering, Procurement e Construction.
    AXA Italia : ha scelto di prolungare lo smart working almeno fino al 15 settembre, consentendo nel frattempo la riorganizzazione della vita familiare e lavori di adeguamento delle sedi, così da garantire il distanziamento attraverso una nuova disposizione degli spazi; l’introduzione su base volontaria per tutti i circa 1.800 dipendenti, di test sierologici.
    Sospensione bollo Auto : ( Lombardia) : la Regione ha deciso la sospensione bollo auto fino al 30 settembre 2020 e proroga pagamento tasse, senza applicazione di sanzioni e interessi, al 31 ottobre 2020.
    Assicurazioni Generali
    • La linea del Governo sarebbe per la non interferenza sul dossier DelVecchio-Mediobanca, ma si valuta la possibilità che CDP rilevi una quota nel capitale della compagnia assicurativa in chiave difensiva.
    • Il 2020 sarà oggetto di una prossima valutazione, ma per quanto riguarda i target industriali di Generali Italia al 2021 sono tutti confermati nonostante il Covid.19 ( Country Manager AD).
    • Un nuovo modo di fare assicurazione, accelerando nella trasformazione digitale ed essendo più vicini ai clienti, più agili e più sostenibili. È ciò che sta facendo Generali Italia che ha presentato “Immagina Adesso”: il cliente, con la nuova soluzione Partner di Vita per le famiglie, sceglie ciò che ha più valore per lui, costruisce insieme all’agente il suo portafoglio di protezione, prevenzione e assistenza in modalità smart, e lo aggiorna in base al percorso di vita.
    Somec e SICIT, CY4gate: Somec, specializzata nell’ngegnerizzazione di grandi progetti nell’ambito navale e civile relativi a involucri vetrati e Sicit, tra le prime aziende al mondo ad introdurre gli idrolizzati proteici di origine animale nel mercato dei biostimolanti, proseguono nel processo di passaggio dall’Aim al listino principale (MTA). Cy4gate: specializzata nel campo della cybersecurity ha avviato roadshow e bookbuilding per la quotazione su AIM, con lo scopo di raccogliere in aumento di capitale tra i 15 e 18 milioni, collocando tra i 5,2 e 6,3 milioni con una forchetta tra i 3 e 3,7 euro per azione e un flottante del 49%.

    Reshoring:- il Piano Colao, tra i tanti interventi, punta ad incentivare il reinsediamento in Italia di attività ad alto valore aggiunto e/o produttive con l’obietivo di rafforzare il sistema Paese e la competitività. Il suggerimento è di agire tramite decontribuzione dei relativi lavoratori, incentivi agli investimenti produttivi e maggiorazione ai fini fiscali del valore ammortizzabile delle attività rimpatriate. Indica di valutare l’estensione del regime a tutti i nuovi insediamenti produttivi in Italia.
    OTB : L’innovazione come risposta alla crisi e come base da cui partire per rilanciare i consumi fashion. Lo sviluppo di nuove idee non si è fatto attendere, a cominciare da quello che rappresenterà un trend delle prossime collezioni: l’inserimento di tessuti e materiali antibatterici fino alla realizzazione di vere e proprie linee covid-free. Le novità sono già state annunciate e messe in vendita, come il caso di Diesel che ha presentato la capsule collection upfreshing con protezione antimicrobica utilizzando la tecnologia innovativa Protector shiled, combinazione di prodotto certificato antibatterico e antimicrobico e di una barriera contro il droplet, e applicandola per la prima volta al denim..
    Gruppo Cafio 1915; diventa proprietario del marchio storico Ferro China Bisleri, riportandolo in Italia, ceduto dalla multinazionale Diageo, come già è stato per l’amarissimo Petrus Boonekamp. Con questa acquisizione Gruppo Caffo 1915 prosegue la sua operazione di rilancio di brand storici italiani Al tavolo delle trattative gli stessi interlocutori dell’acquisizione di Petrus Boonekamp, tra cui i consulenti di Equita.
    Nestlé: continua la dismissione di attività in Nord America. Questa volta tocca a Buitoni, ceduto al fondo di private equity Brynwood Partners per circa 115 milioni di dollari. L’accordo include i diritti del marchio Buitoni negli USA, in Canada e nei territori caraibici, oltre ad un impianto di produzione in Virginia.
    Hacker a noleggio: giornalisti finanziari, hedge fund, short seller, ma anche organizzazioni no profit, avvocati e gruppi di attivisti sono i migliaia di obiettivi presi di mira dal nuovo gruppo di hacker “ a noleggio” soprannominato Dark Basin (Bacino oscuro). A scoprire la fitta rete composta da oltre 28mila pagine web di “spear phishing”, è stato il gruppo di controllo del Citizen Lab dell’ Università di Toronto.. Secondo il rapporto la grande fetta di soggetti colpiti erano coinvolti in questioni ambientali, in aree dove si intrecciano affari e politica.

    Società Leonardo: ha firmato un accordo quadro ventennale con l’Agenzia danese per il procurement militare, finalizzato al supporto logistico e al futuro aggiornamento dei 17 sistemi di difesa navali 76/62 Super rapido in servizio presso la Marina danese. L’iniziativa vale fino a 70 milioni di euro e potrà essere ulteriormente estesa, in base alle esigenze e ai budget futuri dell’agenzia.
    Fake News: armonizzare le informazioni istituzionali e le principali Faq sul Covid-19 affinché gli utenti rintraccino più agevolmente le notizie utili e certificate sull’andamento dell’epidemia. Realizzare corsi di formazione a distanza per i comunicatori pubblici per acquisire conoscenze specifiche sui meccanismi alla base delle fake news. Promuovere campagne di sensibilizzazione istituzionale sulla base delle analisi delle evidenze scientifiche sul virus. Sono queste alcune delle azioni che il Governo promuoverà nelle prossime settimane per contrastare il fenomeno della disinformazione in materia di pandemia.

    Agenzia delle Entrate : Il conferimento a realizzo controllato in una riorganizzazione societaria non è elusivo. La riorganizzazione aziendale attuata attraverso il conferimento contestuale di partecipazioni da parte di persone fisiche in una società di capitali di nuova costituzione non è abusiva. L’operazione non realizza alcun vantaggio fiscale indebito, sia ai fini delle imposte dirette che delle imposte indirette. È la risposta delle Entrate n. 170 del 9 giugno 2020.

    Unicredit: ha collocato titoli di senior preferred per 1,25 miliardi di euro, ricevendo richieste doppie soprattutto dall’estero che si e aggiudicato l’80% dell’emissione. Bond a sei anni, con facoltà di riacquisto a cinque anni, cedola trimestrale per l’ultimo anno, e fino alla scadenza sarà pari all’Euribor a 3 mesi, incrementato di 160 punti base. Allo stato attuale, corrisponderebbe all’1,2350%.

    Monza Calcio: “È inutile nascondersi: vogliamo portare il Monza in Serie A. Ora arriva il difficile ma le premesse per centrare l’obiettivo ci sono tutte” .Sono queste le parole di Adriano Galliani all’indomani della promozione dei brianzoli in Serie B.

    Le donne ai vertici: secondo Francesca Dominici,: direttrice della Data Science Iniziative di Harvard: «Il Covid ha acceso un potente riflettore sugli ostacoli aggiuntivi che ricercatrici e scienziate devono affrontare per tenere il passo rispetto ai colleghi maschi. Non vorrei essere nei panni delle giovani ricercatrici, costrette dal virus a conciliare famiglia e smart working. E non mi meraviglia che la produzione scientifica femminile sia calata negli ultimi mesi. Sulle donne è gravato il peso maggiore dell’emergenza sanitaria e, soprattutto, delle misure di lockdown messe in atto per contenerla, in primis la chiusura delle scuole e dei centri per l’infanzia. Oggi occorrebbe mettere più donne ai vertici, con un sistema di quote, in modo da cambiare le regole e renderle più eque Ad un aspirante ricercatrice se vuole fare carriera, deve accettare il fatto che sarà criticata. Le direi di non badarci troppo e andare avanti”.

    CORONAVIRUS
    IL PIANO PER LA FASE 3
    Nessun nuovo caso in Valle d’Aosta, Sardegna, Umbria, Abruzzo, Molise, Basilicata e Calabria. Ma un aumento di contagi in Lombardia, dove ne sono stati registrati ieri 194 contro i 125 del giorno precedente. Calano in provincia di Milano (dove sono passati dai 23 di domenica ai 15 di ieri) e in città, mentre c’è un’impennata a Bergamo (da 7 casi a 51) e a Brescia (da 19 a 63).
    Difficile spiegare perché l’incidenza più alta di decessi da coronavirus si concentri oggi nelle democrazie liberali del pianeta, mentre i Paesi retti da regimi più chiusi e opachi sembrino meno colpiti. Sono passati tre mesi da quando Covid-19 è stata definita una pandemia dall’Organizzazione mondiale della sanità. Nel frattempo ha raggiunto 216 Paesi, con più di sette milioni di contagi registrati e ufficialmente oltre 400 mila morti.
    Ma quanti fra i contagiati perdono la vita? Per adesso il tasso di letalità registrato nel mondo è del 5,7%, (in media una persona ogni diciassette di cui viene accertato il contagio): in Belgio una persona ogni sei, in Italia e in Gran Bretagna una ogni sette; in Venezuela, in Arabia Saudita, Qatar, Eritrea, Gabon, Capo Verde o Kazakistan meno di una ogni cento.
    Confitarma: più di tremila lavoratori italiani vivono e operano da mesi in mezzo ai mari, praticamente ostaggi dei lockdown nazionali: non riescono a trovare un porto che li accolga, che li faccia scendere per poi tornare a casa. Sono gli equipaggi delle oltre 400 navi mercantili che solcano gli oceani e che, causa pandemia e restrizioni ai viaggi, spesso da mesi hanno superato il limite di tempo oltre il quale dovevano essere sostituiti da una nuova squadra. Altrettanti marittimi, che dovrebbero dare loro il cambio, sono invece bloccati in Italia, di fatto senza lavoro, per la stessa ragione, l’impossibilità di accedere ai Paesi in cui effettuare lo scambio. Il problema non è solo italiano, è globale, e coinvolge 150-170 mila lavoratori imbarcati — nell’Atlantico, nel Pacifico e nell’Oceano Indiano — e poco meno di 200 mila che aspettano di rilevarli.
    App. Immuni: questa è la settimana dei test sul territorio in Liguria, Abruzzo, Marche e Puglia, per poi essere estesa al resto del Paese, Sono oltre due milioni le persone che hanno già deciso di utilizzarla. La scorsa settimana è stata invece quella degli errori da correggere. Il principale riguardava gli smartphone prodotti da Huawei e il suo marchio Honor, resta ancora un problema con il sistema operativo di Apple, e il fatto che in base al sistema di Apple e Google, per scaricare e usare Immuni bisogna avere i sistemi operativi iOs 13.5 e Android 6 e seguenti, tagliando fuori i possessori di smartphone precedenti al 2015.
    Istat: un 2020 sempre con il segno meno davanti. Dall’occupazione, ai consumi, agli investimenti, all’export. Che si traduce in un crollo del Pil dell’8,3%. E già nel primo trimestre 2020 c’era stato un meno 5,3%. Ma nel 2021 andrà meglio, con un Pil che tornerà ad avere un più davanti con l’aumento del 4,6%, anche se «i livelli dei principali aggregati del quadro macroeconomico risulterebbero inferiori a quelli del 2019».
    Giornata Mondiale degli Oceani: i cacciatori dei rifiuti perduti, più di mille ieri per la più grande operazione di pulizia del mare mai avvenuta in Italia, hanno trovato di tutto. Dieci tonnellate di rottami (motorini, auto, frigoriferi, cucine, sanitari), reti abbandonate, plastiche indistruttibili, spazzatura di ogni tipo e purtroppo anche le prime mascherine anti coronavirus che si muovevano come improbabili meduse quando in superficie, quando in profondità. L ’iniziativa è stata organizzata dalla Guardia costiera e dall’Unione Europea (con il progetto Clean Sea Life).

    PIANO COLAO
    Centodue proposte per rilanciare l’Italia nel triennio 2020-22 contenute in 53 pagine e 121 schede di lavoro nel Rapporto preparato dal comitato di esperti presieduto da Vittorio Colao. Il piano raccomanda «tre assi per la trasformazione del Paese»: digitalizzazione e innovazione nel pubblico e nel privato; rivoluzione verde; parità di genere e inclusione. Tra i vari interventi propone::
    Imprese e Lavoro:: escludere il contagio Covid-19 dalla responsabilità penale del datore di lavoro. Consentire, in deroga temporanea al «decreto dignità», cioè senza causali, il rinnovo dei contratti a termine. Varare la voluntary disclosure per l’emersione del contante derivante da redditi evasi a fronte del pagamento di un’imposta sostitutiva. Favorire analogamente anche il rientro dei capitali nascosti all’estero. Incentivare i pagamenti elettronici. Ripristinare super e iper ammortamento. Abolizione del divieto di cumulo tra retribuzione e cassa integrazione. Incentivare le aggregazioni tra piccole imprese defiscalizzando la quota di maggior reddito derivante dall’operazione. Decontribuzione e incentivazione fiscale del rientro in Italia delle imprese ad alto valore aggiunto. Differire il saldo imposte 2019 e il primo acconto 2020. Rinegoziazione dei contratti di locazione ripartendo il rischio tra locatore e conduttore. Legge sullo smart working per tutti i settori, le attività e i ruoli.

    Infrastrutture: applicazione delle Direttive Europee anziché del codice appalti, unica rete in fibra ottica con accessi in tuti gli edifici della pubblica amministrazione, sviluppare le reti 5G , un voucher per sostenere l’accesso alla banda larga delle fasce meno abbienti. Incentivare il rinnovo green del parco mezzi pubblico e privato. Chiusura al traffico privato dei centri urbani.

    Turismo, arte e cultura: Istituire un «fondo Covid» per sostenere musei, attività culturali e parchi. Potenziare le dorsali dell’alta velocità per migliorare l’accesso ai luoghi turistici. Rafforzare gli incentivi fiscali su donazioni e sponsorizzazioni. Finanziamenti a tasso ridotto e crediti fiscali per la riqualificazione delle strutture ricettive.

    Amministrazione: riformare la responsabilità dei funzionari e dirigenti pubblici per danno erariale. Piattaforma pubblica per misurare in tempo reale lo smaltimento delle pratiche. Ampliare l’autocertificazione e il silenzio-assenso. Creare un’unità dedicata al reclutamento del personale dello Stato. Diffusione dello smart working nella pa. Sviluppare un «ecosistema digitale salute» che «renda disponibili tutti i dati sanitari del paziente agli operatori autorizzati» per decidere le cure più appropriate (casa, ospedale).

    Istruzione: riforma del dottorato di ricerca conforme agli standard internazionali. Programma nazionale di «aggiornamento educatori» per 20 sabati all’anno in collaborazione con grandi aziende high-tech, enti di ricerca e università. Creare un fondo per «il diritto alle competenze» per contrastare «il calo atteso delle immatricolazioni» sostenendo le famiglie a medio-basso reddito. Incentivare le «lauree professionalizzanti» e gli Its, istituti tecnici superiori. Lanciare una piattaforma digitale di «education-to-employment», aperta a tutti, con corsi di formazione sviluppati dalle aziende per trovare le professionalità necessarie. Bandire 40 nuovi corsi di dottorato di ricerca per l’innovazione.

    Famiglie: creare «presidi di welfare di prossimità» nelle città. Politiche del lavoro per i disabili, con albo nazionale e tutor. Adottare la valutazione dell’impatto di genere per «ogni iniziativa legislativa, regolamentare e politica». Piano nazionale per lo sviluppo dei nidi. Assegno unico per i figli. Incentivi all’assunzione di donne vittime di violenza. Estendere il servizio civile.

    NOTIZIE ECONOMICO-PROFESSIONALI

    Intesa Sanpaolo: un altro passo avanti nella marcia di avvicinamento a Ubi. Ieri la Banca d’Italia ha dato il nulla osta preventivo all’acquisizione indiretta di una partecipazione di controllo nelle società Pramerica Sgr, Ubi Leasing, Ubi Factor e Prestitalia, oltre a una quota qualificata in Polis Fondi Sgr. Si tratta di società che fanno capo a Ubi e che, in caso di successo dell’Ops di Intesa, finirebbero sotto il controllo di Banca Intesa.
    BTP Futura: il Tesoro si appresta a una nuova operazione sul mercato con un prodotto pensato esclusivamente per il settore retail (i piccoli risparmiatori), escludendo del tutto gli investitori istituzionali.. Una prima emissione nel periodo 6-10 luglio, seguita da una seconda operazione dopo l’estate. L’operazione non prevede tetti o riparti: si parte da un lotto minimo di 1.000 euro, senza limiti, salvo la facoltà del Tesoro di chiudere l’emissione prima del 10 luglio, se la raccolta sarà soddisfatta anzi tempo. L’ulteriore caratteristica del Btp Futura è il premio fedeltà: chi sottoscriverà i Titoli di Stato all’emissione e li manterrà fino alla scadenza avrà diritto a una cedola accessoria, una sorta di dividendo straordinario, che varierà da un minimo dell’1% ad un massimo del 3% dell’importo sottoscritto. La durata Il nuovo titolo avrà una scadenza massima di 10 anni e minima di 8. Il pagamento degli interessi sarà semestrale, con tassi crescenti nel tempo.
    Itinera ( Gruppo Gavio): la società di costruzioni parteciperà alla gara per la progettazione, costruzione e gestione di autostrade a pedaggio attorno a Washington e tra Virginia e Maryland. L’aggiudicazione è prevista per luglio. La società di costruzioni del gruppo Gavio ha intanto portato a casa una commessa per la realizzazione del tratto di 20 km del tracciato ferroviario Telese-San Lorenzo Maggiore-Vitulano sulla Napoli-Bari.
    Eni gas luce: la controllata al 100% da Eni spa, ha completato ieri l’acquisizione del 20% di Tate, la startup innovativa attiva dal 2019, specializzata in servizi di fornitura di luce e gas attraverso un’app, consentendo di gestire le proprie utenze direttamente dal proprio smartphone.
    Crédit Agricole Italia e Sace a supporto di Industrie Ilpea: grazie a un’operazione congiunta di Crédit Agricole Italia e Sace è stato concesso dalla Banca un finanziamento, con un valore complessivo di 5 milioni di euro garantito da Sace, a sostegno di Industrie Ilpea, società fondata nel 1960, specializzata nella progettazione e realizzazione di componenti in materiali plastici, magnetici e in gomma.

    Unicredit:
    • ad oggi ha coperto il 45% del totale dei finanziamenti con garanzia semplificata Sace, per 198 milioni di euro su un totale di 430. Le finalità di questi finanziamenti va dai nuovi investimenti al pagamento dei fornitori e relative filiere, fino al pagamento degli stipendi e del circolante. Il primo prestito con Garanzia Italia è stato il finanziamento per 10 milioni al pastificio campano Di Martino, poi alla vicentina Selle Royal ed infine uno da 15 milioni per Agrati, multinazionale che opera in sistemi e componenti di fissaggio (12 siti produttivi, 5 centri logistici, 2.500 dipendenti).

    • È una scuola digitale, con un percorso formativo in cui gli imprenditori si confronteranno con docenti universitari, ricercatori, professionisti e giornalisti su argomenti strategici per intercettare la ripartenza dopo la pandemia. L’iniziativa, denominata Digital&Export business school, è di UniCredit, con Microsoft e Sace.

    BP: il colosso petrolifero britannico prevede di tagliare 10 mila posti di lavoro in tutto il mondo, ovvero circa il 15% della forza lavoro globale, in modo da migliorare l’efficienza del gruppo, ridurre i costi e fare fronte alle turbolenze del mercato petrolifero provocate dalla pandemia.

    Philipp Morris: è’ stato firmato, nel pieno rispetto dei tempi definiti dalla normativa nazionale, l’accordo del tabacco tra la multinazionale e ’Organizzazione nazionale tabacco L’accordo prevede investimenti fino a 500 milioni di euro complessivi in cinque anni da parte della multinazionale sulla filiera tabacchicola italiana, finalizzato all’acquisto di tabacco in foglia italiano e alla valorizzazione, innovazione e sostenibilità di una filiera di oltre 50.000 addetti nelle fasi di coltivazione e trasformazione primaria.
    ACI ITALIA: Potrebbe finire in mano all’Automobile Club Italia per la cifra di 4,3 milioni di euro la gara più antica del mondo, ovvero la Targa Florio, fondata nel 1906 da Vincenzo Florio. Una vicenda iniziata nel settembre 2017, con il mandato dato al presidente dell’Aci di verificare se vi erano le condizioni per l’eventuale acquisizione del marchio, al momento di proprietà di Aci Palermo. Attraverso due perizie, la prima da Aci alla società Trevor (rimasta segreta), la seconda affidata alla Price Waterhouse Coopers, da Aci Palermo, che ha stimato il marchio in circa 6,2 milioni di euro.
    Intesa Sanpaolo e il gruppo Merlo: hanno sottoscritto, nell’ambito del Programma filiere, un accordo di collaborazione per l’accesso al credito delle aziende fornitrici e dei dealer legati allo storico gruppo cuneese, leader mondiale nel settore dei sistemi per la movimentazione e il sollevamento.

    Cassazione: Inesattezze non rilevanti per configurare la diffamazione. Sul reato di diffamazione a mezzo stampa. in tema di risarcimento dei danni, secondo la Corte, sono marginali le inesattezze che non mutano in peggio l’offensività della narrazione. Infatti «La verità dei fatti oggetto della notizia non è scalfita da inesattezze secondarie o marginali ove non alterino nel contesto dell’articolo la portata informativa dello stesso rispetto al soggetto al quale sono riferibili. Ove cioè si ritenga che il fatto “vero” non è offensivo ed è dunque tale da rientrare, per la sua “verità” nel diritto di cronaca, le inesattezze che lo riguardano, per avere rilevanza giuridica, devono essere tali da trasformare quel fatto da inoffensivo a diffamatorio».
    Centri commerciali: i visitatori dei centri commerciali stanno tornando e pian piano i mall si stanno riempiendo di clienti in caccia di sconti e promozioni. Sono i dati sulla riapertura dei centri commerciali in Italia dopo il lockdown, che emergono dalla ricerca elaborata da Cbre, leader mondiale nella consulenza immobiliare. Secondo il sondaggio pulizia, sicurezza, rispetto delle regole e controllo degli accessi sono ora al centro dell’attenzione dei consumatori. I clienti chiedono anche maggiore integrazione con l’e-commerce per i servizi click & collect e delivery e l’impiego di nuove modalità di pagamento, oltre a sconti e promozioni
    Fidelity Investments: secondo il chief executive donna della divisione che si occupa di tutti i Paesi del Mondo, tranne gli USA: “abbiamo l’opportunità di questa crisi per rinfrescare la nostra economica e il contratto sociale che lo sostiene. Molte aziende, persino interi settori, si trovano di fronte a un futuro molto incerto. Le aziende pensano come dovrebbero gestire il loro business, non solo per quanto riguarda l’efficienza, ma anche per la sostenibilità. La crisi ci ha insegnato che la pianificazione per contingenza è importante quanto la mitigazione del rischio e l’ottimizzazione della catena di approvvigionamento.”

    Brunello Cucinelli: dopo aver concluso il processo di passaggio generazionale con la nomina di due amministratori delegati ai quali l’imprenditore ha ceduto il ruolo operativo riservandosi quello di presidente e di direttore creativo con deleghe in materia di stile, creatività e comunicazione, afferma che per questo 2020, dopo un primo trimestre in cui la società si è difesa bene, il secondo sarà certamente brutto , ma già il terzo e quarto avranno il segno più davanti. Abbiamo deciso di dedicare il 40% del nostro tempo all’anno in corso e il 60% al 2021 e 2022. Abbiamo sempre fatto utili per 40 anni, un anno diverso che sarà mai!. L’azienda è solida e non abbiamo fermato nessun tipo di investimento, anzi nell’ultima parte dell’anno amplieremo tre negozi importanti con investimenti significativi.

    DAL MONDO
    Russia: Da oggi 9 giugno a Mosca sono state allentate le misure di distanziamento fisico decise per contenere la diffusione del coronavirus che erano in vigore dal 30 marzo. Nella capitale russa circa un milione di persone potranno tornare a lavorare, dopo la decisione annunciata dal sindaco della città Sergei Sobyanin di riaprire numerose attività, fra cui anche saloni di bellezza e parrucchieri, e la fine del divieto di muoversi liberamente per la metropoli.

    CORONAVIRUS NEWS
    SI PROSEGUE, ORMAI E’ TUTTO RIAPERTO O QUASI
    Secondo i dati della Protezione civile in Italia soltanto 197 persone in più sono state contagiate dal virus in un giorno, di queste, 125 sono in Lombardia. Cala il numero delle vittime, sono 53 in un giorno, 21 in Lombardia. In 10 regioni non si sono registrate nuove vittime.
    I guariti in Italia sono quasi 800 in più. I pazienti ricoverati sono 4.864 (-138), di cui 287 in terapia intensiva (-6). Tutti i dati risentono del weekend e della diminuzione del numero dei tamponi effettuati.
    Si fa presto a dire mascherina sì o mascherina no. Il terreno di confronto è insidioso, anche perché le regole sono incerte. Secondo lo psichiatra Paolo Crepet: «Nel nostro immaginario, la mascherina è il simbolo del bandito. Per antonomasia, non ci fidiamo di chi copre il volto. Ora, però siamo al ribaltamento e ciò contribuisce a creare ansia e esasperare le reazioni». L’esperta di galateo Laura Pranzetti Lombardini suggerisce una strategia in tre mosse: «Anzitutto, guardando la persona, ci sistemiamo meglio la nostra, sperando di ispirarlo a imitarci. Se non capisse, possiamo fargli un cenno col dito. Se ancora non coglie, possiamo dirgli apertamente che, per la sua sicurezza, gli conviene sistemare meglio la mascherina. Il concetto è che lo diciamo per il suo bene, prima che per il nostro. Non dobbiamo dare per scontata la malafede, ma la distrazione». Al di là delle regole da Dpcm, valgono quelle della buona educazione: si deve dare la sensazione che usiamo la mascherina per rispetto reciproco.
    Riflessioni sul virus:
    • Il Covid-19 sta rovesciando schemi, ritmi e regole della globalizzazione mondiale, partito dalla Cina seguendo le stesse vie della globalizzazione: commercio e turismo via aerea, e poi tutte le altre strade di contatto fra gli abitanti della terra ( 7 milioni di persone contagiate e oltre 400 mila vittime).
    • La Cina è il più grande fornitore al mondo di prodotti a basso costo, soprattutto nella componentistica meccanica e nel tessile, molte aziende occidentali negli ultimi vent’anni hanno delocalizzato parte dei propri impianti inseguendo i minori costi del lavoro. Epicentro del contagio: Europa, e poi Stati Uniti, ovvero i Paesi che hanno delocalizzato di più o che dipendono dalle forniture cinesi.
    • Con il traffico aereo bloccato ovunque, per oltre due mesi da Pechino non arriva più la componentistica nemmeno per le attività strategiche. Per le compagnie aeree è il tracollo.
    • Nessuno immaginava una paralisi totale dei trasporti nel giro di due settimane, e quando si fermano le auto e tutti i voli civili, i depositi di stoccaggio del petrolio diventano pericolosamente pieni.. Il calo trascina in basso i prezzi delle materie prime, ma ovunque crollano i consumi, la produzione e la domanda di ogni bene, che non sia sanitario o alimentare. Si fermano i progetti di ricerca e sviluppo.
    • Il Fondo monetario, che fino a pochi mesi fa prevedeva per il 2020 una crescita media mondiale del +3,3%, ora paventa la peggiore recessione dal 1930 (-3%), con un indebolimento del Pil pro-capite in 170 Paesi ed una perdita mondiale cumulata di 9.000 miliardi di dollari.
    • Il virus riporta indietro nel tempo anche, o soprattutto, quelle nazioni in via di sviluppo che, grazie alla globalizzazione, avevano fatto dei progressi. Oggi l l’Onu prospetta «carestie di proporzioni bibliche entro pochi mesi» e per i Paesi a rischio fame i numeri salgono da 135 a 250 milioni di persone. Mentre i numeri delle vittime e contagi nessuno è in grado di contarli per mancanza di strutture sanitarie.
    • Crescono le disuguaglianze. Secondo gli ultimi dati Oxfam presentati a Davos, 2.153 miliardari hanno più denaro del 60% della popolazione mondiale. La globalizzazione consente ogni anno alle grandi multinazionali ( come le Hi-Tex) di non versare 500 miliardi di dollari agli Stati dove fanno profitti.
    • Negli ultimi 5 anni in Europa 253 aziende sono tornate a produrre almeno in parte in patria; 39 sono italiane, soprattutto alcuni marchi del lusso. Si torna a casa per una globale riorganizzazione dell’azienda (61% dei casi), per accorciare i tempi di consegna (55%), per il ritrovato prestigio garantito dal «made in», anche a seguito dell’obbligo a scrivere in etichetta l’origine della materia prima (48%). Nel 2020, questa tendenza potrebbe accelerare, anche perché sta fiorendo una nuova sensibilità, soprattutto nei giovani, che premia chi produce rispettando le regole del fair trade.
    Luciano Fontana (Direttore Corriere): l’emergenza del coronavirus ha aggravato una situazione nel mondo del lavoro che già conoscevamo purtroppo bene. La frattura tra garantiti e non garantiti divide l’Italia, rende incerti le vite e il futuro di tantissimi giovani (ma non solo) che trovano unicamente «lavoretti», rende ancora più lontane quelle zone dell’Italia in cui l’occupazione stabile è un miraggio.. Una vera emergenza sociale che dovrebbe diventare immediatamente una priorità per la nostra classe politica.
    Giornata Mondiale degli Oceani: si celebra oggi, 8 giugno la Giornata mondiale degli oceani, riconosciuta nel 2008 dall’Onu: negli ultimi decenni il mare sta cambiando con una velocità che nessuno avrebbe potuto immaginare: diventa più caldo, acido e povero di ossigeno; e sta cambiando nella sua biodiversità, mettendo in pericolo l’esistenza di ogni singola forma di vita che ne dipende, compreso l’uomo.
    Ricciardi (Consigliere Ministro della Salute): le risorse del Fondo Salva Stati (MES) sono un’occasione irripetibile per rilanciare il servizio sanitario nazionale sistemando carenze e apportando benefici.
    Bici e monopattini: lo sharing sta viaggiando bene rispetto agli altri mezzi di trasporto, auto private escluse. Secondo i numeri del Comune (gli ultimi conteggi sono relativi alla settimana del 18-22 maggio), se la metropolitana è utilizzata ancora al 20% rispetto alla media di un periodo ” normale” e il car sharing al 37%, bici e monopattini stanno superando il 50%, mentre l’utilizzo dell’auto privata il 73%. I dati di BikeMi evidenziano una crescita costante: il 4 maggio sono state prelevate 3.522 bici, il 10 maggio 3.972, lunedì 1 giugno 6.058.
    Addio contante: con il rischio dei contagi, l’allarme dell’Oms sull’uso del contante come veicolo di contagio hanno portato al boom dei pagamenti digitali durante il lockdown, con una crescita prevista entro fine anno, secondo il Politecnico di Milano del 55% (quasi un miliardo in più del 2019). Non più solo e-commerce, tutti i negozi di quartiere di sono attrezzati con app e software per accettare pagamenti e ordini a distanza: oggi il 75% degli italiani fa la spesa online. Il motivo però di limitare il contante è anche quello di effettuare una lotta all’evasione fiscale, questo aspetto sarebbe alla base dell’abbassamento del livello da € 3000 a € 2000 del contante spendibile a partire dal prossimo 1° luglio.
    The Medelan in piazza Cordusio:cessati gli effetti delle misure anti Covid-19, completato lo svolgimento delle attività preparatorie contro i rischi di contagio, ecco il nuovo via libera per la riqualificazione dell’immobile che si propone di diventare il nuovo polo di riferimento per retailers, professionisti, turisti e cittadini milanesi.
    Dal mondo delle donne:
    - In America Latina: Morgana Vargas Llosa, figlia del grande premio Nobel, ha documentato la devastazione nelle comunità amazzoniche e andine, dovuta allo sfruttamento minerario, intervistando tre donne Carmen, Flor de María e Luisa che non si sono date per vinte e si sono unite in una piattaforma che rappresenta le persone colpite di 12 regioni del Perù. È un’azione tutta al femminile che ha portato ad un risultato importante l’anno scorso, quando il governo di Lima si è impegnato a creare una Commissione di indagine e approvare un quadro nazionale per garantire le terapie necessarie.
    - La prima donna medico d’Europa è italiana: si chiamava Trotula ed era nata da una nobile famiglia di Salerno. I colleghi di tutto il mondo leggevano avidamente ogni sua riga. Era sapiente, intelligente, innovativa. Ha inventato la ginecologia e molto altro, perché per lei la paziente o il paziente doveva essere messo al centro di tutto. Valutando l’anamnesi, la classe sociale, la disponibilità economica, la sua angoscia. Tenendo conto che le donne sono diverse dai maschi, per fisiologia ma anche per psicologia. Perché la cura va profilata su ciascun individuo. Concetti che oggi sono facili a capirsi, ma nell’anno Mille erano difficili a dirsi. Eppure, lei ha rivoluzionato un intero campo del sapere. Trota de’ Ruggiero è stata una delle eminenze grigie della famosa Scuola Medica salernitana, fiorita nel Medioevo, prima Facoltà di medicina al mondo con al suo interno un nutrito gruppo di medichesse passate alla storia come le Mulieres Salernitanae.
    - Montessori: Una vita geniale fatta di ostinata tessitura, di strappi e di ricuciture. Un perenne va e vieni da un luogo all’altro, con lunghi soggiorni all’estero simili a esili. A un solo scopo: affermare la straordinarietà del proprio metodo educativo. Per il bene non solo dei bambini ma degli adulti e in fondo dell’umanità. Se si pensa al suo progetto rivoluzionario (e precursore per tanti aspetti) che vuole il bambino al centro del processo educativo, nel rispetto della sua personalità, diversa da quella dell’adulto; e nella convinzione che la scuola tradizionale, che lo considera un essere passivo, è inadatta al bambino: l’infanzia invece ha una capacità di costruzione e di creazione nettamente superiore e dunque deve essere libera di esprimere le proprie potenzialità. Nascono da qui concetti nuovi come l’autoeducazione e la valutazione dell’errore. All’adulto non resta che creare le migliori condizioni e stare a guardare in silenzio il miracolo che è «l’anima del bambino liberata dagli ostacoli».
    - American Express e la sua CEO donna: Un’emergenza globale che spinge a ripartire da ciò che abbiamo più vicino. Dando nuovo valore ai concetti di prossimità e comunità. Con questa visione ha deciso di inaugurare proprio adesso, ed in Italia, il programma Love Local. Una piattaforma digitale pensata per diventare una comunità che metta in relazione gli attori del tessuto economico del Paese, con cui Amex ha rapporti e contatti diretti: aziende, esercenti, clienti. La multinazionale Usa, presente in oltre 130 Paesi con più di 114 milioni di carte di credito, 79 miliardi di dollari di capitalizzazione, un business che più globale non si può per la sua «fase due» sceglie dunque di ingaggiare i «piccoli». Per Amex il sostegno alle realtà locali passa anche dal turismo, grazie a un progetto in partnership con il ministero, nell’ottica di allargare al massimo l’accettazione della carta di credito in tutte le destinazioni, anche le più piccole, della penisola.

    NOTIZIE ECONOMICO-PROFESSIONALI
    Compagnie aeree
    - Dopo aver esorcizzato l’incubo del sedile di mezzo vuoto e il traffico è in lieve ripresa e la stagione estiva almeno in parte salva,, le low cost puntano dritte in Tribunale contro gli aiuti di stato alle grandi aerolinee tradizionali: il paracadute da 110 miliardi di euro, di cui 57 a fondo perduto e il resto da rimborsare che dall’Europa agli Stati Uniti fino al MedioOriente ha tenuto in vita i colossi dei cieli nell’era della pandemia ed ha evigtato il crac a un settore che quest’anno vedrà andare in fumo oltre 300 miliardi di entrate.
    - Ryanair ha già presentato denuncia all’UE per aiuti di stato illegali nei confronti di Airfrance ( 11 miliardi) e ne sta preparando una simile per Lufthansa (19 miliardi).
    - Sul piede di guerra ci sono anche Wizzair ed Easyjet che si è lanciata contro i 3 miliardi promessi dal Governo italiano ad Alitalia, perché tali soldi dovrebbero essere distribuiti a tutti i protagonisti del settore per non distorcere la concorrenza.
    - Superata la fase critica il ritorno alla normalità sarà lungo, ma ii vertici delle low cost hanno già individuato come e dove risparmiare i soldi per salvare il conto economico: le tariffe aeroportuali. In alcuni casi Easyjet ha messo in concorrenza i singoli aeroporti in un’asta dei diritti aeroportuali.
    Stefano Simontacchi è’ entrato nel CDA di Cordusio Sim, l’Avv. Simontacchi, Presidente dello Studio Legale Bonellierede.
    Immigrati: secondo gli ultimi report ci sarebbero almeno 20 mila stranieri pronti a salpare dai porti della Libia. L’ultimo bollettino del Viminale parla di 5.461 approdi fino a ieri nonostante la sospensione delle attività delle Ong. Anche per questo l’Italia, assieme a Spagna, Grecia, Malta e Cipro — ha inviato una lettera all’Ue chiedendo «le quote obbligatorie»: equa distribuzione dei richiedenti asilo e rimpatri gestiti direttamente dall’Unione Europea.
    Finanziamenti alle imprese (anche per studi associati): le banche non hanno più scuse. La legge di conversione del cosiddetto dl Liquidità presenta un passaggio molto preciso: «il soggetto che eroga il finanziamento non sarà tenuto a svolgere accertamenti ulteriori rispetto alla verifica formale di quanto dichiarato». La precisazione è riportata nel nuovo articolo 1 bis del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23, ed è relativa alla garanzia Sace. Su questo punto, la conversione in legge fornisce anche un’ulteriore importante precisazione: tale disposizione sarà applicata anche alle richieste di accesso alla garanzia prevista dal Fondo di Garanzia. Saranno, invece, soggette a istruttoria approfondita le pratiche ordinarie relative alla garanzia dell’80%. Sarà quindi l’amministratore della società ad assumersi la responsabilità di dichiarare che l’attività d’impresa è stata limitata o interrotta dall’emergenza epidemiologica da Covid-19 o dagli effetti derivanti dalle misure di prevenzione e contenimento connesse alla medesima emergenza. Sarà sempre lui ad assumersi la responsabilità di dichiarare che prima di tale emergenza sussisteva una situazione di continuità aziendale. Se lo fa, l’impresa potrà accedere alle garanzie del 100% a 10 anni per finanziamenti fino a 30 mila euro o a quella del 90% per finanziamenti fino a 5 milioni di euro concessi dal fondo di garanzia. Potrà ulteriormente accedere senza istruttoria ai fondi messi a disposizione dalla Sace, una volta esaurito il plafond dedicato se pmi o mid cap. Le grandi imprese potranno accedere con istruttoria semplificata ai fondi Sace. La possibilità di ottenere finanziamenti garantiti sarà applicata anche ai soggetti che svolgono, pur in forma associata, un’attività professionale autonoma. Questa è la novità di rilievo per i professionisti.
    Garante Privacy (suggerimenti per prevenire ransomware e similari)
    - Fare sempre la copia dei dati per non temere i ricatti elettronici. E, comunque, installare sistemi anti-intrusione. Sono alcuni dei consigli pratici del Garante della privacy, che ha diffuso un vademecum per difendersi dai ransomware. Soprattutto, in periodo di emergenza sanitaria da Covid-2019, nota il Garante, molte più persone e per molto più tempo sono connesse e utilizzano dispositivi digitali. Al contagio fisico si accompagna, dunque, un altrettanto pericoloso «contagio digitale», alimentato da malintenzionati che diffondono software «malevoli» per varie finalità illecite.
    - Meglio prevenire. La prima e più importante forma di difesa, consiglia il Garante della privacy, è la prudenza. Occorre evitare di aprire messaggi provenienti da soggetti sconosciuti o con i quali non si hanno rapporti e, in ogni caso, se si hanno dubbi, non si deve cliccare su link o banner sospetti e non si devono aprire allegati di cui si ignora il contenuto.
    - Un’alternativa efficace è quella di formattare il dispositivo: ma in questo caso, oltre a eliminare il malware, si perdono tutti i dati in esso contenuti. Per questo è fondamentale (come suggerito) effettuare backup periodici dei contenuti (che è sempre una buona prassi) in modo da non perderli in caso di incidenti (come danneggiamento del dispositivo ecc.) o attacchi informatici che necessitano di interventi di ripristino.
    CASSAZIONE :
    - Sì alla confisca in Italia per autoriciclaggio commesso all’estero prima che il reato venisse inserito nel nostro codice penale: è quanto stabilito dalla sentenza n. 13571/2020, con cui la sezione sesta della Corte ha ammesso il riconoscimento di sentenze straniere e l’esecuzione della confisca per equivalente da queste prevista nel caso in cui il requisito della doppia incriminabilità, pur non esistente al momento del fatto, sia integrato al momento della richiesta del riconoscimento medesimo. Nel caso di autoriciclaggio, peraltro, anche il reato presupposto deve essere penalmente rilevante per l’ordinamento penale italiano.
    - La delega alla gestione dei rifiuti aziendali conferita dal titolare dell’impresa al suo collaboratore non comporta un mutamento del centro di responsabilità per gli eventuali illeciti ambientali posti in essere, ma al contrario configura un allargamento del novero dei soggetti che possono, a diverso titolo, essere chiamati a risponderne. Delegante e delegato, infatti, sono entrambi obbligati a vigilare sul rispetto delle norme di settore, seppur sotto diversi profili e limiti.
    - La mancanza del certificato di agibilità dell’immobile non è causa di risoluzione del contratto di locazione a uso non abitativo. In questi casi grava infatti sul conduttore l’onere di verificare che le caratteristiche del bene siano adeguate a quanto tecnicamente necessario per lo svolgimento dell’attività che vi si intende esercitare, ivi incluso il rilascio delle necessarie autorizzazioni amministrative..
    - Scatta la bancarotta anche per il commercialista quando il bilancio falso consente alle società di ottenere liquidità dalle banche prima di fallire. Si configurano, sia l’ipotesi impropria da reato societario, sia quella societaria per effetto di operazioni dolose. E ciò perché il dolo nel concorso dell’extraneus nel delitto proprio dell’amministratore sta nella consapevolezza di fornire un apporto che depaupera il patrimonio della società. È proprio il professionista a segnalare all’amministratore di fatto società a rischio default da spogliare e far fallire dopo aver ottenuto credito grazie ai conti taroccati. E non conta che a condurre le imprese al fallimento siano le fatture false e non i bilanci truccati. È quanto emerge dalla sentenza 16962/20, pubblicata il 4 giugno dalla quinta sezione penale della Cassazione.
    Commissione Tributaria regionale del Piemonte: le dichiarazioni di terzi possono essere utilizzate nel processo tributario per giustificare, insieme ad altri elementi, l’esistenza di una retribuzione in nero. Sono queste le indicazioni della sentenza n. 181/2 del 6 febbraio 2020 della Ctr del Piemonte che ha ritenuto pienamente legittimi gli avvisi di accertamento emessi sulla base delle ammissioni del datore di lavoro di aver corrisposto una parte della retribuzione «in nero» e sulla base della documentazione Cud acquisita dalla Guardia di finanza. Sul tema però la Cassazione con due sentenze (2002 e 2016) ha effettuato alcune considerazioni per cui a suo avviso non sempre tali dichiarazioni risultano del tutto idonee a fondare un’azione di responsabilità del contribuente in termini di imposta potendo soltanto fornire un ulteriore riscontro a quanto già accertato e provato in sede di procedimento tributario.
    Studi professionali, bar, alberghi, scatta subito il 60% il bonus affitti : via libera alla compensazione con Imu e altre imposte. L’Agenzia delle Entrate ha diffuso la circolare e il codice tributo che consente di utilizzare il credito di imposta per una parte compresa il 30% e il 60% dell’affitto pagato nei mesi di lockdown dalle imprese che hanno visto dimezzare il proprio fatturato. Il bonus, pensato, soprattutto per bar, ristoranti ed alberghi, riguarda in genere gli immobili ad uso non abitativo, destinati a svolgere attività industriali, commerciali, artigianali o agricole. Inclusi tra i beneficiari anche gli enti del terzo settore e quelli religiosi civilmente riconosciuti che svolgono attività istituzionale di interesse generale.
    Menarini : il gruppo farmaceutico realizzerà un nuovo polo produttivo di 40mila metri quadri a Sesto Fiorentino, nell’area ex Longinotti con un investimento da 150 milioni di euro. La nuova struttura dovrebbe assicurare oltre 250 posti di lavoro e altrettanti nell’indotto.
    Intesa-UBI/BCE: L’autorizzazione preventiva della Bce per l’acquisizione diretta di una partecipazione di controllo, pari ad almeno il 50%+1 azione del capitale della banca lombarda non rappresenta una sorpresa in sé, ma l’Ok è arrivato nei tempi previsti, a conferma che Francoforte guarda con favore dall’operazione, che ora dovrà affrontare altri passaggi probabilmente più insidiosi. Il via libera all’offerta pubblica di scambio da parte dell’Autorità di Vigilanza europea spinge i titoli bancari in Borsa – Ora però mancano le autorizzazioni di Consob, Antitrust e Ivass, poi l’ultima parola spetterà ai fondi azionisti di Ubi.
    DAL MONDO
    Brasile: il Presidente ha deciso di non fornire più il numero complessivo dei casi e dei decessi ma solo il bilancio giornaliero, mentre gli oltre 45 mila contagi registrati nelle ultime 24 ore, insieme a 1.714 morti, provano che la pandemia da coronavirus si intensifica e cerca ancora il suo picco in America Latina.
    USA: La città di New York riapre oggi gradualmente 78 giorni dopo l’inizio del lockdown per contenere la diffusione della pandemia.. La decisione arriva dopo 205 mila residenti contagiati e circa 22 mila vittime.

    CORONAVIRUS
    LA CURVA DEI CONTAGI CONTINUA A SCENDERE

    Calano drasticamente i nuovi casi in Italia dall’inizio dell’epidemia. Sono 177, il dato più basso dal 1 marzo, mentre il giorno prima erano 321. Sale invece il numero dei morti, 88 ieri, 71 mercoledì.. In sette Regioni e nelle due Province del Trentino Alto- Adige nelle ultime 24 ore non si sono registrati contagi. Sono Sicilia (per il secondo giorno consecutivo), Umbria (da nove giorni), Bolzano (terzo giorno), Calabria (ottavo giorno), Sardegna (da tre giorni), Molise (sesto giorno consecutivo), Basilicata (da ben 12 giorni), Trento e Valle d’Aosta.

    Il totale nazionale è dato quasi completamente dagli 84 nuovi casi in Lombardia e dai contagiati in più in Piemonte (+24), Liguria (+21), Emilia-Romagna (+18). In Lombardia l’aumento esponenziale è contenuto rispetto al giorno prima quando erano 237.

    Non si sono registrati decessi, invece, in sei regioni: Friuli Venezia Giulia, Umbria, Sardegna, Valle d’Aosta, Calabria e Basilicata.

    Codogno: Doveva essere il ritorno alla normalità per il Pronto soccorso dell’ospedale di Codogno dopo 104 giorni, ma a tenere banco ieri è stata ancora la paura. A poche ore dalla riapertura subito un caso sospetto di coronavirus. Alla fine, negativo.

    Terapie anticovid:
    • Al momento non esistono terapie supportate da evidenze scientifiche schiaccianti in base alle quali poter affermare di avere in mano la cura. A livello internazionale sono stati pubblicati studi preliminari, mancano i lavori conclusivi. Il ritardo delle risposte dipende dal rallentamento dell’epidemia. In alcuni Paesi (Cina, Taiwan, Italia) i casi di infezione si sono drasticamente ridotti e ci sono difficoltà a reclutare pazienti.
    • Autorizzati dall’Agenzia italiana del farmaco circa 30 studi controllati (un gruppo di pazienti prende il farmaco da testare, il secondo gruppo segue la terapia tradizionale).
    • L’unico ad aver avuto l’approvazione come anti-Covid è il Remdesivir, antivirale pensato per Ebola. L’agenzia americana Fda gli ha dato via libera con procedura speciale a maggio, l’europea Ema si appresta a farlo, presto anche Aifa sarà chiamata a valutarlo. Negli studi preliminari avrebbe mostrato efficacia e sicurezza nelle fasi di malattia precoce, capace di contrastare la replicazione del virus Sars-CoV-2. In Italia viene dato a tutti pazienti ed è in sperimentazione associato ad altre terapie.

    Disastro nell’Artico: l’incuria e l’approssimazione di Governi, aziende e tecnici, ma anche gli stessi cambiamenti climatici vanno tenuti presenti per comprendere il disastro ambientale che ha colpito una vasta area vicino alla città di Norilsk, nella Siberia artica. Ventimila tonnellate di gasolio sono finite nei giorni scorsi in fiumi che sfociano nell’Oceano Artico e il ritardo negli interventi di bonifica ha amplificato il problema, ricordandoci quanto sia fragile e a rischio l’intera area che si trova a Nord del 66° parallelo..

    Milano pensa a nuovi orari:
    • I 15 mila dipendenti comunali potranno entrare in ufficio con orari scaglionati dalle 7 e 30 alle 13. I 40 mila studenti del Politecnico potrebbero cambiare il fatidico orario di inizio lezioni previsto per le 8, come dice il Rettore. Ma c’è anche lo smart working che potrebbe essere utilizzato per affrontare le giornate di smog invernale.. Milano lavora per rivoluzionare gli orari della città, ma resta la grande incognita degli ingressi nelle scuole.
    • Diluire, spalmare, rendere asincrone le attività, perché la nostra vita è condizionata da tutti i sottosistemi, dagli orari del lavoro e della scuola dei figli, dagli orari delle persone che ci aiutano nella vita famigliare, dagli orari degli uffici pubblici. Tenere conto delle relazioni che intercorrono nella vita delle persone, ma essere in grado di rispondere all’imprevedibilità degli eventi con uno strumento in grado di autocorreggersi.

    Il servizio sanitario:: è una macchina enorme, che ogni giorno macina decine di migliaia di prestazioni. Fermarlo per quasi tre mesi significa lasciare indietro milioni tra interventi chirurgici, visite specialistiche, esami radiologici e del sangue e quindi allungare di molto le liste d’attesa. Ma interrompere l’assistenza sulle patologie importanti può avere conseguenze anche più drammatiche. Si stima che durante il lockdown siano saltati ben 600mila interventi chirurgici, tra i quali almeno 50mila oncologici. Impegnato a recuperare il tempo perduto, tra l’altro, c’è una sistema che ha vissuto il più grande stress della sua storia. Ci sono medici e infermieri che hanno lavorato giorno e notte per tre mesi, accumulando stanchezza, straordinari e spesso ammalandosi pure. Ora la prospettiva non è quella di riposarsi. No, adesso giungono le richieste di tutti i malati, i cui appuntamenti erano stati cancellati

    Giornata dell’Ambiente,
    • La prima dopo la pandemia per riflettere su un nuovo modello di crescita, all’insegna del verde e del blu ricerca, innovazione e conoscenza per un pianeta a misura d’uomo.
    • E’ l’occasione per guardare al laboratorio di valori, idee e progetti capaci di far ripartire la crescita nel rispetto della Terra. Con un bilancio ancora parziale di almeno 6,6 milioni di contagi e oltre 390 mila vittime, il Covid 19 ha flagellato la popolazione del Pianeta che ora è alla ricerca di una ricetta per risollevare lo sviluppo, produrre effetti positivi sulla qualità della vita nel medio-lungo termine e arginare le diseguaglianze che aggrediscono il ceto medio.
    • Una possibile risposta viene dallo studio che l’Università di Oxford, secondo cui le priorità devono essere l’energia pulita, i veicoli elettrici, la connettività a banda larga, la ricerca come volano della conoscenza e la riqualificazione di chi ha perso il lavoro, scongiurare una recessione globale con investimenti nelle infrastrutture, nei servizi e nel lavoro puntando a renderli più compatibili con l’ambiente.
    • Ciò significa avere anche in mente la Conferenza Onu sui cambiamenti climatici Cop26 in programma a Glasgow, in Scozia: l’opportunità è di disegnare un percorso comune per reagire alla pandemia e scongiurare la recessione puntando su un modello di crescita basato su “verde e blu, ovvero rispetto della Terra e sviluppo di industrie, servizi e prodotti per renderlo possibile grazie all’energia più vitale: il sostegno degli abitanti del Pianeta.
    • A Milano i ragazzi ispirati da Greta Thunberg si ritroveranno per una critical mass in bicicletta, pedalata collettiva per scioperare per il clima. Le basse emissioni climalteranti registrate grazie a traffico ridotto e isolamento, insegnano «che possiamo fare molto anche a livello locale.
    • Poco più giù, così come a Cagliari, Trento e altre città, a Firenze una grande biciclettata cercherà di sensibilizzare i cittadini sulla necessità di una transizione ecologica che vada dalla mobilità all’economia, dall’agricoltura alla gestione dei rifiuti, dicono dal capoluogo toscano.
    • A Roma invece il “bike strike”, sciopero per il clima in bicicletta fra le vie della città dove gli assembramenti restano ancora vietati, e che si concluderà al Pantheon, punta a protestare contro «la mancanza di una vera mobilità alternativa. Nella Capitale c’è un problema molto sentito che riguarda la mobilità: dopo il lockdown prendere i mezzi pubblici è sempre più difficile, c’è poca fiducia nel trasporto pubblico e molte persone stanno tornando a usare l’auto. Mancano i collegamenti sostenibili, come le piste ciclabili, con la periferia. Si parla tanto di monopattini e bici, ma questo forse può valere per il centro di Roma, ma non certo per le periferie, abbandonate.
    • Il Segretario generale delle Nazioni Unite ha diffuso un videomessaggio in occasione della Giornata dell’ambiente, in cui ha posto l’attenzione sulle azioni sostenibili per preservare l’equilibrio del globo.
    • Mattarella, Presidente della Repubblica: «per uscire dalle difficoltà che ci troviamo di fronte, è proprio della ricerca, della cultura scientifica ciò di cui abbiamo estremo bisogno insieme a politiche lungimiranti che sappiano immaginare e rendere accessibile un futuro prossimo di prosperità sostenibile».
    • La giornata di oggi è dedicata alla biodiversità, ossia alla ricchezza dell’ambiente di vita che ci circonda. «Proteggere e ripristinare la biodiversità vuol dire valorizzare la vita e l’equilibrio nelle sue diverse forme, nelle connessioni, nelle variabili di specie ed ecosistemi. La ricchezza della diversità biologica è per le nostre società fonte di resilienza. Compromettere tutto ciò significa aumentare le probabilità che i cambiamenti ambientali ci giungano come calamità».

    Smart working: Da Generali a Unicredit, da Vodafone fino a Intesa, il “ piano rientro in sede” dei big viaggia per ora a scartamento ridotto, sfruttando in pieno la finestra temporale del decreto sullo smart working semplificato approvato all’inizio dell’emergenza che si chiuderà il 31 luglio. L’impressione però è che anche oltre quella data il ritorno dei dipendenti sul posto di lavoro sarà con il contagocce. L’esperienza di questi mesi potrebbe convincere molti dei grandi gruppi milanesi a ripensare la propria organizzazione del lavoro, rendendo più strutturale lo smart working.

    Milano: ricomincia a vivere. In qualcosa, non esattamente uguale a prima. I locali mettono i tavoli all’aperto sui marciapiedi dove parcheggiavano le auto. Nelle strade torna il traffico, finalmente, come sangue che scorre di nuovo nelle vene (quanto è stata triste, immobile, senza i pendolari, i duecentomila studenti fuori sede, e i turisti, e i visitatori di un giorno con il trolley per mano). Poi, un numero di biciclette mai viste, e monopattini elettrici, una folla di giovani che si riprende la libertà di muoversi: ma velocemente, silenziosamente, senza auto, senza l’affollamento dei mezzi.

    CEI: I vescovi delle due Commissioni della Cei, per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, e dell’Ecumenismo e il dialogo, hanno elaborato un messaggio per la celebrazione della 15ª Giornata nazionale per la Custodia del Creato che si terrà il 1° settembre 2020. Il titolo è Vivere in questo mondo con sobrietà, con giustizia e con pietà- Per nuovi stili di vita.

    Arma dei Carabinieri: ricorre oggi, venerdì 5 giugno, il 206° annuale di fondazione dell’Arma dei Carabinieri, che quest’anno assume un significato ancora più profondo in quanto coincide con il centenario della concessione della prima Medaglia d’Oro al Valor Militare alla Bandiera di Guerra dell’Istituzione, per il valore dimostrato e il sangue versato durante il primo conflitto mondiale.

    Gp d’Italia di F1 2020 a Monza: si corre ufficialmente il 6 settembre a porte chiuse, senza tifosi sulle tribune a causa dell’emergenza Coronavirus. La corsa italiana è stata confermata nel calendario della Formula 1, riformulato dopo le prime gare annullate per colpa del Covid-19.

    Fondazione Prada: ha annunciato la riapertura della sede di Milano da venerdì 5 giugno 2020. Gli spazi espositivi saranno aperti al pubblico dal venerdì alla domenica, dalle 10 alle 19. Negli spazi interni ed esterni della fondazione saranno disposte tutte le misure igienico-sanitarie e di sicurezza necessarie per preservare la salute del pubblico e del personale e garantire un’esperienza di visita piacevole e serena. Nel rispetto delle norme in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica, l’ingresso è contingentato e richiede l’acquisto del biglietto online..

    Cybersecurity:
    Più di metà delle mail che ogni giorno è spedita nel mondo rientra nella categoria spam. Mail spazzatura, che a volte celano rischi per chi li riceve: dai virus ai tentativi di truffa. Secondo una ricerca di Kaspersky, società specializzata nella cybersecurity, la Spagna guida una speciale classifica, quella del Paese che riceve il maggior numero di email pericolose.
    Se invece si prendono in considerazione i tentativi di phishing, la truffa informatica dove per esempio si cercano di estorcere i dati di accesso all’home banking, il Paese più colpito risulta essere il Venezuela, dove il 20,5% degli utenti è stato vittima di un tentativo di attacco. Per proteggersi da questi attacchi gli esperti della società di cybersecurity si raccomandano sempre di controllare il link cui si viene invitati a cliccare, così come l’email del mittente; inoltre, di non aprire o scaricare file allegati che arrivano da indirizzi sconosciuti e di non condividere mai informazioni sensibili (password o coordinate bancarie) con terzi, anche se identificati nella mail ricevuta come un servizio conosciuto.

    La manager più pagata al mondo è una donna: Si chiama Lisa Su ed è la top manager più pagata al mondo: 58,5 milioni di dollari. È la prima donna ad assicurarsi un tale primato. Ingegnere, 50 anni, originaria di Taiwan, formata al Mit (Massachusetts Institute of Technology) dal 2014 è ceo di una delle più grandi società americane di semiconduttori, la californiana Advanced Micro Devices (Amd). Un incarico che costituisce di per sé già un fatto notevole tanto sono poche le donne che occupano un posto di tale livello nei grandi gruppi di tecnologia. Ma non basta. Nel 2019 è risultata l’amministratore delegato meglio remunerato dell’indice della borsa americana S&P 500 che raggruppa le più grandi società quotate, quelle a maggiore capitalizzazione, in tutti i settori.

    Moto, bici e monopattini:-le assicurazioni per le due ruote: a cavallo tra nuove tendenze di una mobilità sostenibile e i rischi di un traffico meno regolamentato, si stanno muovendo le assicurazioni per proporre prodotti e servizi su misura, come nel caso di Verti che studia una offerta per le due ruote e non solo. Infatti, visto che la quarantena ha incentivato l’utilizzo di servizi digitali, dall’e-commerce alla domotica (la cosiddetta casa intelligente in cui gli elettrodomestici dialogano tra loro e col proprietario via smartphone), anche questi trend sono campi d’azione per la compagnia assicurativa digitale italiana, che fa parte del gruppo internazionale spagnolo Mapfre. Verti ha presentato ufficialmente la nascita di VertiMovers, l’osservatorio basato sul flusso di dati proprietari, dedicato ogni mese a un tema differente. Argomento del debutto: la mobilità sostenibile, con i veicoli ibridi assicurati Verti che hanno superato nel 2019 quota 10 mila (+18%)

    GRANT THORNTON FINANCIAL ADVISORY SERVICES SRL

    Giovanni Marino intervistato dal Corriere Adriatico-sez. Ancona:, quale, direttore delle operazioni straordinarie di Grant Thornton Financial Adivsory Services, mentre fotografa la consistenza del tessuto produttivo delle Marche, afferma che: “È meglio controllare il 30% di un’azienda solida, che il 100% di un’azienda piccola che rischia tra cinque anni di scomparire». Parola d’ordine: aggregazione. «Rimanere da soli, immaginare che l’azienda così com’è rappresenti l’unica storia della propria vita, credere di essere esclusivo, preferire la microscala è un modello vecchio e rischioso. Un’azienda da 15 milioni di fatturato, ammesso che resista a questo tsunami (coronavirus), faticherà tantissimo a crescere, mentre due della stessa dimensione che si aggregano con un progetto industriale comune e una gamma più ampia di prodotti danno una vita a un’azienda che, solo per il fatto di essere più grande, vale il triplo, grazie alla possibilità di fare economie di costo impressionanti, di avere un potere contrattuale fortissimo nei confronti dei buyer, perché si limiterebbero le contrapposizioni sullo stesso canale, di poter condividere piattaforme «per fare innovazione digitale. Così si consolida l’offerta, aumenta il potere contrattuale: stare sotto un unico brand, mantenendo l’individualità dei soggetti che producono».
    NOTIZIE ECONOMICHE: E PROFESSIONALI

    BCE: ha deciso in modo «unanime» ieri di aumentare di 600 miliardi, dai 750 attuali, la dotazione del programma temporaneo di acquisti di titoli pubblici e privati Pepp (Pandemic emergency purchase programme), lanciato a marzo per contrastare l’impatto della pandemia sulla politica monetaria e sul futuro dell’Area euro. Il Pepp ora vale 1.350 miliardi e la Bce ha esteso la sua durata da fine anno ad almeno la metà del 2021 e in ogni caso finché «non riterrà conclusa la fase critica legata al coronavirus». Ha anche lasciato invariati i tassi: 0% sul rifinanziamento principale e -0,50% sui depositi. La situazione è critica. Le previsioni della Bce, ha spiegato Lagarde, indicano «una crescita in calo a un ritmo senza precedenti nel secondo trimestre, prima di una ripresa nella seconda metà attraverso il sostegno cruciale offerto dalla politica fiscale e monetaria». Certo ci sono segnali che la crisi economica legata al coronavirus «stia toccando il fondo» ma il recupero sarà «tiepido».

    Il Governo Tedesco: ha annunciato un secondo pacchetto di misure da 130 miliardi per stimolare consumo, nuove tecnologie ed investimenti, e per finanziare un nuovo bonus per le famiglie con figli.

    Moda:: il sistema è pronto a ripartire chiedendo al Governo non solo sostegno al lavoro, ma anche uno sforzo innovativo negli strumenti di finanziamento per velocizzare la messa a terra delle misure previste. Il quadro della situazione è fornito dal presidente di Confindustria Moda:: «La moda potrebbe non vedere una stagione «normale» prima del 2022 e la preoccupazione per la tenuta occupazionale va da sé». Per il comparto, che fattura 97 miliardi l’anno, non si tratta solo di una «crisi sanitaria ma di una crisi di domanda».

    Brunello Cucinelli: «Se è vero che il prossimo anno la Cina crescerà del 10%, la Germania del 7% e noi del 6%,- un cambiamento strutturale non ci sarà. Servono coraggio, umiltà e tanti soldi, perché è un problema congiunturale. Noi ci impegniamo per il 40% per quest’anno e per il 60% per il 2021 e il 2022, perché il mondo non finisce qui. È come una grandinata, non porta carestia»..

    Renzo Rosso, fondatore di Diesel e presidente di Otb:ricorda che «da oltre dieci anni finanziamo tutta la filiera, compresi i piccoli artigiani, quasi 200, e con interessi bancari pazzeschi, all’1%». Un sistema che Rosso propone al Governo: «Sarebbe bello che desse soldi alla grande impresa, per poi distribuirli, evitando la burocrazia ai piccoli, che non la sanno fare e vengono strozzati dalle banche con interessi del 6-7-8%».

    Eni: nel 2014, da nuovo capoazienda, Claudio Descalzi aveva rivoltato la struttura organizzativa dell’Eni per affrontare una pesante crisi di mercato. Nel 2020, all’inizio del suo terzo mandato, rivoluziona ancora l’assetto del gruppo per rispondere allo «stress test» più difficile di sempre: il tracollo economico post-pandemia e la grande sfida della transizione energetica. Un piano di lungo periodo che ha il suo perno nell’obiettivo di tagliare dell’80% tutte le emissioni dovute all’attività propria o a quella richiesta ad altri (scope 1 e 2); e quelle di cui sono responsabili i propri prodotti venduti sul mercato, come ad esempio i carburanti.

    Fiiera Spa,: le dimissioni a sorpresa dell’amministratore delegato Curci sono deflagrate in un ambiente già duramente provato dalle incertezze in cui naviga da tre mesi e ancora senza alcun punto di riferimento per il futuro. Tutti gli appuntamenti in calendario per la primavera, e non erano pochi, sono stati rinviati da settembre in poi, in queste settimane di paralisi solo apparente sono stati elaborati, corretti, implementati e modificati protocolli e progetti, ma dal Governo si attendono ancora indicazioni precise su come regolarsi in vista di uno dei tanti appuntamenti che occupano un posto di rilievo nell’agenda internazionale ( Salone el Mobile)
    .
    Inwit : il riassetto della società delle torri di Tim e Vodafone, ha riacceso un possibile risiko tricolore. In proposito Ei Towers, la società controllata al 60% da F2i e al 40% da Mediaset, avrebbe ricevuto alcune manifestazioni d’interesse per la sua divisione di torri telefoniche.
    La prima a farsi avanti sarebbe stata la spagnola Cellnex, che è partecipata dai Benetton, ma avrebbe fatto una proposta economica ritenuta non adeguata. Ora invece alcuni fondi infrastrutturali avrebbero alzato la posta: si ragiona di un parco torri che ha un margine operativo lordo di 30-35 milioni e una valutazione circa di 600 milioni.

    Borsa Spa: nasce l’embrione per una grande borsa europea, con Milano al centro e Parigi alla guida. Almeno questa l’intenzione. Che Borsa Spa sia preda delle amorevoli attenzioni del Governo e nel contempo dei francesi di Euronext è un fatto. Ma ora c’è qualcosa di più e di clamoroso, un accordo tra paesi da sempre alleati e cugini, antagonisti e attratti l’uno dall’altro, che avrebbero dovuto siglare persino il Trattato del Quirinale, tramontato causa Covid. Un’intesa che ha come scopo quello di aggiudicarsi una società che fa utili e mantiene una buona marginalità. l’idea di un’operazione di sistema per dar vita ad una Capital Markets Union in Europa, una piattaforma unica di listini, come vuole la Presidente della Commissione, Ursula von der Leyen.

    Rifinanziamento del «bonus» da 600 euro: per il mese d’aprile per i professionisti iscritti alle Casse previdenziali private pronto a spiccare il volo (con tanto di «bollino» della Corte dei Conti al provvedimento interministeriale che sovvenziona la misura), mentre sul decreto rilancio (34/2020) il «cantiere» governativo-parlamentare è all’opera per «rafforzare le misure» per le categorie ordinistiche che lamentano da giorni d’esser state estromesse, al contrario delle imprese, dall’opportunità di godere di contributi a fondo perduto.
    È la doppia rassicurazione giunta ieri mattina dai Ministri del Lavoro e dello Sviluppo economico intervenuti agli Stati generali delle professioni, la manifestazione organizzata dagli organismi che riuniscono 23 Ordini (guidati da Marina Calderone ed Armando Zambrano) trasmessa via web.

    CORONAVIRUS
    E’ L’ORA DELLA RIPRESA ECONOMICA
    • Sono 321 i nuovi casi di contagio registrati ieri dalla Protezione civile (in leggero aumento) Quasi il 75 per cento dei nuovi casi è in Lombardia, dove ieri sono stati registrati 237 contagiati, mentre il giorno prima erano stati 187. nella regione molti più tamponi.
    • I decessi registrati ieri sono 71, erano 55 martedì. L’aumento delle vittime risente del rialzo del numero dei deceduti in Lombardia, che ieri sono stati 29 mentre il giorno prima erano 12. Sono 160.938 i dimessi, 846 persone guarite in un giorno. I pazienti in ospedale con sintomi sono 5.742 (-174); di questi 353 sono in terapia intensiva, con un calo importante in un solo giorno, 55 in meno, martedì erano diminuito di 16.
    • Per la prima volta dall’inizio dell’emergenza è salito a 12 il numero delle Regioni che nelle ultime 24 ore non ha registrato vittime(in Veneto, Marche, Campania, Trentino-Alto Adige, Sicilia, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Sardegna, Valle d’Aosta, Calabria, Molise e Basilicata). In otto Regioni e nella Provincia di Bolzano, invece, non si sono registrati nuovi contagi: Sicilia, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Sardegna, Valle d’Aosta, Calabria, Molise e Basilicata.
    • Se in Italia la situazione migliora, una conferma dell’arretramento della pandemia arriva anche dall’Europa, che nel complesso ieri ha registrato il record minimo di casi dal 22 marzo. Lo ha annunciato il Direttore Generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus.

    Caduti gli ultimi divieti di varcare i confini tra regioni. ieri il Paese si è rimesso timidamente in moto. Nelle stazioni controlli e scanner, ma nessun caos e un +20% di traffico.

    APP Immuni:
    • In due giorni i download eseguiti hanno raggiunto quota un milione, perché il sistema funzioni serve un’adesione ampia.
    • L’app Immuni utilizza la connessione bluetooth a basso dispendio di energia: non chiede dati personali, ma solo la città di residenza. Gli smartphone sui quali è presente l’app quando si trovano a meno di due metri di distanza per almeno 15 minuti si scambiano in maniera anonima dei codici generati automaticamente che restano conservati sui dispositivi. Il sistema non traccia gli spostamenti, ma solo i contatti tra smartphone. Quando una persona risulta positiva, l’Asl o un addetto sanitario – dopo aver ottenuto l’autorizzazione del paziente – inserisce sulla piattaforma un codice che lancia un’allerta su tutti i telefoni entrati in contatto con quello del contagiato.
    • Il problema principale di Immuni è che senza il bluetooth attivo è completamente inutile. Chi usa l’app deve tenere la connessione bluetooth sempre accesa, altrimenti il sistema non funziona. Inoltre il bluetooth non è una tecnologia di precisione e il segnale può subire interferenze o essere indebolito da diversi fattori. Sarebbe necessario, in parallelo, anche un sistema di tracciamento ‘analogico’ a tappeto sul territorio..
    • L’app non traccia gli spostamenti e non usa il Gps. I dati dell’utente non lasciano mai il suo smartphone, se non nel caso in cui si dovesse risultare positivi al Covid–19 a seguito di un esame. E comunque la decisione finale se scaricare o meno i propri dati sul server centrale è data all’utente stesso, che quindi potrà rifiutarsi di farlo. I dati comunque sono controllati dal Ministero della Salute e cancellati entro il 31 dicembre 2020..
    Cavalieri della Repubblica: nominati dal Presidente Mattarella. Sono in 57. Hanno combattuto il coronavirus, cii sono Infermieri, medici, operatori del 118, addetti alle pulizie, cassiere, carabinieri, alpini, docenti, tassisti, rider: ognuno ha portato un contributo e si è «distinto nel servizio della comunità durante l’emergenza».«I riconoscimenti ai singoli — scrive il Quirinale — vogliono simbolicamente rappresentare l’impegno corale di tanti nostri concittadini nel nome della solidarietà e dei valori costituzionali».
    Vaccino: accordo di collaborazione tra le aziende biotech italiane Takis e Rottapharm biotech per lo sviluppo del vaccino contro la Covid-19, ideato dalla Takis e chiamato Covid-eVax. Rottapharm biotech mette a disposizione le compe-tenze nello sviluppo di farmaci innovativi e il supporto finanziario. I primi 3 milioni di euro sono già stati concordati.
    Facebook: nel corso di una riunione con i dipendenti il ceo ha difeso la sua decisione di mantenere i post del Presidente degli Stati Uniti Donald Trump sulla piattaforma nonostante l’indignazione espressa da alcuni lavoratori del gruppo e dagli attivisti per i diritti civili, che hanno definito i messaggi della scorsa settimana del Capo della Casa Bianca «un incitamento alla violenza» e di conseguenza «una violazione delle regole del social network. Il ceo ha ribadito di non credere che le società private debbano regolare il discorso politico e che, sebbene abbia personalmente trovato i post di Trump «profondamente offensivi», ritiene che sia meglio avere un dibattito pubblico sulle sue dichiarazioni piuttosto che censurarle. Ieri intanto Snapchat, un incrocio tra un social network e un’app di messaggi, ha annunciato che non promuoverà più l’account di Trump sulla sua piattaforma Discover.

    FASE 3: Stati generali per l’economia.

    • Il premier Giuseppe Conte illustra la fase 3 per la rinascita dell’Italia. Nella sostanza, dice agli imprenditori, alle parti sociali e anche alle opposizioni che i miliardi europei sono una «risorsa dell’intero Paese». I soldi del Recovery fund non sono immediatamente spendibili e si sta lavorando con la Commissione europea per avere delle anticipazioni». Questi soldi serviranno a realizzare un «progetto lungimirante condiviso con tutte le migliori risorse» dell’Italia «Ci saranno misure ancora più efficaci. Abbiamo l’occasione di rinnovare l’Italia dalle fondamenta e superare problemi strutturali». E qui Conte spiega che per Autostrade nulla è cambiato. Se la procedura di revoca della concessione ancora non si è conclusa è perché «le attuali proposte transattive non sono compatibili con l’interesse della collettività».

    • Il Recovery plan di Conte è un ambizioso grande piano di rinascita» e modernizzazione per una Italia «più verde, più digitale, più inclusiva». Banda larga in tutte le case, lotta all’economia sommersa, taglio netto alla burocrazia, rilancio degli investimenti. E poi la riforma di un fisco «iniquo e inefficiente», la velocizzazione dei processi, i giovani talenti che tornano dall’estero, incentivare i pagamenti elettronici, sostenere la capitalizzazione delle imprese e rendere strutturali misure Ace e Industria 4.0 e vanno rilanciati gli investimenti pubblici e privati, puntando innanzitutto sulle reti telematiche, idriche ed energetiche, quindi occorre accompagnare il percorso di transizione energetica e potenziare l’offerta formativa assumendo migliaia di nuovi ricercatori. Mentre sulla scuola si punta ad una riapertura «in presenza» a settembre grazie ad aule rinnovate.Occorre poi ridurre i tempi della giustizia penale e civile e riformare il Codice civile. Come pure il Fisco, per rendere il nostro sistema più equo ed efficiente («e far pagare tutti ma tutti meno») introducendo una reale progressività, e per il Sud una fiscalità di vantaggio.Tanto il lavoro da fare sul fronte delle infrastrutture. Per Conte bisogna puntare ad una «alta velocità di rete».

    Commissione Europea: stanzia 11,5 miliardi di euro per coprire «il buco» di bilancio lasciato scoperto dal nuovo Recovery plan per il 2020 e avviare, già da quest’anno, gli interventi previsti per far fronte all’emergenza economica generata dalla pandemia da coronavirus. Ieri l’esecutivo Ue ha depositato la sua proposta di modifica al bilancio europeo per il 2020. Una volta disponibili, i fondi verranno spesi in primis in misure di sostegno per aiutare le Regioni più bisognose dell’Unione europea e per supportare le imprese. Quindi, parte delle risorse servirà a erogare aiuti a coloro che hanno bisogno al di fuori dei confini dell’Ue. Ora la proposta di variazione al bilancio comunitario andrà al vaglio del Consiglio dell’Unione europea e dell’Europarlamento; essa si inserisce nel quadro del nuovo strumento di ripresa, varato da Bruxelles per far fronte alla crisi generata dal Covid-19, denominato «Next Generation EU».

    NOTIZIE ECONOMICO-PROFESSIONALI

    Generali: Leonardo Del Vecchio, presidente di EssilorLuxottica, auspica di vedere Generali competere da leader nel mercato assicurativo italiano e non vuole spingerla alla fusione con una compagnia straniera, che sia Axa o Zurich: lo hanno riferito fonti di mercato vicine all’imprenditore, che detiene il 4,80% del Leone e che aveva chiesto nei giorni scorsi alla Bce l’autorizzazione per salire, tramite la holding Delfin, dal 9,90 al 20% di Mediobanca. L’istituto di Piazzetta Cuccia, a sua volta, detiene circa il 13% delle Generali.L’auspicio di Del Vecchio, dunque, è quello di vedere il ritorno del gruppo triestino alla leadership che deteneva nel comparto assicurativo negli anni 1990.

    Stati Generali delle Professioni:: sono 23 gli Ordini professionali italiani che si riuniscono oggi per ribadire un compatto «no» alle discriminazioni nei loro confronti e per ribadire al Governo il loro ruolo economico, sociale e sussidiario. L’obiettivo dell’evento è quello di sollecitare l’esecutivo ad approvare le proposte di modifica al decreto Rilancio presentate dagli ordini e che riguardano, in particolar modo, la possibilità di fruire del bonus di 600/1.000 euro e dei contributi a fondo perduto, da cui sono stati esclusi; la semplificazione normativa; l’autonomia della Casse nel sostegno agli iscritti; l’alleggerimento degli oneri fiscali a loro carico e l’introduzione di uno scudo penale per la responsabilità penale di chi abbia posto in essere tutte le misure necessarie per contrastare e contenere la diffusione del Covid-19 nei luoghi di lavoro. Un «manifesto» di 10 proposte per garantire la parità di accesso dei professionisti alle misure di sostegno nella fase di emergenza e rafforzare le misure in materia di politiche di investimento.
    Professionisti italiani: crolla la produttività secondo l’Osservatorio del Consiglio e della Fondazione dei commercialisti. Dal 2007 al 2019, il valore aggiunto per occupato, misurato in termini reali (cioè al netto dell’inflazione), del comparto delle attività professionali si è ridotto del 21,5% facendo registrare una perdita in termini assoluti di quasi 13 mila euro per ogni lavoratore. «I numeri fornitici dal nostro Osservatorio», commenta il presidente Cndcec Massimo Miani, «certificano una profonda distorsione del mercato del lavoro che, soprattutto nelle mutate condizioni conseguenti alla crisi del 2008, continua a generare un sovraffollamento del sistema e un eccesso di offerta che deprime il valore dei servizi prestati.
    FCA: Il gruppo automobilistico ha rinviato la ripartenza della produzione della Panda nello stabilimento di Pomigliano d’Arco prevista per l’8 giugno «per la debolezza del mercato». Intanto parte da Torino la sperimentazione di una nuova tecnologia innovativa che punta a rendere più green i centri storici delle città. Per la prima volta un’auto ibrida sarà in grado di riconoscere la zona a traffico limitato e potrà passare automaticamente alla modalità elettrica, grazie al sistema ideato da Fca e dal suo Centro Ricerche, che interagisce con le piattaforme di gestione della viabilità del Comune di Torino..
    JABIL: la multinazionale americana ha revocato i licenziamenti annunciati di 190 lavoratori della fabbrica di Marcianise (Caserta) e ricorrerà ad altre cinque settimane di cassa integrazione per Covid.
    Unicredit, Sace e Microsoft:lanciano un percorso formativo digitale per le imprese italiane per riflettere insieme su come affrontare i nuovi scenari economici causati dalla pandemia.
    Fondi- accordo Generali-Cometa: Generali Italia si è aggiudicata per dieci anni il mandato di gestione dei due comparti di investimento TFR Silente e Sicurezza 2020, di Cometa il Fondo Pensione Complementare per i lavoratori dell’industria metalmeccanica, fino al 2030.

    BTP: l’annuncio a sorpresa ha portato bene al Tesoro italiano, che in una manciata di ore ha raccolto ordini per 108 miliardi di euro. L’oggetto del desiderio è il nuovo Btp a dieci anni, scadenza primo dicembre 2030 un tasso nominale dell’1,65%, che corrisponde ad un rendimento lordo dell’1,707% (il titolo è stato collocato un po’ sotto la parità), che ha visto una netta preponderanza di ordini dall’estero: si sono fatti avanti 40 paesi diversi, con richieste provenienti da 500 investitori, per tre quarti stranieri (come era già successo per le ultime emissioni del Btp a 5 e a 30 anni).

    Lufthansa: dopo il salvataggio, i sacrifici. Lufthansa si prepara a tagliare migliaia di posti di lavoro, anche se non ha confermato le indiscrezioni sulla cifra inquietante — 20 mila — che circola da giorni. Insistenti anche i rumors su possibili vendite di asset per ripianare i conti devastati dal Covid19. Tra gennaio e marzo la seconda maggiore compagnia aerea europea ha visto evaporare circa un quarto di passeggeri. E le perdite nel primo trimestre sono aumentate del 500% rispetto a quello precedente, a 2,1 miliardi di euro.

    Moneta fiscale: dai crediti d’imposta alla moneta fiscale il passo è breve. E si tratta di una dote finanziaria di tutto rispetto, visto che il decreto Rilancio ha accantonato per tale operazione, risorse per quasi 15 miliardi di euro per il biennio 2020-2021. Sono essenzialmente due le disposizioni contenute nel dl Rilancio (dl.34/20) che consentono ai contribuenti di trasformare i crediti d’imposta e agevolazioni fiscali in moneta, attraverso la cessione di questi ultimi ai terzi, inclusi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari.

    Interpump e Inwit, dal 22 giugno, entreranno a far parte del Ftse Mib di Borsa italiana. Prenderanno il posto di S.Ferragamo e Bper.
    Lvmh: l’accordo di acquisizione da 16,2 miliardi di dollari tra Lvmh e Tiffany è incerto a causa del deterioramento del mercato americano: lo ha riportato la rivista specializzata Wwd.
    Piaggio Aerospace: sono 19 le manifestazioni di interesse ricevute dal Commissario Vincenzo Nicastro per l’acquisto dei complessi aziendali di Piaggio Aero Industries e Piaggio Aviation.
    Salario minimo europeo: la Commissione Ue ha avviato a seconda fase di consultazione fino al 4 settembre delle organizzazioni sindacali e datoriali sulle modalità per «garantire salari minimi equi a tutti i lavoratori dell’Unione europea. L’obiettivo della Commissione non è quello di fissare un salario minimo uniforme a livello europeo né armonizzare i sistemi di determinazione dei salari minimi. Ogni eventuale misura verrebbe applicata in modo diverso in funzione dei sistemi e delle tradizioni dei singoli stati membri nella determinazione dei salari minimi, nel pieno rispetto delle competenze nazionali e della libertà contrattuale delle parti sociali. Vengono però indicati alcuni aspetti che dovranno guidare le scelte europee: per prima cosa i salari dovranno essere determinati grazie a una contrattazione collettiva ben funzionante; i quadri nazionali dovranno consentire la determinazione e l’aggiornamento periodico dei salari minimi legali sulla base di criteri chiari e stabili; le parti sociali devono essere effettivamente coinvolte nella determinazione. Dopo questa seconda fase, inizieranno i negoziati tra le parti sociali che porteranno poi alla definizione di un accordo definitivo.
    Sondaggio Confprofessioni: la burocrazia ferma la liquidità. Soprattutto quella alle piccole imprese. Le garanzie previste dal decreto liquidità stanno incontrando una serie di blocchi da parte degli istituti di credito che, in alcuni casi, hanno anche agganciato polizze assicurative alla concessione dei finanziamenti con garanzie statali.. Il sondaggio punta ad analizzare l’attività, i tempi di erogazione dei prestiti alle imprese e i comportamenti del sistema bancario per favorire l’accesso al credito, alla luce del decreto del decreto legge n. 23 dell’8 aprile 2020 che, attraverso il Fondo di garanzia per le Pmi, garantisce fino a 100 miliardi di euro di liquidità al sistema produttivo italiano colpito dalla pandemia.
    CTR Parma:: è inammissibile il ricorso scansionato depositato in via telematica nel fascicolo della commissione tributaria: occorre che l’atto introduttivo sia nativo digitale , in formato pdfA (non modificabile).

    DAL MONDO

    Cina – Vaticano: nonostante la situazione di Hong Kong, non cambierà la strategia della Santa Sede nei confronti della Cina. Anzi, la «diplomazia del coronavirus» si prepara a produrre un prolungamento della loro intesa, in scadenza a fine settembre, l’ipotesi di uno slittamento «per almeno dodici mesi» del termine per ridiscutere il loro accordo biennale e verificarne i contenuti nel 2021, le due parti dovranno esprimere la volontà di proseguire i negoziati.
    USA: i generali dicono «no» al presidente Donald Trump.Non esistono i presupposti per invocare l’Insurrrection Act, la legge del 1807 che Trump ha minacciato di applicare inviando l’esercito a stroncare le manifestazioni di protesta scoppiate per l’omicidio di George Floyd.

    USA-CINA: Con un balzo indietro che riporterebbe alla situazione dei primi anni Settanta, gli Stati Uniti e la Cina potrebbero rimanere senza collegamenti aerei diretti. È la conseguenza di un nuovo braccio di ferro annunciato ieri da Donald Trump, poiché il Governo di Pechino non ha autorizzato la ripresa dei voli per le compagnie aeree statunitensi interrotti durante la pandemia, quello di Washington lancia l’ultimatum: in assenza di reciprocità, entro il 16 giugno scatta lo stop a tutte le compagnie cinesi.

    Svezia: il Governo annunica una commissione di inchiesta sulla crisi dopo il fallimento del modello svedese della gestione della pandemia avendo criticato sin da subito il lockdown effettuato da altrai paesi.
    Germania- Soeder, premier bavarese: Intervistato pochi giorni fa, ha difeso a spada tratta il progetto di Angela Merkel e Emmanuel Macron di affidare all’Unione europea 500 miliardi da distribuire in aiuti ai paesi più colpiti dal Covid-19. – un fondo dalla durata limitata, da finanziare con obbligazioni garantite dal bilancio Ue e dai maggiori contribuiti dei 27 paesi membri, quindi anche con un maggiore contributo della Germania: “Se la Germania aiuta l’Italia e la Spagna, allora stiamo aiutando noi stessi, e non solo economicamente, ma anche politicamente e culturalmente. Poiché noi tutti siamo l’Europa. E se non aiutiamo i partner europei colpiti dal Covid-19, l’Europa alla fine andrà in pezzi. Tutti sanno quali sono gli interessi in campo. L’Europa deve continuare ad autodeterminarsi e restare nel processo internazionale. Al momento c’è il rischio che l’Europa esca dalla scena mondiale. Sarebbe un passo indietro nella difesa dei nostri valori, come la libertà, i diritti umani e la democrazia. Un rifiuto degli aiuti non ci aiuterebbe. Perché una disintegrazione dell’Europa, e quindi del mercato interno, anche solo dal punto di vista finanziario, sarebbe un rischio enorme».

    CORONAVIRUS NEWS
    RIAPRONO I CONFINI REGIONALI
    Risale la curva del contagio in Italia, ma continua a scendere il numero dei decessi. Ieri 318 nuovi casi, di cui 187 in Lombardia, 57 in Piemonte,, 19 in Emilia-Romagna, 15 in Liguria e 10 in Toscana. In tutte le altre regioni sono numeri a una cifra, e in ben 8 regioni non c’è stato alcun nuovo contagiato.
    Per fortuna continua a scendere il numero dei morti, ieri 55, il giorno prima 60. In Lombardia 12. Sono oltre 160 mila i guariti, in Italia, ieri 1.737 in più, il doppio rispetto al giorno precedente.
    Saranno almeno 50 le onorificenze al merito della Repubblica che il Capo dello Stato Sergio Mattarella conferirà ad altrettante persone che durante il periodo più violento dell’epidemia si sono distinte per abnegazione, coraggio, capacità di cura, anche mettendo a rischio la propria vita.
    Cinema, teatri ecc: Il 15 giugno riapriranno cinema e teatri e anche i centri estivi, mentre per i dettagli degli stadi e delle scuole bisognerà aspettare. Ancora da definire, invece, il quadro delle vacanze all’estero.
    Confini regionali: da mezzanotte sono stati riaperti i confini regionali, ripristinando la libera circolazione nell’intero territorio nazionale. Il Governo ha deciso di dare subito il via libera per tutti.
    Treni e stazioni: entra in vigore, con il decreto firmato ieri dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, la misurazione obbligatoria della temperatura nelle stazioni dell’alta velocità ferroviaria per tutti i passeggeri dei treni a lunga percorrenza. Nel caso sia superiore ai 37,5 non sarà consentito l’accesso ai treni. Tornano i servizi di ristorazione a bordo, personale dotato di mascherina e guanti consegnerà direttamente al posto alimenti e bevande in confezione sigillata e monodose.
    Frontiere con gli altri Paesi: da oggi non saranno più sottoposte alla quarantena di 14 giorni le persone che entrano o rientrano da Stati dell’area Schengen, i 26 Paesi che coprono quasi tutta l’Unione europea, più altri tra i quali Regno Unito, Svizzera e Islanda. L’isolamento è previsto solo per chi nei 14 giorni precedenti è stato in altri Paesi che non rientrano in questo elenco. La Grecia insiste nell’imporre restrizioni a chi viene da quattro regioni del Nord, la Spagna aspetta il primo luglio, la Francia chiede un’autocertificazione, l’Austria non ha ancora deciso cosa fare e l’elenco sarebbe ancora lungo.
    Ristoranti e dehors: Tra le misure a sostegno dei commercianti i Comuni, oltre all’esonero o alla sospensione dei tributi, hanno adottato procedure semplificate per consentire ai titolari di bar e ristoranti di ampliare l’occupazione di suolo pubblico tra il 30 e il 50%.. L’iter veloce, nella maggior parte dei casi, consiste in un’autocertificazione corredata dal progetto di un tecnico: nelle more delle verifiche, a valle dell’istruttoria, gli esercenti possono iniziare subito a ingrandirsi.
    App. Immuni: oltre 500 mila download in 24 ore e primo posto della classifica italiana delle app più scaricate, sia su App store, sia su Google Play.. Solo da lunedì prossimo, però, Liguria, Marche, Abruzzo e Puglia la integreranno nel loro sistema sanitario permettendo l’inivio delle notifiche a chi è stato a contatto con un positivo. La settimana dopo dovrebbe partire il resto del Paese.
    Le donne : Insieme alla nascita della Repubblica, ieri avremmo dovuto festeggiare anche la prima volta del voto alle donne, nel referendum del 2 giugno 1946 le italiane cominciarono infatti finalmente a esercitare i loro diritti di cittadinanza politica. Oggi ci sembra un avvenimento lontano, e forse un evento scontato. Forse per questo abbiamo smesso di ricordarlo.
    Alitalia : Capienza contingentata e passeggeri distanti, ma è pur sempre un passo verso la normalità: ieri da Fiumicino è partito il volo per New York. Fino al 14 giugno la frequenza sulla tratta Roma-New York sarà bisettimanale, con voli martedì e sabato; dal 15 giugno i voli saranno 4 a settimana. Tra oggi e domani riprenderanno anche i voli con la Spagna: prima il Roma-Barcellona e poi il Roma-Madrid. Oggi riprendono anche il Roma-Alghero e il Roma-Olbia.
    Facebook: un post di Donald Trump che sfida con linguaggio brutale i manifestanti «se saccheggiate noi spariamo» viene segnalato come violento da Twitter, ma Facebook si rifiuta di fare altrettanto, e nella più grande rete sociale del mondo scoppia la protesta dei dipendenti che sfocia in uno sciopero di: 600 dipendenti di Facebook, riuniti sotto la sigla #TakeAction, che lo hanno attuato per esprimere disappunto e vergogna per la decisione dei nostri leader di non intervenire sul post del presidente.
    Linate e apertura scali nazionali:
    • resterà ufficialmente chiuso almeno fino al 14 giugno, ma i primi voli potrebbero riprendere dopo l’estate, settembre, ottobre, se non verrà meno il distanziamento sociale in aerostazione e se le compagnie non ripristineranno un numero sufficiente di collegamenti così da portarlo a tornare operativo da luglio.
    • Con un decreto di tre pagine nel tardo pomeriggio di ieri il ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il dicastero della Salute, ha deciso di portare a 23 il numero degli scali che possono ripristinare il servizio dopo averne chiusi diversi per contenere la diffusione del nuovo coronavirus.
    Cartelle cliniche e contagi: il 4 maggio, esattamente in corrispondenza con la fine del lockdown, una dipendente amministrativa dell’ospedale San Carlo risulta positiva al coronavirus, che lavora nella «centrale cartelle», da cui passano appunto le cartelle cliniche dei pazienti. Scatta l’indagine epidemiologica sui colleghi della donna: in tutto risulteranno nove persone infettate sulle ventisette che vengono sottoposte al test, due delle quali saranno ricoverate in terapia intensiva. Non è chiara l’origine di questo cluster e nemmeno il perché il virus si sia diffuso tra i dipendenti, nonostante l’uso dei dispositivi di protezione..
    Dentisti- il protocollo della categoria: trattare ogni paziente come se fosse potenzialmente infetto: questo è la ratio alla base delle indicazioni operative per l’odontoiatria nella Fase 2, sia nel pubblico, sia negli studi privati che in Italia coprono il 93% delle prestazioni.
    NOTIZIE ECONOMICHE
    Borsa e ripresa economica: la progressiva riapertura delle attività dopo la gelata del lock-down e la conseguente speranza di ripresa economica hanno sostenuto non solo Piazza Affari, ma i listini di tutta Europa.. Il mese di maggio è risultato positivo per tutte le Borse continentali. La spinta decisiva è arrivata dal Recovery Fund da 750 miliardi proposto dalla Commissione europea. Ovviamente non mancano le incognite, lo scontro Usa-Cina su Hong Kong e i dati contrastati provenienti dall’economia, uno su tutti il rischio di un crollo del 13% del Pil italiano, come da allarme della Banca d’Italia.
    Ottimismo e Piazza Affari: per la ripresa delle attività economiche ha avuto la meglio fra gli operatori finanziari e le borse europee, trainate da quella tedesca, hanno messo a segno buoni rialzi. Francoforte ha guadagnato il 3,75%, Milano il 2,42% (Ftse Mib a 18.971 punti), Parigi il 2,02% e Londra lo 0,87%. A New York, invece, gli indici viaggiavano a due velocità. A piazza Affari in luce il comparto oil, grazie all’incremento dei prezzi del petrolio (Brent a 39,36 dollari e Wti a 36,24) sulle attese che l’Opec allargato anticipi a domani il meeting sui tagli produttivi
    CMC: La prima acqua potabile arriverà a sud di Buenos Aires nel 2027, distribuita attraverso condotte sotterranee a 2,5 milioni di persone. Il tunnel idraulico insieme alla stazione di pompaggio all’estremità del tunnel saranno realizzati dal gruppo Cmc di Ravenna, tra i leader nel settore delle costruzioni. Valore del progetto: 170 milioni di euro. Nella stessa area Salini-Impregilo e Ghella stanno realizzando un progetto per il trattamento delle acque reflue del fiume Riachuelo, altamente inquinato.
    Aeroporti lombardi: sono almeno 35 mila, considerando l’indotto, i lavoratori che dipendono dai quattro aeroporti lombardi. Circa 20 mila a Malpensa, gli altri divisi tra Linate, Orio al Serio, e pochi a Montichiari. Sono le persone occupate nei servizi di handling, negli esercizi commerciali e nella ristorazione, nelle imprese di pulizia e nelle varie attività collaterali che gravitano attorno a uno scalo aereo. Tutti fermi. Tutti in attesa di capire se e come riprenderà il traffico aereo. Tutti a rischio.
    Easyjet: la compagnia aerea EasyJet ha detto di voler ripristinare i voli sul 75 per cento delle sue rotte in Europa entro la fine di agosto e il 50 per cento entro la fine di luglio, anche se la frequenza dei voli giornalieri sarà più bassa di una normale stagione estiva. EasyJet ha già iniziato i suoi primi voli pochi giorni fa, introducendo nuove regole tra cui l’obbligo di indossare mascherine per gli assistenti di volo e i passeggeri e il divieto di servire cibo sui voli.

    Tassisti in sciopero: si fermano i taxi a Milano il 3 giugno 2020. L’agitazione durerà dalle 8 alle 22, tutta la giornata. I tassisti sono in protesta per la crisi di tutto il comparto, che si fa sentire a partire dal lockdown dovuto all’emergenza sanitaria da Covid-19. Un lockdown che ha fortemente inciso sul reddito dei tassisti.
    Sperimentazione sui macachi: Può ripartire la tanto discussa sperimentazione sui macachi, portata avanti dai ricercatori delle università di Torino e di Parma, minacciati di morte per i loro studi, e ostacolata dagli animalisti della Lav. Il Tar del Lazio ha infatti respinto il ricorso della Lega anti vivisezione e annullato lo stop che i giudici avevano imposto in via cautelare a gennaio.
    Lo studio, condotto nell’ambito del progetto Light-Up, validato dal Consiglio europeo delle ricerche, ha lo scopo di trovare meccanismi neurali e trattamenti per il recupero visivo in persone che hanno una parziale cecità dovuta a lesioni cerebrali e non dell’occhio.

    Università: «Un universitario su due pagherà meno tasse». Lo dice il Ministro dell’Università: il cuore della questione è l’innalzamento dell’asticella dell’Isee, l’indicatore della situazione economica dell’iscritto (e della sua famiglia). La no tax area passerà da 13.000 euro lordi a 20.000. E l’area di sconto sarà compresa tra 20.000 e 30.000 euro (prima erano previste quattro fasce tra i 15.000 e i 30.000 euro). In questo secondo blocco, l’abbattimento medio della tassazione sarà del 50 per cento, «e ancora più elevata per i redditi bassi»
    .
    Recovery fund: niente soldi senza un piano di riforme». È questa la condizionalità necessaria e, sembrerebbe sufficiente, per accedere alle risorse del Next Generation Eu, secondo il vicepresidente della Commissione europea Valdis Dombrovskis. Gli Stati, «devono presentare piani che spieghino quali riforme e investimenti pensino di mettere in campo per stimolare la crescita e rafforzare le loro economie contro la crisi innescata dall’epidemia». Per l’Italia dunque la strada passa inevitabilmente per la presentazione, che avverrà nei prossimi giorni, del “piano” invocato da Dombrovskis ed infatti al Tesoro stanno lavorando al Recovery plan che conterrà gli impegni del nostro Paese per investimenti e progetti.

    SNAM: aumenta il peso delle società italiane del settore energia nel Golfo Persico. Entro fine mese, dovrebbe chiudersi l’operazione che porterà il gruppo Snam a svolgere un ruolo di primo piano nelle infrastrutture del gas di Abu Dhabi. Sono infatti alle ultime battute le trattative per la cessione del 49% della società che fa capo ad Adnoc, il colosso controllato dal governo dell’Emirato che sta aprendo a vari livelli le proprie attività a gruppi stranieri.

    Bce: si prepara ad aumentare gli acquisti del programma pandemico Pepp. L’annuncio dovrebbe arrivare già domani, al termine del Consiglio Direttivo della banca centrale. Tutti gli analisti prevedono che il Pepp sia esteso di almeno 500 miliardi entro fine anno, con il prolungamento del programma oltre il 2020. Agendo subito, la Bce potrà mandare un chiaro messaggio dopo la sentenza della Corte Costituzionale tedesca, che aveva intimorito gli investitori riguardo alla capacità della banca centrale di sostenere i mercati e l’inflazione.
    Fca Italy,: la controllata del Lingotto cui fanno capo le attività italiane (e non solo) della casa italo-statunitense, corre spedita verso l’erogazione del prestito da 6,3 miliardi con le garanzie pubbliche della Sace, Dopo il via libera di Intesa Sanpaolo, in questi giorni è atteso l’ok del Governo e della Corte dei Conti. Nel frattempo però la stessa Fca Italy, controllata al 100% dalla casa madre con sede nei Paesi Bassi, ha depositato presso la Camera di Vommercio il proprio rendiconto 2019. con un rosso di 384,2 milioni, un giro d’affari di 24,4 miliardi, dai 27,2 miliardi dell’anno prima.
    PRADA: la maison ha presentato un nuovo progetto digital che mira ad offrire un’inedita immersione nel suo multiforme universo. Al centro della narrazione sono la bellezza e l’eccellenza del Made in Italy di cui la label si fa simbolo. Accanto ai contenuti narrativi, verrà in seguito lanciato un videogame
    Sospensione mutui prima casa: con il silenzio assenso della Consap. Campo di applicazione esteso anche ai piccoli imprenditori e richieste fino al 9 gennaio 2021 anche per i mutui in essere da meno di un anno. e il fondo Gasparrini dotato di nuova liquidità. Il tema della sospensione delle rate per i mutui prima casa ha subito nuovi aggiornamenti introdotti nel decreto Liquidità (dl 23/20) nel passaggio alla Camera. Ora il testo è all’esame della Commissione bilancio del Senato con la necessità di convertirlo entro l’8 giugno Sul tema dello stop alle rate dei mutui prima casa per chi è in difficoltà lavorativa, il decreto dunque riaggiorna tempi e procedure.

    Cassazione:
    • Contraddittorio preventivo a scartamento ridotto: quasi mai l’atto di accertamento che non sia preceduto dall’escussione del contribuente, è nullo. Intanto se riguarda le sanzioni la normativa applicabile non lo prevede e, in caso di tributi armonizzati (Iva, dogane), è il contribuente che deve dimostrare in giudizio cosa avrebbe potuto eccepire.
    • Il curatore fallimentare deve comunque pagare le sanzioni del debitore fallito, anche se relative a debiti tributari maturati prima del fallimento. Non conta, infatti, che l’irrogazione delle sanzioni arrivi in pendenza della procedura concorsuale se il contraddittorio ci fosse stato; ciò per evitare che ci si trovi di fronte a doglianze puramente pretestuose.
    • L’avvocato che non interrompe la prescrizione ne risponde a titolo di responsabilità professionale.
    • Inapplicabile l’esimente della speciale tenuità qualora gli elementi passivi fittizi riguardino importi elevati
    ISA: gli Indici sintetici di affidabilità si adeguano ai tempi del coronavirus. Infatti, la crisi economica connessa all’emergenza epidemiologica Covid-19 rende necessaria la revisione degli strumenti approntati per verificare la conformità e la coerenza delle attività economiche alle vigenti disposizioni fiscali. In questa prospettiva, il decreto Rilancio ha previsto, con l’art. 148, possibili deroghe della disciplina Isa a valere per gli anni 2020 e 2021.
    Rimborsi fiscali veloci: operazione rimborsi fiscali veloci, dalle imposte dirette all’IVA, dall’Irap alle imposte che emergono dalle dichiarazioni dei redditi: con la nuova procedura già operativa dal 15 gennaio e ora con l’input arrivato dal decreto rilancio per fronteggiare la crisi economica, l’ Agenzia delle entrate punta a tagliare a 40-45 giorni la restituzione dei crediti maturati dalle famiglie, imprese e partite IVA, prevedendo accredito diretto sul conto corrente per quel contribuente che comunica all’agenzia l’iban o in alternativa attraverso assegno vidimato dalle poste.
    Giornata Mondiale dell’Ambiente: «Ripartire, insieme». Non poteva essere che questo il titolo del prologo dell’evento in live streaming organizzato dal Corriere il 5 giugno per la 46ma Giornata Mondiale dell’Ambiente.. Ripartiamo per andare oltre l’emergenza del virus muovendo da una certezza: la lotta contro la pandemia e le crisi sanitarie e economiche che ne derivano deve incrociare quella — più vasta — dovuta alla crisi climatica. E va combattuta tutti insieme, appunto.
    CNN: compie 40 anni. Il network fu lanciato il primo giugno del 1980 da Atlanta, in Georgia, ed è passato alla storia per essere stato il primo canale all news al mondo. Nel primo giorno di attività in programmazione c’era un’intervista all’allora presidente degli Stati Uniti Jimmy Carter, la copertura della campagna presidenziale in vista delle elezioni, diverse notizie di cronaca.
    Cavalieri del lavoro: il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato i decreti con i quali, su proposta del ministro dello Sviluppo Economico, di concerto con la ministra delle Politiche Agricole Alimentari Forestali, , sono stati nominati 25 Cavalieri del Lavoro: : Allegrini Maria – Agricoltura/vitivinicolo Veneto; Campanile Antonio – Industria/chimica – Umbria; Castagna Giuseppe – Credito – Lombardia; Coppini Lorenzo – Industria/trasduttori elettroacustici – Toscana; Doglione Anna Maria Grazia – Industria/siderurgica – Piemonte; Ferragamo Ferruccio – Alta moda – Toscana; Fiasconaro Nicola – Artigianato/prodotti dolciari – Sicilia; Frandino Mario – Industria/alimentare – Piemonte; Garofalo Maria Laura – Sanità privata – Lazio; Gilardi Alessandro – Industria/edile – Piemonte; Grassi Damiani Guido Roberto – Gioielleria di alta gamma – Estero; Maiello Giuseppe – Commercio/articoli di profumeria – Campania; Marchi Enrico – Attività aeroportuali – Veneto; Martini Luciano – Industria /alimentare – Emilia-Romagna; Merloni Paolo – Industria/elettrodomestici – Marche; Nocivelli Marco – Industria/impianti per refrigerazione – Lombardia; Ottolenghi Guido – Logistica portuale – Emilia-Romagna; Parati Gian Battista – Industria/ alta specializzazione – Lombardia; Pesce Umberto – Industria/ metalmeccanica – Basilicata; Pittini Federico – Industria/siderurgica – Friuli Venezia Giulia; Ravazzotti Giovanni – Industria/ceramica – Estero; Serrati Giorgia – Commercio conserve ittiche – Liguria; Stein Silvia – Maglieria di alta gamma – Veneto; Stirpe Maurizio – Industria/componentistica – Lazio; Valentini Guido – Industria/metalmeccanica – Lombardia.

    CORONAVIRUS NEWS

    LIBERI AL PIU PRESTO CON PRUDENZA

    Brusaferro (presidente dell’Istituto superiore di Sanità): alla vigilia dell’eliminazione dal prossimo 3 giugno delle barriere alla mobilità interregionale e internazionale, avverte: “la seconda ondata in autunno arriverà e dobbiamo essere pronti a identificare i casi sospetti precocemente e tempestivamente”.

    Regioni: spostamenti liberi tra le Regioni dal 3 giugno, oppure rinvio di una settimana dell’entrata in vigore del decreto per tutti. Sono queste le due ipotesi che il Governo sottoporrà ai Governatori nella conferenza convocata.

    L’Italia verso la riapertura tra Regioni: “Se si riparte, lo si fa senza distinzioni” dice il Ministro Boccia. Scoppia intanto un caso tra la Lombardia e il Presidente della Fondazione GImbe, secondo il quale i dati lombardi sarebbero stati aggiustati per evitare la chiusura.

    Numeri: Il numero di nuovi contagiati ha fatto invece registrare un lieve aumento rispetto all’altro ieri (593 contro 584), con il 64,4% del totale (382, due in meno rispetto a mercoledì) sempre in Lombardia, dove ci sono stati anche venti dei 70 decessi complessivi a livello nazionale, con otto regioni senza morti, in terapia intensiva meno di 500 e 3583 guariti.
    Calcio: riparte. Il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha annunciato che la Serie A tornerà in campo il 20 giugno. Ma le partite di Coppa Italia saranno disputate una settimana prima, il 13 giugno. Con la finale il 17.

    Taxi: si vola ancora poco a Malpensa e, a terra, ci sono un centinaio di tassisti tutti i giorni per non più di una ventina di corse. Ognuno al Terminal 2 fa un turno di dieci ore, il posteggio è pieno 24 ore su 24. Alle 13,30 ci sono sessanta macchine. E di notte, alle 22, una ventina. L’attesa nel piazzale è lunghissima. Stanno qui per provare a prendere un cliente. In colonna, fermi, distanziati (tanti hanno anche un foglio di plexiglass a fare da divisorio tra conducente e sedile posteriore) i tassisti di Malpensa scendono per sgranchirsi. Il virus si è mangiato voli e viaggiatori.
    Monopattini a Roma: disponibili, da ieri, con Helbiz: il servizio offerto dall’azienda americana autorizzato da Roma Capitale. Il servizio ricalca quello del bike sharing.
    Ristoratori: Dopo 10 giorni di Fase 2 i ristoranti restano semivuoti. Si esce poco a cena e, come conseguenza dello smart working, non ci si siede a tavola neanche in pausa pranzo. I gestori dei locali: «Una prima settimana tremenda». Tanti gli investimenti per mettere in sicurezza gli spazi, ancora scarsi gli incassi.

    Edicole di Milano lanciano durante la Digital Week 2020 i primi ‘sportelli di quartiere’ per emettere i certificati anagrafici grazie ad una convenzione tra Comune e Snag, il Sindacato autonomo dei giornalai aderente a Confcommercio Milano. Sono 15 le edicole abilitate al servizio alle quali presto se ne aggiungeranno altre 20 che potranno rilasciare i certificati, ad esempio di nascita, residenza, cittadinanza, stato di famiglia, matrimonio, unione civile, morte, contratto di convivenza.

    Mangiare fuori: Tavoli all’aperto, menù di pesce e naturalmente misure di prevenzione, a partire dal pagamento contactless. Il mondo della ristorazione torna a far sognare il 77% degli italiani iscritti a TheFork che, a tre settimane dalla fine del lockdown e passati 15 giorni dalla riapertura degli esercizi, cominciano a riprogrammare le loro uscite. L’applicazione globale di prenotazioni online che fa capo a Tripadvisor, ha nuovamente misurato la fiducia dei potenziali clienti abituati a riservare via app un tavolo e fra un campione di 13 mila utenti attivi circa i quattro quinti si sono dichiarati pronti a tornare a mangiar fuori entro un mese.

    NEXT GENERATION UE
    Commissario Europeo agli Affari Economici:: «Almeno il 60% dei contributi a fondo perduto» messi in campo dal Recovery Fund «dovrebbe essere assegnato entro la fine del 2022. Il resto entro la fine del 2024». Mentre la tranche sui «prestiti dovrebbe essere richiesta non oltre la fine del 2024».
    Un meccanismo che all’Italia destina complessivamente 172,7 mld di euro, di cui 81,807 sotto forma di sovvenzioni a fondo perduto e 90,938 erogabili come prestiti, a fronte di una contribuzione netta del paese al bilancio dell’Unione per 56 miliardi di euro. E che, complessivamente, mobilita risorse per 750 miliardi di euro, che saranno raccolti sui mercati, mediante emissione di bond Tripla A della Commissione europea, garantiti dal bilancio Ue e rimborsati agli investitori dal 2028 e non oltre il 2058, attraverso la contribuzione degli stati membri ai futuri bilanci dell’Unione.
    Per accedere al Recovery fund ci saranno condizionalità. Gli stati europei che sceglieranno di chiedere quelle risorse dovranno stilare «piani nazionali di riforme coerenti con le priorità Ue»: «in primo luogo le transizioni verdi e digitali» dei rispettivi sistemi economici.
    Le sovvenzioni sono collegate alla corretta attuazione delle politiche», che ciascun paese formulerà come priorità e indicherà «in un progetto di piano di risanamento. Questi piani di recovery «dovranno essere presentati alla commissione europea entro il prossimo aprile, con in allegato il programma di riforme previsto». «Ma se un paese lo desidera, il piano di recovery potrà essere presentato a Bruxelles entro ottobre, assieme alla proposta di legge di bilancio».
    Le «condizionalità» saranno legate:1) – all’attuazione di politiche coerenti con le decisioni assunte nel semestre europeo col pacchetto di primavera 2020. Tra queste, le raccomandazioni della commissione: a investire su sanità pubblica, mantenimento dell’occupazione, sostegno alle pmi e ai lavoratori colpiti; la lotta alla pianificazione fiscale aggressiva e al riciclaggio; l’attuazione di misure nel campo della competitività, della sostenibilità e dell’equità; il monitoraggio dei conti; 2) – al rafforzamento del potenziale di crescita dei singoli paesi e della coesione in seno all’Unione europea; 3) alla previsione o meno di misure che contribuiscono in modo significativo ad affrontare le transizioni verdi e digitali dei rispettivi modelli produttivi.
    La Commissione adotterà una decisione che stabilisce il contributo di cui lo Stato membro beneficerà (una sovvenzione e, se così richiesto, un prestito), a condizione che siano soddisfatti i criteri di valutazione (di cui sopra)». La medesima decisione indicherà per ciascun paese «i capisaldi e il calendario per l’attuazione» del piano di recovery.
    E se gli stati non staranno ai patti? I fondi verranno distribuiti a rate, in base ai progressi fatti sui piani di riforma. Se lo stato non rispetterà gli obiettivi perderà la rata.

    NOTIZIE ECONOMICO-PROFESSIONALI
    Bonomi (Confindustria):” l’economia è una cosa diversa, il lavoro o l’innovazione non si creano per decreto, ma con crescita e investimenti, la crescita deve essere la nostra ossessione, dobbiamo fare in modo che le microimprese diventino medie e le medie diventino grandi. La crisi, può rivelarsi una grande opportunità, un’occasione per disegnare una nuova Italia, per modernizzare veramente il Paese, non va sprecata».
    Malpensa: Superata la quota dei 3.000 viaggiatori al Terminal 2 dove oggi ci sono 40 voli, sarà aperto il T1. Da lunedì torna AirFrance- Klm.

    Ryanair: ridurrà quest’anno del 50% la capacità in Italia a causa della contrazione della domanda, ma la contrazione potrebbe esser superiore se verranno confermate le misure del Governo a cominciare dall’aumento dell’addizionale comunale applicata ai biglietti aerei dal 2021.

    Easyjet:: ha annunciato di voler ridurre la propria forza lavoro fino al 30% a causa della pandemia ( 4.500 lavoratori su un totale di 15.000).
    American Airlines: ha previsto tagli: al 30% del management e del personale amministrativo, sempre per la crisi legata alla pandemia.
    Wizz Air: una delle compagnie low cost più rampanti, apre una sua base all’aeroporto di Milano Malpensa a partire da luglio. Una mossa che lancia la sfida diretta alle altre aviolinee a basso costo: easyJet (che a Malpensa è pure quella più presente) e Ryanair. Da luglio Wizz Air piazzerà 5 Airbus A321 portando le rotte da otto a 28 e creando altri 200 posti di lavoro, al netto dell’indotto.

    Latam Airlines: la principale compagnia aerea sulle rotte tra i Paesi dell’America Latina e con il Nord America, ha dichiarato fallimento, ha richiesto il Chapter 11, aprendo la possibilità di procedere a una ristrutturazione aziendale, per consentire di gestire i debiti contratti, essa prelude a un ridimensionamento delle operazioni con l’obiettivo di una sostenibilità a lungo termine..

    Banca d’italia : Non sarà un’assemblea virtuale: il Governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, parlerà davanti a un pubblico in carne e ossa, sia pure ridotto di numero: appena in quaranta tra esponenti delle istituzioni banchieri, economisti e imprenditori seguiranno dal vivo le Considerazioni Finali. Tanti i temi sul tappeto: gli interventi per riprendere un sentiero di ripresa e di crescita e sviluppo, la necessità di cambiamenti strutturali e l’urgenza degli interventi, così come l’efficacia della politica monetaria della Bce.

    Confimprese: un «andamento fluttuante» è ciò che l’Osservatorio Confimprese ha rilevato analizzando i dati raccolti della prima settimana di riapertura degli esercizi commerciali che hanno bisogno ancora di tempo per consolidarsi. Solo l’80% è di nuovo operativo (il 55% è in franchising) mentre il 20% ha ancora le saracinesche abbassate. Tra i settori più penalizzati in questa prima fase di ripartenza, mettendo a confronto i dati 2020 con quelli della stessa settimana del 2019, c’è sicuramente la ristorazione con il 46% dei locali ancora chiusi e perdite bilanciate solo in parte dal «delivery», seguita poi dal fashion con il 25% dei negozi aperti.
    Enel:ha avuto il via libera dal ministero dello Sviluppo per chiudere in anticipo, già a partire dal gennaio prossimo, il Gruppo 2 della centrale a carbone Federico II di Brindisi. La centrale sarà riconvertita in un impianto a gas ad altissima efficienza, A Brindisi Enel sta anche sviluppando progetti per l’installazione di capacità fotovoltaica all’interno del sito, in linea con la strategia generale di sviluppare nuova capacità rinnovabile su tutto il territorio italiano. L’impegno per la transizione energetica verso un modello sempre più sostenibile è diventato determinante anche per gli investitori.
    Università Cattolica S.C.: Una manovra straordinaria a favore degli studenti del valore complessivo di circa 1,6 milioni di euro a fronte della crisi sanitaria da Covid-19. È quanto hanno predisposto Università Cattolica e Fondazione per il diritto allo studio EDUCatt in queste giornate di Open Week. l’iniziativa di orientamento è dedicata alla presentazione dei 50 corsi di lauree triennali e magistrali a ciclo unico dei cinque campus dell’Ateneo. In campo azioni mirate alla tutela del diritto allo studio, come la riduzione dei costi dei servizi per gli studenti che nel periodo di emergenza non ne hanno usufruito o ne hanno usufruito solo parzialmente e azioni concrete a favore degli studenti e delle loro famiglie in considerazione delle possibili ricadute economiche conseguenti alla pandemia.

    Intesa Sanpaolo e Gucci: uniscono le forze nelle filiere del made in Italy. Prosegue, quindi, la collaborazione avviata nelle prime fasi dell’emergenza sanitaria con la raccolta fondi a favore della Protezione civile. Con il programma Sviluppo filiere, lanciato nel 2015 e ora rinnovato, viene offerto supporto alle pmi di eccellenza per i piani di crescita. E questo perché dietro le grandi aziende del made in Italy ci sono migliaia di pmi e fornitori che contribuiscono alla realizzazione dei loro prodotti e ne costituiscono la filiera.

    Nissan: ha chiuso il quarto trimestre dell’esercizio 2019-2020 in profondo rosso, dopo avere contabilizzato miliardi di dollari in oneri di svalutazione e costi di ristrutturazione legati alla pandemia. A fine marzo la perdita netta è ammontata a 5,97 mld euro) rispetto all’utile di 2,5 mld di 12 mesi prima. Il fatturato è calato del 21% a 19,9 mld euro..
    Autostrade: entra nel vivo il rimescolamento azionario di Autostrade. La data room a disposizione di potenziali interessati è aperta e Atlantia ha fatto sapere che sono in corso «contatti preliminari con primari investitori istituzionali nazionali e internazionali interessati a valutare un eventuale investimento nella società». Anche se la holding non ha intenzione di arrivare a vere e proprie trattative finché non si sarà dissipata l’incertezza sul destino della concessione. Una posizione che emerge dalle risposte alle domande degli azionisti in vista dell’assemblea convocata per oggi
    Fondo Italiano d’Investimento Sgr: ha approvato il lancio di un nuovo fondo di private equity dedicato a investimenti di minoranza, denominato Fondo Italiano di Minoranze per la Crescita – FIMiC. L’iniziativa mira a coinvolgere un gruppo ampio di investitori istituzionali per supportare la crescita delle aziende italiane che hanno obiettivi di espansione, sia per linee interne sia attraverso acquisizioni. Il focus degli investimenti è rivolto ad imprese italiane con un fatturato annuo indicativamente compreso tra 20 e 250 milioni, caratterizzate da buona solidità patrimoniale, da redditività attuale e prospettica e da piani di sviluppo ambiziosi.
    Cottarelli: “La novità di adesso è che c’è una facilità nel raccogliere fondi che forse non avevamo. C’e’ una disponibilita’ di fondi da parte della Bce, da parte delle istituzioni europee e ora vedremo come si evolve la proposta della Commissione Ue sul Recovery Fund. Speriamo che questa sia l’occasione per utilizzare i fondi nel modo migliore anche per risolvere alcuni problemi strutturali”.
    Conbipel : Il concordato in bianco al Tribunale di Asti è stato chiesto dall’ azienda di Cocconato d’Asti controllata dal fondo Usa Oaktree. Il gruppo aveva già avuto una ristrutturazione (in base all’articolo 182 bis della legge fallimentare) nel 2014.
    Pittarosso: il gruppo starebbe pensando di presentare richiesta di concordato al Tribunale di Padova; una scelta arrivata dopo una lunga trattativa con il mondo bancario per la ristrutturazione del debito.
    NOTIZIE DAL MONDO

    Sud Corea:- marcia indietro: «Traccia, testa e cura». Doveva essere la chiave del successo sudcoreano nella lotta al Covid-19: una app scaricata sui telefonini, la collaborazione dei cittadini nell’inserire i propri dati sensibili, e la rapidità nel fare tamponi ogni qual volta scattava un allarme. Eppure Seul si è ritrovata — per la seconda volta — a fare marcia indietro dopo l’allentamento delle restrizioni. Il Governo ha deciso di richiudere l’intera area metropolitana della capitale, dove vive circa la metà dei 52 milioni di abitanti del Paese.
    USA- limiti ai socia:: Le grandi reti sociali Usa, da Facebook a Twitter, fin qui cresciute senza vincoli regolamentari, saranno sottoposte alla sorveglianza di due agenzie federali, la Fcc (la commissione che sovraintende alle comunicazioni) e la Ftc (competente per pratiche commerciali scorrette o fuorvianti), che vengono sollecitate ad allargare il loro raggio d’azione; cosi ha deciso il Presidente Trump con la firma di un atto amministrativo che per la prima volta pone limiti ai giganti digitali, mentre il Ministro della Giustizia, Barr, ha annunciato iniziative anche in sede giudiziaria e legislativa con la presentazione di una proposta al Congresso.
    Cina: Pechino ha deciso di scavalcare il Legislative Council di Hong Kong per imporre al territorio la sua stessa normativa sulla sicurezza nazionale, con la votazione effettuata durante la settimana degli incontri del Partito , con un solo voto contrario.

    CORONAVIRUS NEWS
    I DATI RISALGONO, SI ATTENDE LA DECISIONE DELLA RIAPERTURA TRA REGIONI
    I numeri
    • Risalgono i contagi in Italia, dove dall’inizio dell’epidemia almeno 231.139 persone hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (ieri erano 584 in più rispetto a martedì, con una crescita dello 0,3%). Di queste, 33.072 sono decedute (117 ieri, +0,4%;) e 147.101 sono state dimesse (+2.443 ieri, +1,7). I pazienti ricoverati con sintomi sono 7.729, 505 in terapia intensiva (-16 ieri).
    • Dei nuovi 584 casi di positività al coronavirus, 384 (il 65,7%) sono stati purtroppo registrati in Lombardia, 73 (il 12,5%) in Piemonte e 39 (il 6,6%) in Liguria.
    • Dall’ultimo bollettino della Protezione civile, tuttavia, emerge che è stata rilevata una positività ogni 115 tamponi (martedì era ogni 145).
    • Se la Lombardia è ancora in parte sotto pressione, nel resto d’Italia lo scenario continua a migliorare. Sono otto infatti le regioni in cui i dati della Protezione civile non fanno registrare alcun decesso: Marche, Abruzzo, Umbria, Sardegna, Valle d’Aosta, Calabria, Molise e Basilicata. Inoltre non è stato registrato nessun nuovo caso in Basilicata, Valle d’Aosta, Umbria, Marche e nella Provincia autonoma di Bolzano.
    • Demicheli, epidemiologo, direttore sanitario dell’Ats metropolitana: il numero che potrebbe far decidere al governo di tenere ancora chiusa la Lombardia diminuisce di giorno in giorno, ieri ha segnato meno 440 rispetto a martedì. Ma è ancora alto, « troppo perché si possa stare tranquilli, dovrebbe essere meno di un terzo rispetto a oggi, se non la metà. Al momento, in tutto il Nord ovest, tra Lombardia, Emilia, Liguria e Piemonte, abbiamo oltre 35 mila positivi. Questo numero, per consentire lo spostamento tra una Regione e un’altra, dovrebbe essere dimezzato. Per quanto riguarda la Lombardia, gli attuali 24 mila ancora malati dovrebbero essere almeno 15 mila, per essere più sicuri».
    Alberto Mantovani, direttore scientifico dell’Humanitas di Rozzano, «Questi test per la ricerca di anticorpi per Sars-CoV-2 sono uno strumento prezioso per valutare la prevalenza e la diffusione del virus e in alcune condizioni cliniche, ma non danno una patente di immunità. Sul singolo a oggi ancora non sappiamo se la presenza di una certa quantità di anticorpi è la spia di una risposta immunitaria che assicura protezione contro l’infezione. Nella risposta immunitaria classica prima arrivano gli anticorpi di classe IgM e poi a distanza di giorni quelli di classe IgG, che in genere sono neutralizzanti. Ma il nuovo coronavirus segue strade diverse, a volte le due immunoglobuline compaiono insieme o invertite. E quando ci sono gli anticorpi IgG è possibile che il virus sia ancora presente ed è per questo che serve il tampone per escluderlo».
    Senza donne non c’è ripresa: in tutti i Paesi il virus ha colpito di più la popolazione maschile in termini di mortalità, ma se consideriamo il mercato del lavoro: in tutto il mondo, l’incidenza della disoccupazione, della sospensione dal lavoro e delle riduzioni di reddito è stata più alta per le lavoratrici, soprattutto nei settori non essenziali, come turismo, ristorazione e servivi (dove è femminile l’84% della forza lavoro). Dato il crollo della domanda, molte imprese attive in quest’area hanno dovuto usare massicciamente la Cassa integrazione, alcune hanno chiuso e non riapriranno. Oltre all’aspetto lavorativo le donne nelle settimane di blocco: da fine febbraio a maggio, le hanno pagato il prezzo più alto nella sfera delle relazioni personali: 1)la convivenza forzata ha aumentato i casi di violenza domestica; 2) la chiusura delle scuole e la clausura dei nonni hanno accresciuto gli oneri di cura e istruzione dei figli; 3)la rifocalizzazione della sanità verso le terapie Covid ha indirettamente reso più difficile e meno sicuro l’accesso ai servizi per esigenze biologicamente legate alle donne, come le patologie riproduttive o il parto.
    Milano Citylife in crisi: in molti, nella capitale dello smart-working nazionale, hanno deciso di non aprire. Nello shopping mall sono rimaste abbassate alcune saracinesche, perché cinquemila clienti in meno a spasso nell’intervallo tra le torri si sentono e non si sa quando tornerà la normalità nelle tre torri (Allianz, Generali e PWC)

    Lancio spaziale : Il conto alla rovescia era quasi iniziato. Sarebbe stato il primo non in russo ma in inglese, dal 2011, per un razzo con degli uomini a bordo. All’ultimo momento, con i serbatoi già carichi, il lancio è stato rimandato a sabato, causa uragano in Carolina del Sud, che avrebbe messo a rischio un ammaraggio di emergenza nell’Atlantico.

    NEXT GENERATION UE:

    Il Presidente Ursula von der Leyen, ha presentato il Piano Marshall della Commissione Europea per risollevare l’economia dell’Unione: più di 2.000 miliardi nei prossimi sette anni e lo ha ribattezzato ‘Next generation Eu. si tratta di un “nuovo patto generazionale” finalizzato a riparare, “ma anche a preparare un futuro migliore per le generazioni future”.

    La Commissione propone di fissare a 1.100 miliardi il tetto di spesa al Bilancio Ue 2021-2027 e di alzare al 2% del Pnl (Prodotto nazionale lordo) il tetto delle risorse degli Stati membri per lo stesso bilancio e di usare la differenza tra tetto di impegni e tetto di spesa come garanzie per l’emissione di debito comune.

    La Commissione stanzierà 750 miliardi di euro, di cui 500 sotto forma di sovvenzioni e altri 250 sotto forma di prestiti, finanziati da obbligazioni della Commissione europea. Il debito così emesso dovrà essere rimborsato tra il 2028 e il 2058, attraverso il bilancio comune post 2017.

    Per reperire risorse, Bruxelles propone inoltre nuove imposte come la plastic tax, stop all’elusione fiscale dei giganti del Web e un nuovo sistema di pagamento delle quote inquinanti (carbon tax), esteso anche ad aerei e navi. Quanto al funzionamento del Fondo, per accedervi i Governi dovranno farsi approvare da Bruxelles un programma nel quale indicheranno come spendere i fondi, guardando alle priorità Ue (Green deal e digitale), ai settori più colpiti dalla crisi (turismo e trasporti) e alle riforme che ogni anno Bruxelles raccomanda ai vari Governi.

    Schemi di intervento: saranno diversi: il primo è un Recovery and Resilience Facility da 560 mld, che include sia sussidi a fondo perduto, sia prestiti, il secondo è uno strumento di immediato intervento definito “React EU” (con una dote di 55 mld da distribuire in relazione all’impatto della crisi), il terzo è inteso a supportare ed incentivare gli investimenti privati (definito come “Health program”).

    Mercati finanziari si assiste quindi ad un risveglio di attenzione per l’Europa e ad una importante rotazione settoriale: nelle ultime 5 sedute, in cima alla classifica di performance si trovano le azioni appartenenti ai settori viaggi e tempo libero, automobili e banche. Sul fronte opposto, sono evidenti le prese di beneficio sui farmaceutici, fortemente privilegiati nelle settimane recenti.

    Spread, cambi e petrolio: Lo slancio europeista della Commissione ha giovato agli spread dei periferici, col BTP/Bund sceso stamane a 192bs, e al cambio Eur/$ nuovamente a ridosso di 1.10. Dopo diversi giorni di recupero, il petrolio è arretrato di circa 5%, dopo che la Russia si è detta intenzionata a ridurre i tagli alla produzione: l’OPEC si riunirà il prossimo 9 e 10 giugno.

    NOTIZIE ECONOMICO-PROFESSIONALI

    XV EDIZ. FESTIVAL ECONOMIA DI TRENTO: Il Festival dell’Economia si svolgerà a Trento dal 24 al 27 settembre sul tema “Ambiente e Crescita”, quest’anno si apre, a partire da venerdì 29 maggio, con una serie di riflessioni online sugli avvenimenti che in poche settimane hanno cambiato il mondo e i cui enormi effetti hanno già iniziato a manifestarsi sull’economia globale. Gli incontri che si susseguiranno da giugno fino a settembre, sul sito web 2020.festivaleconomia.eu e sui canali social (Facebook, Instagram, Twitter e YouTube), Partner stabile dell’iniziativa si conferma, tra gli altri Grant Thornton.

    Easyjet: si tratterà di un lento ritorno alla normalità. Dal 15 giugno volerà in otto aeroporti italiani (da Milano Malpensa per Palermo, Catania, Bari, Napoli, Lamezia Terme, Cagliari e Olbia) con l’aggiunta del Brindisi-Ginevra. Ma le incognite in Italia non sono poche considerando l’obbligo a bordo del distanziamento di un metro tra i viaggiatori e i tre miliardi per rilanciare Alitalia. Soldi che «rischiano di distorcere il mercato», secondo l’AD di easyJet.: “L’Italia è uno dei mercati principali per easyJet: da voi abbiamo dipendenti, trasportiamo quasi gli stessi passeggeri di Alitalia, diamo il nostro contributo al Paese. Ritengo inaccettabile che si aiuti solo un’aviolinea. Non sono contrario ai supporti, ma questo deve avvenire a condizioni di mercato, come per i fondi chiesti da noi. Non possono esserci favoritismi. Chiediamo anche altri interventi per aiutare tutto il nostro settore come ridurre la tassazione aeroportuale e creare un fondo per gli scali da usare per incentivare le compagnie a volare in Italia».
    Biciclette e l’esaurimento dei fondi : Nel nuovo corso post quarantena la bici piace. In molti negozi sono diventate introvabili Le due ruote, complice i 60% di bonus sull’acquisto, fanno un balzo in avanti, anche se chi ha rinunciato al trasporto pubblico per i timori sul virus, in generale ha preferito l’auto. Da una ricerca condotta da «Mercurio Misura» su un campione di 400 residenti. Il 66,3% delle persone ha cambiato abitudini; il 36% usa meno i mezzi e di più l’auto mentre il 24% prende di più la bici. Ancora, il 3,6% si è comprato un monopattino e il 2,7 opta per il motorino. Il rimanente 33,7 usava l’auto prima, e la usa anche adesso. Intanto sul bonus fino a 500 euro per l’acquisto di bici e monopattini il Governo rischia un gigantesco click day con la conseguente delusione di molti che resteranno a secco, per esaurimento dei fondi. Con l’aggravante che tanti nel frattempo avranno già comprato il mezzo. Consapevole della situazione, la ministra dei Trasporti:«è necessario mettere più risorse» sul bonus.e altri Ministri hanno sottolineato questa necessità.
    Autostrade: se esistesse un borsino sul destino di Autostrade per l’Italia, si potrebbe dire che al tavolo del governo le quotazioni della rescissione «per gravi inadempimenti» sembrano in ribasso. In moderato rialzo la revisione della concessione mediante accordo con Aspi, che sarebbe costretta ad abbattere le tariffe, pagare indennizzi miliardari (e non solo per il crollo del ponte Morandi), garantire un piano straordinario di investimenti anche fuori dalla rete autostradale. In decisa ascesa, invece, la costituzione di una newco partecipata da soci istituzionali (Cdp e F2i), pronta a rilevare in tutto o in parte il pacchetto azionario dell’azienda controllata all’88% da Atlantia, famiglia Benetton, che si vedrebbe perciò estromessa dal capitale o in netta minoranza.
    Segnalazione alla Centrale Rischi: Nessun cattivo pagatore fino a settembre. L’attivazione di un prestito accompagnato dalla garanzia pubblica determina per il beneficiario anche la sospensione delle segnalazioni alla Centrale rischi fino al 30/09/2020
    Aereo elettrico: Oggi l’aviazione civile potrebbe mettere a segno uno storico passo verso la motorizzazione elettrica con il primo volo di un aereo di linea spinto dalla sola energia elettrica. Il volo di prova si terrà negli Stati Uniti, sul lago Moses vicino a Washington. Dai risultati che otterrà un vecchio Cessna Caravan 208, modello in produzione dal 1982, dipenderà il futuro del trasporto aereo, di un’aviazione green a emissioni zero.
    BCE: La Vigilanza Bce sta conducendo uno stress test sull’impatto del Covid per le banche vigilate. In base ai risultati di questa «vulnerability analysis», che secondo quanto risulta saranno pronti in forma aggregata tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno, verranno valutate opzioni di intervento.
    Amazon :sta trattando l’acquisizione di Zoox, una startup californiana di robo-taxi. Le trattative sarebbero in fase avanzata, anche se l’operazione potrebbe non concludersi. L’accordo in discussione valuterebbe Zoox meno dei 3,2 miliardi di dollari che la startup ha raggiunto in un round di finanziamenti nel 2018.
    UBI: Dopo i rappresentanti di Intesa Sanpaolo, ieri è toccato a quelli di Ubi Banca presentarsi davanti ai tecnici dell’Antitrust, incontro di carattere introduttivo nel corso del quale ci sarebbe stata la prima condivisione di documenti e informazioni in vista degli approfondimenti successivi. Sul tavolo le problematiche già messe nero su bianco dall’Antitrust nel provvedimento di apertura dell’istruttoria (la ramificazione delle due reti commerciali nelle province dove le quote di mercato congiunte sono più elevate; gli effetti allargati del deal dove l’integrazione con Intesa impedirebbe a Ubi di catalizzare un eventuale terzo polo). Oltre all’Antitrust sono al lavoro la Consob sul prospetto informativo relativo all’ops e sull’esposto recentemente presentato dai legali di Ubi per contestare l’operazione, le autorità di Vigilanza, Bce-Bankitalia per il lato bancario e Ivass per quello assicurativo, oltre alla causa legale.
    .
    Unicredit: raffica di audizioni dell’Antitrust, nell’ambito dell’istruttoria sull’offerta pubblica di scambio lanciata da Intesa su Ubi Banca. Dopo Ubi e Bancassicurazione Cattolica, Bper e la Fondazione Banca del Monte di Lombardia, toccherè a Unicredit che, a sorpresa, ha chiesto di essere coinvolta nel procedimento sulla concentrazione tra la prima e la quarta banca italiana.

    Volkswagen :preme l’acceleratore sulle auto elettriche e si avvia a completare una doppia operazione in Cina. La cas Wolfsburg, secondo quanto riferisce la Reuters, è pronta ad acquistare il 50% di Anhui Jianghuai Automobile, la holding che controlla la società dei auto elettriche EV JAC Motors, per almeno 3,5 miliardi di yuan (491 milioni di dollari). Inoltre VW si appresterebbe a diventare il principale azionista del produttore di batterie per veicoli elettrici Guoxuan High-Tech: Secondo le fonti entrambe le offerte potrebbero essere annunciate già da domani. La società tedesca si è rifiutata di commentare queste indiscrezioni.

    Rapporto Confcommercio_Censis: a causa della crisi sanitaria e del conseguente lockdown, il 42,3% delle famiglie ha visto ridursi l’attività lavorativa e il reddito, il 25,8% ha dovuto sospendere del tutto l’attività, il 23,4% è finito in Cig. Quasi 6 famiglie su 10 nutrono il timore di perdere il posto di lavoro. Tra i principali effetti sui consumi, il 48% ha dovuto rinunciare definitivamente a qualsiasi forma di vacanza (week end, ponti, Pasqua, vacanze estive) e il 23% all’acquisto di beni durevoli (mobili, elettrodomestici, auto) già programmati. Per le vacanze estive, oltre la metà delle famiglie non ha fatto programmi e il 30% ha già deciso che resterà a casa; solo il 9,4% ci andrà ma con durata e budget ridotti. Resta inoltre molto ampia la fascia di chi, dopo la riapertura del Paese, vede il futuro con pessimismo: il 52,8% vede “nero” per la propria famiglia, ma la percentuale sale al 67,5% con riferimento alle prospettive del Paese.

    Alitalia: nuovo slittamento per la newco, non sarà operativa il 1° giugno con l’affitto dei rami di azienda e 92 aerei della compagnia commissariata; vanno definiti passaggi sostanziali ancora non completati, ci vuole un decreto del MEF di concerto con i Ministri delle Infrastrutture e Trasporti, il Mise e il Lavoro, nonché stabilire i vertici, il passaggio dei dipendenti tramite confronto con i sindacati, la certificazione Enac degli aeromobili, di sicuro ci sono solo 3 miliardi definiti dal Governo nel decreto Rilancio, senza però un piano industriale. Tra gli Advisor, che dovrebbero accontentarsi di circa 300mila euro di compenso, ci dovrebbero essere Boston Consulting, Oliver Wyman e Mediobanca, già in parte coinvolti nella ricerca precedente del partner di Alitalia.

    Powered by WordPress Web Design by SRS Solutions