Giuseppe Bernoni

    Blog del Dottor Giuseppe Bernoni

    Il dott. Giuseppe Bernoni fondatore dello Studio Bernoni Professionisti associati, ha comunicato ai clienti In tema di

    VIES: correzioni entro il 30 settembre

    Possibilità fino al 30 settembre 2011 di richiedere correzioni per i contribuenti che riscontrino dati non corretti nell’archivio VIES (inclusione necessaria per effettuare operazioni intra-Ue). Domanda da presentare agli uffici dell’Agenzia delle Entrate. Proroga fino al 31 dicembre per i controlli sulle posizioni inserite automaticamente nell’archivio (termine originario 31 luglio 2011).

    Il dott. Giuseppe Bernoni, fondatore dello Studio Bernoni Professionisti associati, ha rilasciato ai propri clienti il seguente comunicato:

    Manovra correttiva: chiarimenti Agenzia Entrate

    Affrancamento per i maggiori valori civilistici iscritti sulle partecipazioni di controllo in caso di operazioni straordinarie (fusioni, scissioni, conferimenti di azienda). Estese anche alle imprese di assicurazioni le indagini finanziarie sui contribuenti, con riferimento a determinati tipi di polizze. Facoltà di definizione delle sanzioni tributarie in misura ridotta in caso di accoglimento delle deduzioni proposte dal contribuente.

    Posta elettronica certificata:scadenza 29 novembre 2011

    La Posta elettronica certificata è lo strumento che consente di inviare e ricevere messaggi di testo e allegati con lo stesso valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento. Attraverso la PEC è possibile eseguire via internet numerose operazioni, come richiedere informazioni, inviare istanze e documentazioni, ricevere documenti e comunicazioni senza doversi recare fisicamente negli uffici della Pubblica Amministrazione.

    L’avvocato Giuseppe Bernoni, fondatore dello Studio Bernoni Professionisti associati, ha comunicato ai clienti in tema di

    Posta elettronica certificata:scadenza 29 novembre 2011

    Si ricorda che il decreto-legge n. 185/2008¹, convertito nella legge n. 2/2009, ha stabilito l’obbligo per le società di capitali, per le società di persone, per i professionisti iscritti in albi o elenchi e per le pubbliche amministrazioni di dotarsi di una casella di posta elettronica certificata (PEC).


    ¹ Articolo 16, comma 6 del D.L. 29 novembre 2008, n. 185, convertito nella Legge 28 gennaio 2009, n. 2. Tale disposizione ha previsto che “…entro tre anni dalla data di entrata in vigore della presente legge tutte le imprese, già costituite in forma societaria alla medesima data di entrata in vigore, comunicano al registro delle imprese l’indirizzo di posta elettronica certificata. L’iscrizione dell’indirizzo di posta elettronica certificata nel registro delle imprese e le sue successive eventuali variazioni sono esenti dall’imposta di bollo e dai diritti di segreteria”.

    In riferimento al precedente comunicato inerente l’argomento Impianti fotovoltaici:  nuovo Conto Energia, l’Avvocato Giuseppe Bernoni ha inoltrato la seguente nota ai clienti:


    Il nuovo Conto Energia si applicherà agli impianti fotovoltaici che entrano in esercizio in data successiva al 31 maggio 2011 e fino al 31 dicembre 2016, per un obiettivo indicativo di potenza installata a livello nazionale di circa 23.000 MW.

    Il decreto prevede che gli incentivi saranno erogati a decorrere dall’entrata in funzione dell’impianto; a tale proposito, sono previsti rimborsi da parte della società elettrica laddove questa “sfori” i tempi previsti per l’allacciamento alla rete, facendo perdere al proprietario dell’impianto il diritto ad una determinata tariffa incentivante¹.

    Inoltre, con l’obiettivo di limitare i fenomeni speculativi, il decreto istituisce un tetto di spesa massima ed un registro tenuto dal GSE solo sui grandi impianti (superiori a 1 MW su tetto e 200 kW a terra)².


    ¹ I tempi di allacciamento e l’ammontare delle sanzioni saranno determinate da apposita delibera dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas.

    ² In attuazione del decreto, il Gse in data 16 maggio 2011 ha pubblicate le regole tecniche che definiscono i criteri e le modalità di iscrizione al registro per i grandi impianti fotovoltaici nonché di formazione delle graduatorie. Sono considerati “grandi impianti” quelli su edifici con potenza maggiore di 1 MW e gli altri impianti (non su edifici) non operanti in regime di scambio sul posto. Non rientrano invece tra i grandi impianti quelli di qualunque potenza realizzati su edifici e aree delle Amministrazioni Pubbliche.

    Il dott. Giuseppe Bernoni fondatore dello Studio Bernoni Professionisti associati, ha comunicato ai clienti In tema di

    Impianti fotovoltaici:  nuovo Conto Energia

    È stato pubblicato il decreto ministeriale che stabilisce i criteri per incentivare la produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici e lo sviluppo di tecnologie innovative per la conversione fotovoltaica (c.d. “4° Conto Energia)¹.

    L’intero provvedimento è incentrato sul criterio del rispetto di obiettivi indicativi di progressione temporale della potenza installata e di previsioni annuali di spesa, con contestuale e graduale riduzione delle tariffe incentivanti.

    Il superamento dei tetti di spesa definiti per ciascun anno non limiterà l’accesso alle tariffe incentivanti, ma ne determinerà una riduzione aggiuntiva per il periodo successivo.


    ¹ Decreto ministero Sviluppo economico 5 maggio 2011, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 109 del 12 maggio 2011.

    Il dott. Giuseppe Bernoni fondatore dello Studio Bernoni Professionisti associati, ha comunicato ai clienti in tema di

    Comunicazione operazioni 3.600 € – Raccolta dati dal 1° luglio 2011

    SCADENZE

    Dovranno essere comunicate in via telematica all’Amministrazione Finanziaria:

    • entro il 31 ottobre 2011, le operazioni di importo pari o superiore a 25.000 euro, al netto dell’IVA, rese e ricevute nel periodo d’imposta 2010, per le quali è previsto l’obbligo di emissione della fattura;
    • entro il 30 aprile 2012, le operazioni di importo pari o superiore a 3.000 euro, al netto dell’IVA, rese e ricevute nel periodo d’imposta 2011, per le quali è previsto l’obbligo di emissione della fattura;
    • entro il 30 aprile 2012, le operazioni di importo pari o superiore a 3.600 euro, al lordo dell’IVA, per le quali non è previsto l’obbligo di emettere fattura, con riferimento soltanto a quelle rese e ricevute dal 1° luglio 2011.

    In riferimento al precedente comunicato inerente il Contributo di Solidarietà, l’Avvocato Giuseppe Bernoni ha inoltrato la seguente nota ai clienti:

    La misura percentuale del contributo da applicare al reddito complessivo è pari al 5% della parte eccedente i 90.000 euro e fino a 150.000 euro e al 10% sulla quota di reddito che supera i 150.000 euro.

    Il contributo risulta deducibile dal reddito complessivo dell’anno successivo

    Il dott. Giuseppe Bernoni fondatore dello Studio Bernoni Professionisti associati, ha comunicato ai clienti In tema di

    CONTRIBUTO DI SOLIDARIETÀ

    La manovra introduce un contributo di solidarietà a carico delle persone fisiche con reddito complessivo superiore a 90.000 euro annui¹.

    Il prelievo si applicherà già a partire dal 2011, in deroga allo Statuto del contribuente, fino al 2013.


    ¹ Articolo 1, comma 2.

    L’avvocato Giuseppe Bernoni, fondatore dello Studio Bernoni Professionisti Associati, ha rilasciato il seguente comunicato ai propri clienti:

    Robin Tax

    La manovra¹ modifica l’addizionale IRES per le società operanti nel settore energetico² (c.d. “Robin Hood tax”).

    In primo luogo, viene ampliata la platea dei soggetti imponibili: l’addizionale si applicherà alle società che abbiano conseguito nel periodo d’imposta precedente un volume di ricavi superiore a 10 milioni di euro (e non più 25 milioni) e un reddito imponibile superiore a 1 milione di euro.


    ¹ Articolo 7, commi 2-7.

    ² Introdotta dall’art. 81, commi da 16 a 18, del D.L. n. 112/2008, con aliquota del 5,5%, successivamente elevata al 6,5% dall’art. 56, comma 3, della legge n. 99/2009.

    Powered by WordPress Web Design by SRS Solutions