Giuseppe Bernoni

    Blog del Dottor Giuseppe Bernoni

    DIESEL USA: RISTRUTTURA IL RETAIL E PRESENTA ISTANZA CHAPTER 11
    Il ramo Usa del colosso fondato da Renzo Rosso ha presentato istanza di chapter 11 per poter chiudere alcuni dei suoi punti vendita meno redditizi e rafforzare l’e-commerce. Diesel Usa non ha intenzione di chiudere, ma vuole uscire da alcuni dei suoi 28 negozi, a causa delle perdite generate a seguito del rifiuto dei proprietari di offrire diminuzioni sui costi di locazione. Diesel Usa avrebbe da 50 a 100 milioni di dollari di asset e da 10 a 50 milioni di dollari di passività.

    AZIMUT: GRAZIE AI BUONI CONTI 2018 RISULTA LA MIGLIORE DEL 2019
    Ha chiuso il 2018 con un utile netto consolidato di circa 145 milioni e ricavi consolidati a 748 milioni. Il totale delle masse gestite a fine dicembre 2018 si attestava a 39,8 miliardi. La raccolta netta del 2018 è stata di 4,4 miliardi, di cui la metà proveniente dal business estero. La società stima per il 2019 di raggiungere un utile netto di 300 milioni.

    VISCO ( BANKITALIA) OCCORRE ANCORA PRUDENZA, L’ECONOMIA CORRE ANCORA RISCHI E SOLLECITA RIFORMA SISTEMA TRIBUTARIO
    «C’è una collaborazione intensa e continua anche con questo governo. Ci possono essere differenze di opinioni, ma il rispetto dell’autonomia della banca centrale c’è sempre». «Il sentiero è stretto e la coerenza tra il disegno di possibili misure e la loro concreta attuazione non è scontata» «Di fronte ai rischi concreti che la nostra economia oggi corre, forse la politica di bilancio attuata avrebbe potuto essere più prudente soprattutto per quanto riguarda la composizione del bilancio» Secondo Visco, è ora il momento di pensare a una riforma complessiva del sistema tributario. Intanto la produzione industriale evidenzia in gennaio un aumento dell’1,7% rispetto a dicembre, dato positivo dopo quattro mesi di flessioni, ma che si inserisce in un trimestre (novembre-gennaio) che registra – 1,8%,

    PERNIGOTTI: CINQUE AZIENDE INTERESSATE AL GELATO
    Sono cinque e tutte italiane le aziende interessate a rilevare la divisione I&P di Pernigotti, impegnata nella produzione e commercializzazione di preparati per gelaterie artigianali e pasticcerie. La vendita del ramo d’azienda è stata decisa durante il Consiglio di amministrazione dello scorso 14 dicembre. Le trattative sono in corso e prosegue anche la ricerca di acquirenti per Pernigotti, i cui dipendenti sono dal 5 febbraio in Cassa integrazione.

    IL FONDO NORVEGESE ”NORGES BANK INVESTMENT” DISINVESTE DAL PETROLIO PER RAGIONI ECOLOGICHE E FINANZIARIE
    Un colosso da oltre mille miliardi di asset in gestione che reinveste gli ingenti proventi che il Paese deriva dalle sue risorse petrolifere e che, da oggi, non potrà più avere titoli di società che operano solo nella produzione di petrolio. Una mossa solo apparentemente “ecologista” che ha un suo senso finanziario se vista come una strategia per diversificare ulteriormente i propri investimenti. Il via libera alla proposta apre la strada alla liquidazione di un portafoglio di oltre 37 miliardi di dollari. E non è un caso che tutto il comparto abbia reagito negativamente in Borsa alla pubblicazione della notizia.

    DEUTSCHEBANK-COMMERZBANK : AVVIANO COLLOQUI PER MERGER
    Commerzbank e Deutsche Bank trattano per la fusione e i titoli delle due banche corrono alla Borsa di Francoforte. La spinta agli acquisti arriva dalle indiscrezioni secondo le quali il management dei due gruppi avrebbe accettato di avviare colloqui informali per un possibile merger. L’unione potenziale avrebbe per oggetto un quinto del mercato del credito tedesco, con un massa di circa 40 milioni di clienti.

    ASSOCIAZIONE COSMETICA ITALIA: IL SETTORE FATTURA 11 MILIARDI E DAL 14 AL 18 MARZO SI TERRA’ COSMOPROF
    «La cosmetica continua a crescere (+1,3%), a creare nuove imprese e ad assumere, soprattutto donne, il 54% dei 35 mila lavoratori del settore (con l’indotto si sale a 200 mila) è di sesso femminile», secondo Cosmetica Italia, l’associazione che riunisce oltre 500 imprese. Il fatturato è salito del 2% a 11,2 miliardi, l’export è aumentato del 3,6% a 4,8 miliardi, il 60% dei prodotti consumati in Europa è fatto in Italia, soprattutto in Lombardia. A Bologna, dal 14 al 18 marzo, si terrà Cosmoprof, la più importante fiera mondiale.

    LA PROSSIMA VISITA DI XI IN ITALIA : UN «MEMORANDUM D’INTESA» TRA CINA E ITALIA PUÒ VOLER DIRE MOLTO DAL PUNTO DI VISTA POLITICO, MA POI VA RIEMPITO DI PROGETTI OPERATIVI.
    Il Presidente cinese dovrebbe venire a Roma in visita di Stato, tra il 21 e il 23 marzo. Nell’elenco provvisorio dei membri «non politici» ci sono una settantina di leader industriali, tra cui China Communications Construction Company (infrastrutture, 116 mila dipendenti); China Railway Construction, (l’alta velocità Pechino-Shanghai), Citic Construction, ecc. Avere a bordo un Paese del G7 come l’Italia, i cui gruppi industriali hanno know-how nelle infrastrutture e sono storicamente capaci di lavorare in Paesi «caldi» e instabili, potrebbe aprire ai cinesi nuove linee di credito internazionale, trasparenti. Roma, aderendo, potrebbe garantire standard occidentali, evitando i timori della «trappola del debito» denunciati in molti Paesi asiatici dove si sono impegnati i cinesi.

    LEONARDO: LEADERSHIP, CRESCITA NEGLI USA E OBIETTIVO GIAPPONE(AEREI ED ELICOTTERI)
    Nel 2018 Leonardo ha conquistato la leadership mondiale con la quota di mercato salita al 40%, riconosciuto dal sondaggio annuale tra i piloti di elicotteri della rivista di settore Pro Pilot. Tale leadership è confermata anche negli USA, uno dei principali ‘home market’ dell’Azienda. Leonardo ha siglato un’intesa con Nakanihon Air Service, operatore giapponese di aerei ed elicotteri, per avviare un gruppo di lavoro volto ad analizzare i requisiti per l’impiego in Giappone dell’elicottero AW609, elicottero che si occupa, tra l’altro di ordine pubblico e sicurezza, eliambulanza, protezione civile, antincendio, ecc.

    GETRA: PARLA LA TERZA GENERAZIONE, FONDATA DAL NONNO
    «Nel settore dei trasformatori il mercato è globale, e di conseguenza circa l’80% della nostra produzione è destinato all’esportazione, sia che si tratti di impianti di piccole che di grandi dimensioni», spiega il presidente di Getra, imprenditore di terza generazione. L’azienda, fondata nel primo dopoguerra dal nonno, è cresciuta fino a raggiungere un fatturato annuo di circa 100 milioni di euro, con trecento dipendenti in Italia e altrettanti impegnati nelle attività di cantiere all’estero. «Per tenere il passo con il mercato internazionale è necessario un continuo aggiornamento tecnologico e a questo scopo abbiamo appena investito 30 milioni», «Il nostro sbarco al listino è condizionato all’ipotesi di una acquisizione importante, in mancanza della quale contiamo di continuare a svilupparci con l’autofinanziamento

    8 MARZO : FESTA DELLA DONNA, MA LA DISPARITA’ SULLA RETRIBUZIONE CONTINUA
    Nelle aziende italiane, dice l’Eurostat, le donne guadagnano il 17,9% in meno degli uomini. La beffa è che,calendario alla mano, si scopre che le italiane lavorano gratis 66 giorni su 365, quindi fino al 7 marzo. Dall’8 marzo, cominciamo finalmente a essere retribuite. Due cose vanno precisate:1) questo dato non tiene conto del settore pubblico, dove il divario retributivo tra uomini e donne si ferma al 4,4%, perchè si va avanti per concorso e non ci sono aumenti ad personam; 2)il divario salariale «riassume» in sé tre forme di discriminazione diversa: la segregazione delle donne nei settori e nelle qualifiche meno retribuite, la maggior presenza di part-time involontario tra le dipendenti e infine il divario salariale in senso stretto, quello a parità di qualifica, carriera e anzianità di servizio. Che, a seconda delle rilevazioni, può arrivare al 5%.

    Il POTERE NON E’ DONNA PERCHE’LA PORTA E’ ANCORA SOCCHIUSA
    Alla faccia della parità ecco perché in Italia il potere non è donna: Sei rettrici e settantasei rettori, cinque ministre e tredici ministri , nella magistratura centodiciannove donne contro trecentoquindici uomini nei ruoli direttivi; cinquemila amministratrici delegate contro diciassettemila amministratori. La pensione di una donna? Il 37% in meno di quella di un uomo. Perché se le donne sono sempre di più, in ogni ruolo intermedio della società, è invece la porta stretta del potere a restare ancora socchiusa. Nove anni fa, nel 2011, entrava in vigore la travagliatissima legge Mosca- Golfo sulle quote rosa. (l’obbligo per le aziende pubbliche e per quelle quotate in borsa, di riservare un terzo dei posti di vertice alle donne). Infatti, se nel 2011 la presenza femminile nei consigli amministrazione era bloccata al 6%, oggi è del 33,5%, ma le amministratrici delegate, nelle grandi aziende, sono soltanto il 17%. Una legge sperimentale però, che scadrà il prossimo anno. L’occupazione femminile in Italia è ferma al 49% contro il 68,5% di quella maschile. Ma al Sud i dati sono quelli di un disastro sociale: il 70% delle donne non lavora.

    L’ACADEMIE FRANCAISE: FEMMINILIZZARE I NOMI DI MESTIERI, DI TITOLI E DI FUNZIONI «NON COSTITUISCE UNA MINACCIA PER LA STRUTTURA DELLE LINGUA»
    .
    La venerabile istituzione, voluta dal cardinale Richelieu nel 1634, si è pronunciata a favore della femminilizzazione a larga maggioranza. La prestigiosa istituzione, che ha il compito di vegliare sulla lingua francese, ha dunque accettato il «buon uso» della femminilizzazione dei nomi, ormai entrato nella lingua corrente, ma non prevede una legge per ratificare la modernizzazione

    MARIO DRAGHI : CONGELA IL RIALZO DEI TASSI E ANNUNCIA UN’ALTRA TLTRO

    «I tassi resteranno invariati almeno fino a fine 2019». La notizia è stata accompagnata dall’annuncio di sette nuove aste T-Ltro di due anni al tasso Mro a partire da settembre 2019 (con cadenza trimestrale) fino a marzo 2021 e dalla revisione al ribasso delle stime di inflazione (1,2% nel 2019, 1,5% nel 2020 e 1,6% nel 2021) e crescita (1,1% nel 2019, all’1,6% per il 2020 e all’1,5% per il 2021). “Siamo in un periodo di continua debolezza e incertezza pervasiva, e questo è il motivo per cui le previsioni sono state riviste al ribasso in modo significativo”.

    ENI E UNIVERSITÀ LUISS GUIDO CARLI: FIRMANO ACCORDO DI PARTNERSHIP TRIENNALE

    Per la realizzazione congiunta di programmi nell’ambito della formazione, dell’orientamento e dell’analisi geopolitica. Il primo ambito di collaborazione è il Progetto Africa Subsahariana, grazie al quale Eni contribuirà alla formazione della classe dirigente africana permettendo, tramite borse di studio, ai giovani di talento di intraprendere un percorso formativo di eccellenza. Inoltre, Eni parteciperà alla realizzazione del Festival dei Giovani, che prevede il coinvolgimento di giovani diplomandi, in momenti di condivisione, confronto e informazione. Eni, infine, proseguirà la collaborazione, iniziata già tre anni fa con l’Università Luiss, confermando la propria partecipazione al progetto “Geopolitica dell’Energia” dell’Osservatorio sulla Sicurezza Internazionale della Luiss.

    HUAWEI CITA IN GIUDIZIO L’AMMINISTRAZIONE TRUMP

    Huawei ha annunciato un ricorso legale contro il governo Usa per la messa al bando dei suoi prodotti, dai cellulari per l’amministrazione governativa alla rete 5G. «Il bando non è soltanto illegale, ma impedisce alla Huawei di impegnarsi in una competizione equa con danno per i consumatori americani». Il ricorso è stato presentato in Texas, dove si trova la sede americana della società cinese.

    FERRERO- LA SOCIETA’ CON LA MIGLIORE REPUTAZIONE SU 10MILA AZIENDE
    L’uomo più ricco d’Italia è a capo dell’azienda tricolore con la miglior reputazione al mondo. In due giorni le classifiche internazionali (World Billionaires di Forbes e poi il Reputation Institute) hanno incoronato Giovanni Ferrero, re del business della Penisola. Il Reputation Institute ha raccolto a gennaio oltre 230 mila valutazioni individuali su un gruppo di circa 10 mila aziende sul pianeta. Il brand Ferrero è risultato al 19esimo posto al mondo per reputazione, dietro a Rolex, Lego, Walt Disney. Ferrero ha chiuso il 2018 con un fatturato superiore a 10,7 miliardi, (+ 2,1%) e con un organico di 31.748 unità.

    IL DOPING CONTABILE SALVA I CONTI DELLA SERIE A

    Il calcio italiano ( dati al 30 giugno del 2018) è in rosso “solo” di 65 milioni. I numeri però sono in parte ” truccati”. A tenere a galla la Pallone Spa non sono i biglietti venduti, gli assegni degli sponsor o i diritti tv, ma l’overdose di guadagni garantita dalla compravendita di giocatori: una girandola di scambi che ha regalato ai 20 club di Serie A 724 milioni di entrate extra (un terzo dei ricavi del pianeta calcio).

    L’AGENZIA DELLE ENTRATE STANGA IL RIENTRO DEI CERVELLI NON ISCRITTI ALL’AIRE

    Il decreto legge 78 del 2010 per il rientro dei cervelli permette agli scienziati italiani all’estero di tornare pagando l’Irpef solo sul 10% dello stipendio. Alcune migliaia di scienziati, nel corso degli ultimi anni, hanno usufruito dell’opportunità. Ma nel 2017 l’Agenzia delle Entrate ha stabilito, con una circolare interna e in modo retroattivo, che all’agevolazione fiscale avevano diritto solo i ricercatori che si erano iscritti all’Aire, l’Anagrafe degli italiani residenti all’estero.

    NUOVE TECNOLGOIE E SANITÀ : QUANTO RIMARRÀ “INDISPENSABILE” L’OPERATORE SANITARIO E IL MEDICO?

    Le nuove tecnologie e l’intelligenza artificiale (IA) sono oggi radicalmente integrate nella nostra vita e hanno un impatto significativo nelle attività di assistenza e cura della persona. Gli esempi di applicazioni in questo campo si stanno moltiplicando, grazie alla straordinaria velocità di calcolo e di elaborazione di dati. La realtà virtuale può essere anche utilizzata come terapia per superare limitanti fobie, modificare la rappresentazione del corpo di persone con disturbi alimentari o supportare la riabilitazione. Allo stato attuale i robot sono considerati di aiuto diagnostico e non in grado di sostituire il medico.

    CARLO ROVELLI: L’INNO ALLA GENTILEZZA NEL RISPETTO DELLE OPINIONI ALTRUI

    L’Elogio della gentilezza per Rovelli, considerato dalla rivista Foreign Policy tra i 100 migliori pensatori del mondo, è una filosofia di vita: non intendo “buone maniere”, ma il rendersi conto che se collaboriamo, tra Paesi o tra persone, il vantaggio sarà comune». Collaborare non significa rinunciare alle proprie idee, ma cercare i punti in comune. «È bene ci siano scontri di pensiero, a patto che questo avvenga con pacatezza, con rispetto profondo delle opinioni altrui e del modo diverso di vedere il mondo».

    RYANAIR: HA VIOLATO, SECONDO L’ISPETTORATO DEL LAVORO, LA NORMATIVA PREVIDENZIALE E ASSICURATIVA UTILIZZANDO MANODOPERA DI SOCIETA’ TERZE
    Irregolarità nel versamento dei contributi di diverse centinaia di dipendenti, pressoché tutte le hostess, gli steward e i piloti che lavorano con base in Italia. È quanto ha riscontrato una task force coordinata dall’Ispettorato del lavoro, insieme con Inps e Inail, con una verifica durata circa un anno sull’inquadramento dei dipendenti Ryanair nel nostro Paese. L’ispezione si è conclusa con la richiesta di versare all’Inps contributi per poco meno di dieci milioni di euro: questa somma è riferita soltanto al 2014, mentre continuano i controlli su 2015, 2016, 2017 e 2018.

    EASYJET: VA AVANTI SUI NEGOZIATI CON ALITALIA E SI PREPARA ALLA BREXIT
    L’AD di Easyjet ha confermato che vanno avanti i colloqui con FS e Delta, ma non ha fretta di concludere. “ Per noi ogni transazione, compresa questa, deve soddisfare tre condizioni: essere strategica, giusta commercialmente e gestibile operativamente”. La Low cost si sta preparando alla Brexit, con il trasferimento di 4.000 licenze piloti e 130 aerei alla nuova filiale creata in Austria per avere più libertà d’azione nei voli intra-UE.

    L’ADESIONE ITALIANA ALLA BELT AND ROAD CINESE: LA CASA BIANCA E’ NEGATIVA, MA IL GOVERNO ITALIANO FRENA GLI ENTUSIASMI
    “Noi vediamo la Belt and Road Initiative come un’iniziativa pensata dalla Cina per l’interesse della Cina, siamo scettici sull’adesione italiana». Così si esprime il portavoce del Consiglio per la sicurezza nazionale della Casa Bianca. È netta l’avversione dell’amministrazione americana per la trattativa in corso tra Italia e Cina sull’adesione alla Nuova Via della Seta. Il Memorandum, secondo il Governo italiano, è ancora in fase negoziale, potrebbe essere firmato o meno, ma non è ancora definito né il luogo, né la data per tale firma.

    CONDOTTE, SALVATAGGIO PRONTO, ALTRI 60 MILIONI DA 8 BANCHE

    I commissari di Condotte hanno presentato al Mise il piano di cessione e valorizzazione dei perimetri aziendali. Una delle condizioni era quella di riuscire a ottenere un prestito ponte di 60 milioni da parte delle banche, già approvato dalla Ue e garantito dallo Stato. La firma al finanziamento dovrebbe avvenire con un pool composto da 8 istituzioni finanziarie (banche come Intesa Sanpaolo, Unicredit e Banco Bpm, con l’aggiunta di Cdp).

    INVESTINDUSTRIAL COMPRA MORGAN MOTOR COMPANY

    Dopo Aston Martin e Ducati, Investindustrial acquista la maggioranza di Morgan Motor Company, casa automobilista di auto sportive con 100 anni di storia, con ricavi 2018 pari a 33,8 milioni di sterline ed utile netto pari a 3,2 milioni.

    CEME (PAVIA) : STORIA DI UN ‘ECCELLENZA ITALIANA, RILEVATA NEL 2018 DA INVESTINDUSTRIAL

    Ceme, in provincia di Pavia, azienda meccatronica, leader nel mercato della produzione di pompe ad alta e bassa pressione e valvole in ottone e plastica per il controllo del passaggio di ogni tipo di fluido, fondata nel 1974, ha avuto per anni, come mercati di riferimento, quello delle macchinette per caffè di uso domestico, che nel frattempo ha rallentato il livello di sviluppo annuo. Per crescere vuole automatizzare, individuare nuovi prodotti e nuovi mercati di sbocco, con un programma investimenti di circa 30 milioni di euro per il prossimo triennio, raggiungere un fatturato di 300-400 milioni e poi eventualmente quotarsi in Borsa.

    OCSE. TAGLIA LE STIME DEL PIL ITALIANO
    L’economia italiana continua a perdere colpi e le previsioni per il 2019 peggiorano ulteriormente. Secondo l’Ocse, l’organizzazione dei 35 paesi industrializzati, l’Italia sarà addirittura in recessione, con un calo del prodotto interno lordo dello 0,2%. È il paese che insieme alla Turchia subisce la revisione negativa più forte rispetto al passato e sarebbe l’unico a mostrare nel 2019 una crescita negativa. Per Messina, AD di Banca Intesa, si tratta di un rallentamento e non di recessione.

    PMI: REGOLE EUROPEE PIU’ SEMPLICI PER LA QUOTAZIONE
    Nel tentativo di aiutare il finanziamento di piccole e medie imprese, Parlamento, Consiglio e Commissione UE hanno trovato un accordo per semplificare le regole da rispettare in occasione della quotazione in Borsa, eliminando alcuni ostacoli e riducendo i costi. L’intesa prevede la modifica di due regolamenti europei, quello dei prospetti finanziari e quello che regola le fattispecie relative agli abusi di mercato. Concretamente le piccole e medie imprese potranno accedere a mercati regolati rispettando criteri meno rigorosi. La semplificazione riguarda in particolare le borse dedicate a imprese con una capitalizzazione media inferiore ai 200 milioni di euro (SME Growth Markets).

    FONDO INNOVAZIONE PRESENTATO A TORINO
    Il Fondo nazionale innovazione, inserito nel piano industriale di Cassa depositi e prestiti, è un soggetto (Sgr) multifondo che opera attraverso metodologie di venture capital, uno strumento finanziario elettivo per investimenti, allo scopo di acquisire minoranze qualificate del capitale di startup, scaleup e pmi innovative, ci saranno voucher da 40 mila euro per l’assunzione di manager digitali nelle medie imprese e un fondo del Mise da 40 milioni per proteggere con la blockchain il Made in Italy (beni culturali, tessile e food).

    NOMINE
    • SNAM: Confermato l’AD Marco Alverà, nominato presidente Luca Del Fabbro, al posto di Carlo Malacarne.
    • Italgas: confermato l’AD Paolo Gallo, nominato presidente Alberto Dell’Acqua, al posto di Lorenzo Bini Smaghi.
    • Fincantieri: confermato l’AD Giuseppe Bono al sesto mandato e il presidente Giampiero Massolo.

    SCHEMA DI GARANZIA PER CARTOLARIZZAZIONE NPL : RINNOVATO L’ACCORDO TRA IL TESORO ITALIANO E BRUXELLES
    La Commissione Ue ha dato via libera alla proroga allo schema che prevede che le banche che soddisfano alcuni requisiti possano continuare a richiedere una garanzia statale sui titoli senior emessi da veicoli privati per la cartolarizzazione, in modo da agevolare la vendita dei loro portafogli di npl. Lo schema era stato approvato a febbraio 2016 e successivamente prorogato a settembre 2017.

    BRUXELLES: HUAWEI APRE IL CENTRO PER LA CYBER SECURITY PER MOSTRARE LA SICUREZZA DEI LORO PRODOTTI
    Il colosso cinese delle telecomunicazioni Huawei ha inaugurato a Bruxelles il proprio Cyber Security Transparency Centre con l’obiettivo di offrire ad agenzie governative, esperti, associazioni industriali e organismi di standardizzazione una piattaforma dove poter comunicare e collaborare per armonizzare sicurezza e sviluppo nell’era digitale. nonché mostrare le sue pratiche di sicurezza informatica, e fornire ai suoi clienti una piattaforma di test e verifica della sicurezza dei prodotti e dei servizi correlati.

    IL TAR DEL LAZIO FERMA IL DELISTING DI PARMALAT PER RAGIONI DI CREDITO DI CITI
    Su richiesta della banca americana Citi il Tar del Lazio ha disposto in via cautelare la sospensione delle delibere della Consob che avrebbero dovuto portare alla revoca, a partire da oggi, delle azioni Parmalat da Piazza Affari. Il delisting è stato ritenuto “idoneo a determinare un pregiudizio irreversibile alle ragioni di credito” di Citi, che si è vista riconoscere in Italia una sentenza emessa da un tribunale del New Jersey che ha condannato Parmalat al pagamento di 431,3 milioni di dollari.

    PORTO DI GENOVA E SAVONA: ACCORDO VICINO CON GRUPPO CINESE PER SUPPORTO AI BANDI GRANDI OPERE NELL’AMBITO PROGETTO NUOVA VIA DELLA SETA
    L’Autorità di sistema portuale di Genova e Savona sta lavorando a un accordo che punta a consolidare l’interesse della Cina sullo scalo ligure, in armonia con il progetto cinese della nuova Via della Seta, tenendo conto che la Cina “pesa” per il 30% dell’interscambio dei porti di Genova e Savona e a costituire una società in partnership con il gruppo cinese China Communications Costruction company.

    IL PARADOSSO OLANDESE: CHIEDE RIGORE MA SOTTRAE ENTRATE TRIBUTARIE AGLI ALTRI PAESI EUROPEI SECONDO LA COMMISSIONE UE
    Se da una parte l’Olanda chiede rigore agli altri paesi europei, dall’altra concede ad hoc prelievi risibili ad alcuni dei gruppi più grandi al mondo, sottraendo cosi surrettiziamente negli anni centinaia di miliardi di base fiscale agli altri Paesi. Nel suo rapporto di pochi giorni fa la Commissione Ue scrive: «Le regole fiscali olandesi sembrano essere usate da multinazionali impegnate in strutture di pianificazione tributaria aggressiva».

    IL FISCO NON RISPARMIA NESSUNO: OLTRE AI CONTROLLI SEMPRE PIÙ FREQUENTI NEI CONFRONTI DEI CONTRIBUENTI, ORA È IL TURNO DELLE BANCHE ESTERE CHE NON SONO DISPONIBILI AD OTTEMPERARE.
    Migliaia di lettere sono partite dall’Agenzia delle entrate attraverso questionari ai contribuenti che avevano sfruttato la «sanatoria» del 2015 e 2017 per far rientrare i capitali dall’estero e alle banche estere al fine di raccogliere il numero maggiore di informazioni sui correntisti. Dall’incrocio delle informazioni, il Fisco avrà a disposizione un database gremito di nomi, numeri e dati rilevanti, così da poter estendere sempre di più il controllo sui flussi finanziari da e verso l’estero. Ciò che desta sospetto, tuttavia, è la raffica di richieste nei confronti degli istituti di credito esteri che temerebbero non tanto il rischio di sanzioni per omesso versamento delle ritenute, quanto l’eventuale contestazione della presenza di una stabile organizzazione della banca in Italia. Di fronte a tale rischio, la risposta del mondo bancario estero è piuttosto ostile.

    CHANEL: I DUE FRATELLI PROPRIETARI METTONO IN VENDITA LA SOCIETA’ PER 50 MILIARDI DOPO LA MORTE DI LAGERFELD
    Il dossier sarebbe atterrato su più di una scrivania internazionale. Nel 2017 Chanel ha avuto vendite totali pari a 9,62 miliardi di dollari (+11%), reddito operativo pari a 2,69 miliardi e investimenti di sostegno del marchio pari a 1,46 miliardi. Sul fronte acquirenti, fuori il gruppo Kering e Richemont per la valutazione della griffe, Lvmh a causa dei rapporti storicamente freddi tra le due famiglie, rimarrebbero: Mayhoola for investments (il fondo legato alla famiglia reale del Qatar che già possiede Valentino e Balmain), l’Orèal, (per il segmento beauty), oppure Tiffany, Essilor-Luxottica ed Hermes.

    GENERALI NEWS:
    • GENERALI ITALIA: LANCIA LA NUOVA STRATEGIA PER LA SODDISFAZIONE DEI CLIENTI
    • Generali Italia lancia la nuova Strategia di Country al 2021 in cui si propone come “Partner di Vita” dei clienti (con più servizi, prevenzione e tecnologia) per una crescita di valore. L’obiettivo è investire 300 milioni di euro per aumentare la soddisfazione dei clienti, incrementare la produttività della rete del 10-15%, raggiungere 2,5 milioni di clienti connessi, crescere in tutti i segmenti di business, realizzare un piano triennale di assunzioni (1.150) ed essere l’assicuratore di riferimento per ecosistemi connessi su mobilità, casa, imprese e salute.

    • GENERALI PRONTA A INCREMENTARE INVESTIMENTI IMMOBILIARE IN CENTRI COMMERCIALI
    • Il Leone di Trieste sta incrementando l’esposizione al comparto immobiliare, lanciando Axis Retail Partners, una nuova boutique real estate dedicata agli investimenti in centri commerciali. Axis Retail Partners è una joint venture di cui Generali deterrà i 51% attraverso Generali Investments Holding.

    IL GRUPPO PHILIP MORRIS: CERTIFICAZIONE “EQUAL SALARY” PER LA PARITA UOMO-DONNA
    Philip Morris Italia e Philip Morris Manufacturing & Technology Bologna annunciano il conseguimento della certificazione ‘Equal-salary’, attestato dall’omonima Fondazione. Si tratta delle prime realtà aziendali in Italia ad ottenere tale riconoscimento, a testimonianza dell’impegno concreto di Philip Morris International (PMI) a favore della parità di genere. Per affrontare questa sfida, in un momento storico caratterizzato da cambiamenti estremamente rapidi, Philip Morris si sta impegnando per garantire e valorizzare una cultura inclusiva, che risolva, in primo luogo, il divario di genere.

    PARTE IL REGISTRO DEL TERZO SETTORE
    Con gestione informatica affidata a Infocamere, la società telematica delle Camere di commercio. È l’effetto della convenzione siglata nei giorni scorsi dal Ministero del Lavoro e Unioncamere. Accordo che prevede un termine di 18 mesi per rendere tecnicamente possibili iscrizioni e visure.

    TESLA:PRONTA A SBARCARE NELLO SPAZIO PER COSTRUIRE UNA CITTA’ SU MARTE
    La capsula costruita dalla società privata di Mr Tesla per la Nasa aggancia l’Iss. Da luglio a bordo gli uomini. La prova generale finora ha funzionato. La prossima volta sul sedile della navicella spaziale Dragon non ci sarà più un manichino, ma un uomo. Dragon è la capsula progettata dalla SpaceX di Elon Musk, l’imprenditore visionario che ha fondato la Tesla, ne ha lanciato un esemplare da 100mila dollari in orbita ( sempre con un manichino al volante) e per il futuro punta a costruire una città su Marte. Dietro a Dragon c’è il ritorno degli Stati Uniti nello spazio, dal pensionamento degli Shuttle nel 2011. E c’è il cambio di paradigma, per cui il balzo dell’uomo verso il cielo, insieme alla Nasa, ora è affidato anche alle aziende private.

    SANOFI: PRONTA A INVESTIRE 160 MILIONI IN TRE ANNI IN ITALIA CHIEDENDO CHIAREZZA PER LA SANITA’
    «L’Italia è un Paese pilota per l’intero gruppo ed leader nella produzione farmaceutica in Europa, in larga parte si tratta di prodotti maturi, in declino. Siamo pronti a investire 160 milioni nei prossimi 3 anni e a sviluppare due nuove molecole biotecnologiche negli stabilimenti italiani, nell’industria 4.0 per ammodernare impianti, portare la digitalizzazione dentro le fabbriche e produrre medicine innovative. Ma abbiamo bisogno di chiarezza. Chiediamo un Manifesto per capire dove va la sanità. Siamo pronti a collaborare. Le aziende hanno bisogno di una road map per investire nel lungo periodo”: cosi si esprime l’Amministratore Delegato di Sanofi Italia.

    IPOTESI SHOCK FISCALE: FLAT TAX PER FAMIGLIE CON IRPEF AL 15% E IRES TAGLIATA AL 20%
    Dopo il primo antipasto per un milione e mezzo di partite Iva è arrivata l’ora della fase due della flat tax: “Con la prossima legge di bilancio tutte le risorse disponibili devono essere impegnate nell’abbassamento delle imposte che sono la premessa necessaria per una autentica ripresa dell’economia”. Uno shock fiscale urgente si declina in due rivoluzioni: una flat tax con aliquota Irepf al 15% per i nuclei familiari che hanno redditi fino a 50mila euro e l’Ires dovuta dalle imprese che sarà ridotta di 4 punti dal 24% al 20% (con il contestuale addio alla mini Ires sugli investimenti appena nata). Un’operazione corposa che costa circa 20 miliardi (14 miliardi circa finiranno in tasca alle famiglie) e con coperture che dovranno essere trovate bussando a Bruxelles.

    L’ITALIA RALLENTA, LA MEDICINA POSSIBILE E’ RIDURRE LO SPREAD CHE SI SCARICA SU TUTTA L’ECONOMIA
    I segnali che, l’economia italiana sta dando da tempo e anche l’area euro ha iniziato a mandare, dicono che è il momento di riconoscere la realtà e iniziare a contrastarla. L’Italia naviga in correnti insidiose. In generale, si è fermato il lento miglioramento del mercato del lavoro che durava dal 2014 e l’indice della produzione manifatturiera è sceso ai minimi dal maggio 2013. È il momento di diventare concreti, mettere da parte le accuse su chi ha le colpe in Italia e chiedersi cosa fare per proteggersi. In Italia la risposta è più complessa, la causa di fondo per cui il Paese frena da prima e più dell’area euro è nello spread, cioè nel costo del debito pubblico che si scarica su tutta l’economia. Ridurlo nel 2019 dovrebbe essere una missione nazionale con coerenza e serietà.

    SNAM-TERNA: ALLENZA PER IL FUTURO ENERGETICO SU RICERCA, SVILUPPO ED INNOVAZIONE
    La transizione energetica è in corso, il consumo di elettricità è previsto in crescita e il gas è la fonte fossile più pulita. A livello europeo è già stato chiesto di produrre scenari condivisi agli operatori del trasporto del gas e ai gestori Ue della rete elettrica. Ora anche Snam e Terna suggellano l’alleanza con un memorandum of understanding, siglato dagli amministratori delegati, per realizzare iniziative comuni su ricerca, sviluppo e innovazione e sulle possibili convergenze dei due sistemi elettrico e gas.

    ISTAT : ABBASSA IL PIL, SEGNALA L’ITALIA IN RECESSIONE ATTENDENDO SEGNALI DI RIPRESA
    Nel 2018 la crescita non ha raggiunto neanche l’ 1%. L’Istat ha rivisto al ribasso la variazione del prodotto interno lordo, portandola allo 0,9%. La domanda interna si è fortemente ridotta, la spesa delle famiglie è cresciuta in volume solo dello 0,6%, contro l’incremento dell’ 1,5% del 2017. In decelerazione anche le esportazioni, in rialzo dell’ 1,9% contro il balzo del 5,9% dell’anno precedente. Se il deficit è migliorato, scendendo dal 2,4 al 2,1% del Pil, il debito pubblico è arrivato al 132,1%, ben oltre la soglia prevista del 131,7%. Con gli ultimi due trimestri in negativo, l’Italia è in recessione ed è difficile individuare segnali di ripresa. Tra i tanti dati negativi, ieri anche quelli delle immatricolazioni delle auto, che a febbraio calano del 2,4%.

    NEWMONT MINING RIFIUTA L’OFFERTA DI FUSIONE DI BARRICK PERCHE’ TROPPO BASSA SEPPUR LA FUSIONE RIDURREBBE I COSTI
    Newmont Mining ha rifiutato l’offerta di fusione lanciata dalla rivale Barrick Gold, lasciando gli investitori a decidere se le due realtà debbano unirsi per creare una delle principali società minerarie del mondo. L’offerta è considerata troppo bassa e inferiore a quella avanzata dalla stessa azienda per acquisire Goldcorp. Barrick ha valutato Newmont 15,74 mld euro e un’eventuale aggregazione avrebbe portato a un taglio di 7,1 mld di costi, la maggior parte dei quali derivanti dalle operazioni di entrambe le aziende in Nevada.

    BLOCKCHAIN: SOLO IL 46% DELLE IMPRESE SI DICHIARA PRONTO AI NUOVI SISTEMI
    Sono numerose le aziende che si dichiarano favorevoli a investire sulla blockchain per migliorare i processi interni e rendere maggiormente sicuri gli scambi dei dati dal punto di vista informatico ma, in concreto, soltanto il 46% delle stesse si sentono pronte a utilizzare, in maniera efficace, i nuovi sistemi tecnologici. A rilevarlo è uno studio condotto in materia da parte della società Globant, che ha coinvolto nell’indagine 679 top manager statunitensi, impegnati nei settori del marketing e dell’Itc. Nonostante il diffuso entusiasmo che si respira negli ultimi anni attorno al nuovo fenomeno, non sembra, quindi, che le aziende siano, mediamente, ancora in grado di sposare in toto la nuova tecnologia.

    PASTA GRANORO IN PUGLIA: 52 ANNI D’ATTIVITA’ CON UNA GUIDA FEMMINILE
    Nata nel 1967 in Puglia, è oggi diretta dalle figlie del fondatore che ha lavorato fino all’età di 103 anni. Nello stabilimento di Corato, da 70mila metri quadri, ci sono tre linee di produzione (150 formati, 3.500 quintali di produzione/giorno, 700mila quintali l’anno). La società dà lavoro a 200 persone fra lavoratori diretti e indiretti e nel decennio 2006-2016 il fatturato è cresciuto del 92%, passando da 36 a 65 milioni, di cui metà prodotto dall’Italia. Vende in 180 paesi ed è stata la prima a lanciare il contratto di filiera per la produzione di pasta 100% made in Puglia.

    MELEGATTI: A PIENO RITMO LA PRODUZIONE PER PASQUA ADOTTANDO AUTOMAZIONE E DIGITALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI
    Dopo lo stop alla produzione del gennaio 2018, il fallimento del maggio successivo e il passaggio di marchio e stabilimenti alla famiglia Spezzapria, Melegatti riprende la sua attività principale. In queste settimane, ovviamente, le linee produttive sono dedicate alla Pasqua e alle colombe, tradizionali e non. Una delle stategie della “nuova Melegatti” è stata infatti quella di affiancare ai prodotti già conosciuti e consolidati nuove idee, realizzate con ingredienti particolari. Lo stabilimento Melegatti è in piena attività e punta, all’indomani di un incisivo intervento di riattivazione, automatizzazione e digitalizzazione dell’impianto produttivo, alla Pasqua del 2019. Saranno circa 1,8 milioni le colombe pasquali prodotte e distribuite in tutta Italia, isole comprese. Sono 117 i lavoratori stagionali impegnati nella produzione, che si affiancano alle 38 risorse a tempo indeterminato già presenti.

    LO SMART WORKING E LE MULTINAZIONALI: COME LE SCRIVANIE SI POSSONO RIDURRE
    Fastweb è l’ultima multinazionale ad aver scelto lo smart working, dove tutti lavorano con il cellulare e le cuffie bluetooth, non ci sono telefoni fissi, dopo il Gruppo Generali, trasferitosi nella Torre di CityLife, ognuno si siede dove c’è posto: sono duemila, per 2.050 dipendenti, un indice di occupazione tra lo 0,9 e l’uno, perché tiene conto del fatto che due volte alla settimana si può lavorare da casa. Nella Microsoft House di viale Pasubio a Milano, che ospita due terzi degli 830 dipendenti italiani, prevalgono le sale riunioni. Le scrivanie libere si possono occupare giorno per giorno e le sale vanno prenotate al computer; il flexible seating era stato adottato già nel 2011 da Vodafone. Il modo più intelligente di lavorare lo trova il dipendente in base alle sue esigenze. Più è felice, più produce.

    INPS-CAF: ACCORDO PER LA RACCOLTA DELLE DOMANDE DEL REDDITO DI CITTADINANZA
    L’Inps e la Consulta dei Caf hanno raggiunto un’intesa “sul rinnovo della convenzione Isee e sulla nuova convenzione del Reddito di cittadinanza. Grazie a questa intesa si attiva così uno dei canali possibili per la presentazione delle domande per il sussidio. I Caf forniranno il servizio di raccolta delle domande per il Reddito da inviare all’Inps gratuitamente.

    SALONE DI GINEVRA: DAL 7 AL 17 MARZO: BOSCH PRESENTA SOLUZIONI PARTICOLARI
    Mancano tre giorni all’apertura al pubblico dell’89esima edizione del Salone dell’Auto di Ginevra 2019 a cui non parteciperanno Volvo, Jaguar Land Rover, Opel, DS, Hyundai, Infiniti, Ford. Tra le novità Bosch presenterà soluzioni di mobilità condivisa e sistemi di localizzazione precisa per le auto senza conducente, con un occhio anche alle soluzioni più pratiche, come il sistema che impedisce di imboccare strade e autostrade contromano.

    AUDITEL : SI CAMBIA ESTENDENDO LA RILEVAZIONE ANCHE AI DEVICE DIGITALI
    Rivoluzione in casa Auditel. La rilevazione degli ascolti non riguarderà più soltanto chi segue i programmi sul piccolo schermo, ma anche quella fetta di popolazione sempre crescente che preferisce l’on demand e segue le trasmissioni preferite sui device digitali. Una modalità di fruizione ormai largamente sdoganata, tra i giovani ma non solo, che è più difficile da captare perché comprende la visione di spezzoni di show e ha caratteristiche molto diverse rispetto a quella tradizionale.

    LA VIA DELLA SETA: ULTIMI NEGOZIATI UE-PECHINO
    L’accordo per ora non c’è, ma non sembra affatto lontano e potrebbe essere pronto per il 22 e 23 marzo, giorni della visita ufficiale di Xi Jinping a Roma e poi a Parigi. Il presidente cinese arriva per colloqui politici al massimo livello, per confermare l’importanza degli investimenti di Pechino in Italia, che raggiunge quasi tredici miliardi, ma in agenda potrebbe entrare anche un punto più specifico: la firma del memorandum d’intesa con cui l’Italia, prima fra le prime dieci economie del mondo, aderisce alla cosiddetta Via della Seta, che dal 2013 è il grande progetto di proiezione globale di Xi. Oggi l’Italia è appena il ventesimo maggiore esportatore in Cina con un fatturato annuo di 18 miliardi di euro, cinque meno della Francia e soprattutto cinque volte più piccolo rispetto alla Germania.

    AMAZON NEWS
    • Dopo aver rivoluzionato il mondo del commercio e le abitudini di milioni di consumatori, Amazon decide di investire nel negozio fisico, aumenterà i propri investimenti nel settore alimentare, con una nuova catena di supermercati. Sarebbero già pronti i contratti d’affitto per nuovi locali a Los Angeles, San Francisco, Seattle, Chicago, Washington e Philadelphia. In cantiere ci sarebbe anche l’acquisto di catene regionali con l’obiettivo di raggiungere i 2mila punti vendita.
    • Una vertenza fuori dagli schemi quella dei corrieri di Amazon in Italia. Il punto qui non è salvare posti di lavoro, ma ottenere assunzioni. A occuparsi delle consegne non sono dipendenti diretti del colosso di Seattle ma driver assunti da società terze che a loro volta hanno contratti in esclusiva con Amazon. In Lombardia si parla di 1.200-1.300 persone. Ora il sindacato chiede che non si superino le 9 ore di guida giornaliera. Inoltre il problema sarebbero anche i ritmi di lavoro imposti dall’algoritmo: «Una consegna ogni tre minuti è troppo, in questo modo siamo costretti a prenderci dei rischi».
    • Amazon debutta in Italia con i primi due marchi di mobili, come lancio di sfida alla svedese IKEA. L’offerta di Amazon punta a ridefinire gli spazi della casa con pezzi di arredamento versatili che celebrano la quotidianità e il lifestyle e vengono consegnati direttamente sulla porta di case del Cliente. Intanto Ikea sta sperimentando la possibilità di avviare una piattaforma online attraverso cui vendere mobili non soltanto a marchio proprio, ma anche di altri produttori competitor.

    CONCORDATO IN BIANCO PER EDIZIONI MASTER, CHE PUBBLICA I PERIODICI TRATTI DALLE TRASMISSIONI RAI
    Edizioni Master, il gruppo calabrese che nel tempo ha portato in edicola molti periodici tratti dalle trasmissioni tv della RAI, ha chiesto al Tribunale di Cosenza di essere ammesso alla procedura di concordato in bianco, il gruppo aveva già fatto ricorso al concordato preventivo in continuità nel 2013.

    SPARKASSE-CR BOLZANO : UN DESK PER L’ESTERO E AIUTI ALLE IMPRESE
    Di sicuro ha il vantaggio di operare in una parte d’Italia, il Trentino Alto Adige e il Veneto, che ha vissuto una ripresa più sostenuta e ora vive un rallentamento dell’economia meno marcato; ma la Sparkasse-Cr Bolzano, per uscire dalla crisi, negli ultimi tre anni ha portato avanti una ristrutturazione che oggi è «pienamente completata» si possono cogliere i frutti. Che consistono nella specializzazione come «banca di consulenza», nel sostegno alle imprese che vanno all’estero e nel seguire le novità del fintech offrendole ai clienti per «non perdere le opportunità offerte dall’innovazione», tenendola insieme alla vicinanza al territorio e al marchio.

    CASSAZIONE: NEWS
    1) Segnalare sofferenze non è illecito: la segnalazione di una posizione in sofferenza alla centrale rischi a opera della banca non costituisce illecito, anche se successivamente viene accertata l’inesistenza del debito.
    2) Presidente non estensore, la sentenza è nulla: Qualora la sentenza emessa dal giudice in composizione collegiale sia sottoscritta solo dal presidente che non risulti cumulare in sé anche la qualità di estensore, tale mancanza rende la sentenza viziata da nullità sanabile.
    3) Paga il sindaco che non vigila: Anche il sindaco che non vigila in modo adeguato sul conto di negoziazione dell’amministratore è poi tenuto a risarcire i danni prodotti dalla gestione dissoluta.
    4) Evasione, la prova è rafforzata: L’imprenditore non può essere condannato per evasione fiscale, solo sulla base di prelievi di cassa ingiustificati. Nel processo penale, infatti, serve molto di più rispetto alle presunzioni sufficienti ai fini dell’accertamento richiesto.
    5) Banca; il fideiussore è liberato: Se la banca anticipa al correntista l’importo di un assegno presentato all’incasso senza prima verificare la provvista sul conto del traente e il titolo rimane poi insoluto, nulla può essere richiesto al fideiuissore del beneficiario, che è liberato dalla propria obbligazione di garanzia alla stregua dell’art. 1956 c.c.
    6) Se il passeggero non allaccia le cinture , la responsabilità è anche del guidatore: se non allacci le cinture di sicurezza in automobile, peggio per te e per chi guida, perché in caso di incidente quest’ultimo risponderà anche dei danni riportati dal passeggero che non abbia utilizzato le cinture.

    AIM NEWS
    1) Gear 1 Spac: la Special purpose acquisition company, promossa da Arnaldo Camuffo, Maurizio Cozzolini e Matteo Nobiliha, ha debuttato su AIM.
    2) Maps: la pmi innovativa, che opera nel settore della digital transformation, ha finalizzato la quotazione su AIM.

    ECOTASSA E ECOBONUS: OGGI IL DEBUTTO
    Al via ecotassa e ecobonus; vetture inquinanti più care, sconti su elettriche e ibride. In vigore da oggi anche se manca il decreto attuativo. I contributi pubblici vanno da 1.500 a 6.000 euro, a seconda del modello scelto tra auto elettrica o ibrida ma soprattutto a seconda della vecchia auto inquinante che si rottama (che deve essere Euro 1, Euro 2, Euro 3 o Euro 4, nessun vantaggio se invece si rottamano veicoli più vecchi). La legge di Bilancio ha stanziato 60 milioni a sostegno della misura per quest’anno, 70 per i prossimi due.

    MOODYʼS STIMA PER Lʼ ITALIA UNA CRESCITA ANEMICA: PIL +0,4% NEL 2019
    Moody’s prevede per l’Italia una crescita, che nel 2019 resterà “anemica”, con il Pil a +0,4%. L’agenzia di rating lo afferma in un rapporto sull’andamento dell’economia mondiale, prevista in rallentamento nei prossimi due anni. Il trend migliorerà solo lievemente per il nostro Paese nel 2020, quando il Pil salirà dello 0,8%. “L’incertezza politica – avverte Moody’s – resterà alta nel 2019″ e si rischia che la crescita sia ancora più debole delle stime.

    PIL USA: CONSOLA TRUMP DOPO IL FALLITO SUMMIT CON IL NORDCOREANO KIM
    L’economia Usa è cresciuta del 2,9% nel 2018, il massimo da 13 anni a questa parte. Nel 2017 l’espansione era stata del 2,2%. Tuttavia nel quarto trimestre la crescita del Pil Usa ha rallentato, frenando a +2,6%. Il Congressional Budget Office, l’organismo bipartisan del Congresso Usa, ha già previsto per il 2019 una crescita più lenta a +2,3%, a causa dell’esaurimento dei tagli fiscali che hanno aiutato il Pil nel 2017 e nel 2018. Lo shutdown delle attività del Governo, durato 5 settimane, impatterà soprattutto a gennaio.

    ENEL: CRESCE IN SUDAMERICA
    Il Consiglio di amministrazione della cilena Enel Americas, di cui Enel possiede il 51,8% del capitale, ha convocato per il prossimo 30 aprile l’assemblea straordinaria per deliberare un aumento di capitale in denaro fino a 3,5 miliardi di dollari. L’aumento verrà realizzato attraverso l’emissione di nuove azioni ordinarie e nuove American Depositary Shares da offrire in opzione ai soci. Lo scopo è di rafforzare la posizione finanziaria per “cercare nuove opportunità di crescita organiche e non, sia attraverso la forma del minority buyout, sia attraverso l’attività di M&A, ottimizzando i flussi di cassa e migliorando il livello di indebitamento”.

    BANCO-BPM: INTESA PER I DIAMANTI DOPO L’INIZIATIVA DELLA PROCURA DI MILANO
    Banco Bpm ha comunicato la sospensione cautelare dal servizio del direttore generale e di altri due top manager, l’ex responsabile pianificazione e marketing retail e l’ex responsabile compliance. La decisione è legata alla vicenda dei diamanti venduti nelle filiali del gruppo, che ha portato la Procura di Milano ad avviare un’indagine e la decisione di un sequestro preventivo di 700 milioni di euro a carico di Banco Bpm , Mps, Intesa Sanpaolo, Unicredit. Banco-Bpm ha accantonato già in bilancio 300 milioni di euro nel quarto trimestre e sta lavorando alla soluzione del caso diamanti, avendo già chiuso accordi stragiudiziali con 4.000 clienti che avevano acquistato le pietre considerate beni di investimento.

    DISEGNO DI LEGGE DELEGA PER LA RIFORMA DEL CODICE DELLA STRADA: VINCONO I DEBOLI (CICLISTI, DISABILI, ANZIANI)
    Più tutela per gli utenti «deboli» della strada grazie alla realizzazione di arredi urbani finalizzati alla sicurezza di chi utilizza veicoli a due ruote e dispositivi per la mobilità personale di ultima generazione. Semplificazione dei procedimenti sanzionatori (per adeguarli ai nuovi strumenti di controllo a distanza che consentono l’accertamento delle violazioni con contestazione differita), ma senza allargare le maglie delle sanzioni che verranno inasprite per punire comportamenti particolarmente pericolosi e lesivi dell’incolumità e della sicurezza degli utenti della strada, con particolare riguardo ai soggetti deboli e ai minorenni.

    PROFESSIONISTI E CAF: STOP ALLA RESPONSABILITA’ SOLIDALE (DL 4/2019)
    Addio alla responsabilità solidale di Caf e professionisti sulle maggiori imposte del contribuente in caso di errori sul 730. A fronte di eventuali irregolarità riscontrate dagli uffici, l’intermediario dovrà versare solo una sanzione, pari al 30% della maggiore imposta contestata (riducibile in caso di correzione spontanea). Il tributo e i relativi interessi torneranno a essere dovuti dal dichiarante. Resta fermo che se il Caf o professionista è stato «ingannato» da una condotta dolosa o gravemente colposa del cliente, la sanzione colpirà solo quest’ultimo.

    DAIMLER-BMW: MAXI ALLEANZA DA 1 MILIARDO
    Per combattere colossi come Uber, Bmw e Daimler annunciano una maxi alleanza per una serie di progetti legati alla mobilità urban e al car sharing. Oltre un miliardo la cifra che le due società investiranno sul mercato creando cinque joint-venture focalizzate su car sharing, ride hailing, ricarica di auto elettriche e altri servizi.

    INTESA SANPAOLO LANCIA IL PROGRAMMA IMPRESE VINCENTI PER LA VALORIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE.
    L’obiettivo è strutturare programmi di accompagnamento alla crescita e dare visibilità alle aziende che, in Italia, rappresentano un esempio di eccellenza imprenditoriale e del made in Italy. In questa iniziativa Intesa Sanpaolo è affiancata da Bain&Company, Elite e Gambero Rosso , in modo da mettere a disposizione delle aziende selezionate strumenti di supporto alla crescita. E’ aperto alle società sia pubbliche che private, a prevalente capitale italiano e non appartenenti a gruppi multinazionali, che abbiano registrato buone performance economico-finanziarie e che abbiano un fatturato compreso fra 2 e 350 milioni di euro, almeno 10 dipendenti e sede legale in Italia.

    LA RETE DELLA STATALE PER I CERVELLI IN FUGA
    Ospitalità e borse di studio per docenti e ricercatori di Paesi a rischio: a Statale fa fronte comune con altri tredici atenei d’Italia per difendere gli studiosi che vivono in zone a rischio. È stato firmato il protocollo che dà vita per la prima volta alla sezione italiana di ” Scholar at risk”, la rete internazionale che sostiene chi non può più fare ricerca o insegnare nel proprio Paese per colpa di guerre, minacce, intimidazioni, violazioni dei diritti fondamentali.

    USA – CINA : LA NUOVA INTESA E’ UNA NUOVA SPARTIZIONE DEL MONDO RENDENDO MARGINALI E/O ESPOSTI UE, RUSSIA, GIAPPONE E INDIA
    Nello scenario delle relazioni tra America e Cina si intravede un compromesso che, se confermato, creerebbe una nuova configurazione dell’ordine mondiale e del mercato globale. Se Pechino accettasse una relazione commerciale simmetrica con Washington non riducendo l’export, ma aprendosi a quello americano, togliendo barriere per un volume equivalente, allora la scala dei flussi sarebbe di entità tale da rendere ancor più interdipendenti i due sistemi economici. Il ribilanciamento progressivo del deficit commerciale bilaterale, infatti, sarebbe tra i 350 e 400 miliardi di dollari anno.

    APPELLO DEL PARLAMENTO EUROPEO: COSTITUIRE UN’AUTORITÀ ANTIRICICLAGGIO E UNA GDF EUROPEA
    Una Guardia di Finanza Europea ed un’Autorità Europea antiriciclaggio per contrastare l’evasione fiscale e il riciclaggio di denaro sporco all’interno dell’Ue. E’ l’appello lanciato dalla commissione speciale Tax del Parlamento Europeo contro i reati finanziari, l’evasione e l’elusione fiscale. Due nuove autorità centrali che consentirebbero di migliorare la cooperazione tra la moltitudine di autorità coinvolte nei 28 singoli stati membri.

    UFFICIALIZZATO IL DPCM CHE RISCRIVE IL CALENDARIO DELLE SCADENZE TRIBUTARIE SUL FILO DI LANA
    Il dpcm con la proroga, ufficializzato ieri, ha tra le novità il rinvio al 10 aprile prossimo della trasmissione delle liquidazioni periodiche dell’imposta (lipe) del quarto trimestre 2018, in scadenza oggi.La proroga, pertanto, riguarda la comunicazione dei dati delle fatture («spesometro») del secondo semestre 2018 e del terzo trimestre 2018, la comunicazione dei dati delle operazioni transfrontaliere (cosiddetto «esterometro»), concernente i documenti emessi e ricevuti nello scorso mese di gennaio 2018, nonché la proroga, vera novità dell’ultimo minuto introdotta nel provvedimento, delle liquidazioni periodiche Iva (“lipe”), proroga, però, che potrebbe non sortire reali effetti, stante la pubblicazione del provvedimento troppo a ridosso della scadenza e in assenza di un’anticipazione della previsione di uno spostamento per questo ultimo adempimento.

    EDIZIONE: LA FAMIGLIA BENETTON CREA IL POLO AGRICOLO ITALO-ARGENTINO
    Nasce la newco Edizione Agricola in cui vengono conferite le attività di Maccarese, Compania de Tierras Sud Argentino e Ganadera Condor: Asset che hanno un controvalore dal punto di vista patrimoniale complessivo di 58,2 milioni.

    AIRFRANCE-KLM: IL GOVERNO OLANDESE SALE AL 14% RAGGIUNGENDO I FRANCESI
    Continua a salire l’Olanda nel capitale sociale di Air France – Klm. Dopo aver annunciato ieri di essere salito al 12,68% nel capitale sociale di Air France – Klm, oggi il Governo olandese annuncia in una nota di aver raggiunto il 14% e di “essersi fermata” a questa soglia che si situa appena sotto quella dello Stato francese (14,3%). Complessivamente l’Olanda ha sborsato 744 mln di euro per mettere a segno questa operazione. Intanto Parigi, che ha manifestato il suo disappunto per non essere stata informata di questa operazione, chiede dei chiarimenti al Governo olandese.

    DISSESTO AMBIENTALE: VARATO IL PIANO PROTEGGITALIA DA 11 MIILIARDI
    Undici miliardi di euro per intervenire contro il dissesto idrogeolico nel triennio 2019-2023 ( tre miliardi solo quest’anno). Altri 3 miliardi di euro nel triennio per l’emergenza delle regioni colpite dal maltempo nell’autunno scorso: questi i contenuti del piano ProteggiItalia.

    MIANI: URGENTE RIFONDARE GLI ORDINI PER TUTELARE L’INTERESSE PUBBLICO
    “Gli Ordini devono essere rifondati, Devono dare garanzie su attività di interesse pubblico. Altrimenti eludiamo la provocazione che ci viene da tanti iscritti: perché mai ci si dovrebbe iscrivere a un Albo, sottostare a regole e controlli, quando l’attività può essere svolta liberamente? Secondo il Presidente del Consiglio Nazionale dei Dottori commercialisti gli Ordini sono erosi dall’interno con conflitti subdoli sulle comoptenze tra le stesse professionisti ordinistiche e con la deriva verso attività a basso valore aggiunto, poi c’è il mercato che archivia attività e cerca nuove competenze. Il Consiglio sta lavorando a un manifesto per gli Stati Generali della Professione.

    COIMA: ESPORTARE IL MODELLO MILANO (PORTA NUOVA) A ROMA , PAROLA DELL’AD MANFREDI CATELLA
    Coima ha investito negli ultimi tre anni oltre tre miliardi, gestendo circa due miliardi messi sul piatto dai principali fondi sovrani che hanno puntano sul progetto di Milano, e con oltre un miliardo di mezzi propri. Il mix di investitori è per l’85/90% di capitali stranieri. Sulla scia del successo del Progetto Porta Nuova, e dell’impatto positivo che ha avuto sulla città di Milano, per la società, “oggi la sfida è di non restare a Milano ma uscire da Milano, anche prendendosi dei rischi”, e puntando sul sostegno “di capitali italiani”, come fondi pensione e casse previdenziali, Quanto realizzato a Milano ” E’ stato un laboratorio che ora può trasferire una eccellenza strategica in maniera più diffusa, al resto d’Italia, come Roma, che ha bisogno di progetti ‘segnaletici’”

    AT&T-TIMEWARNER: VIA LIBERA ALLA FUSIONE DA 85 MILIARDI DI DOLLARI
    Semaforo verde alla fusione AT&T-Time Warner. Un “via libera” che avrà un doppio impatto: rappresenta un knockout al Governo Trump che aveva boicottato il merger da 85 miliardi di dollari, ma anche una spinta alla riconfigurazione dell’industria dei media. Una Corte d’appello – la United States Court of Appeals del District of Columbia – ha infatti rigettato il ricorso del Dipartimento di Giustizia del Governo Usa secondo cui il merger avrebbe ridotto competitività e aumentato i prezzi per l’utente finale.

    RYANAIR-EASYJET: LA LOTTA DEGLI SCALI E NUOVE ROTTE
    Ryanair dice di «non essere preoccupata da una joint-venture tra EasyJet e Alitalia», ma intanto sferra un attacco preventivo in attesa dell’eventuale sbarco della rivale a Linate, annunciando per l’inverno 2019 a Milano (Malpensa e Orio al Serio), nuove 15 rotte, raggiungendo quota 100. A Orio al Serio 9 nuove rotte, che porteranno il totale a 80, per 11,1 milioni di passeggeri. A Malpensa le nuove rotte saranno 6, per 2,65 milioni di passeggeri.

    BREXIT:
    • La data ufficiale del Leave, fissata al 29 marzo, (l’addio tra Londra e Bruxelles), si avvicina a grandi passi. Le trattative per sbloccare la situazione invece procedono molto a rilento. Nel suo discorso alla Camera dei Comuni, infatti, Theresa May ha fissato l’agenda parlamentare scandita da tre step:?un voto “entro il 12 marzo”, già previsto, sull’accordo siglato con i partner europei; un voto, il giorno dopo, sull’ipotesi della temuta uscita senza accordo, ossia No Deal. Se l’uscita senza accordo sarà respinta, il 14 marzo, si potrà votare sull’estensione dell’articolo 50, appunto un “breve, limitato rinvio” della separazione dalla Ue oltre la scadenza ufficiale di fine marzo.
    • Corbyn, intanto, ha annunciato che il partito laburista presenterà due emendamenti. Il primo ha l’obiettivo di costringere Theresa May a negoziare un accordo sulla Brexit che assicuri la permanenza del Regno Unito nell’Unione europea e nelle agenzie europee e non abolisca le regole sul mercato unico. Il secondo, invece, si limita a chiedere un’estensione del periodo di transizione nel caso in cui si arrivi a metà marzo senza un accordo. Se il parlamento approverà questi emendamenti, il partito laburista si impegnerà a sostenere Theresa May e ad approvare l’accordo. Altrimenti organizzerà un secondo referendum. L’ipotesi più accreditata, al momento, è che si chieda agli elettori di ripensare la Brexit stessa.
    ACCADEMIA DI BRERA: IL PRESIDENTE LIVIA POMODORO INAUGURA L’ANNO ACCADEMICO
    Nonostante i suoi trecento anni, Brera si apre alla città, ne condivide l’inquietudine e la voglia di fare, il desiderio di uscire dai confini locali per diventare metropoli globale, inaugurando l’anno in quella che diventerà la sede del campus delle arti, ex Scalo Farini. Tra gli ospiti d’onore il maestro Ennio Morricone, che riceverà la laurea Honoris causa.

    VW-FORD: L’INTESA STRATEGICA COMINCIA A PRENDERE FORMA
    VW investirà 1,7 miliardi di dollari nella joint venture con Ford, per sviluppare vetture autonome: 600 milioni come inizio e i restanti 1,1 miliardi per ricerca e sviluppo. Dopo settimane di trattative hanno trovato un accordo per fare di Argo (la startup che si occupa di self-driving) il nucleo della joint venture paritetica, controllata al 50% dai due gruppi.
    DALLA BORSA : NUOVE QUOTAZIONI
    • Nexi: entro il 15 marzo depositerà il prospetto informativo in Consob per iniziare il processo di quotazione su AIM come public company, con un flottante che potrebbe essere di circa il 40%
    • Sirio: la società specializzata nella ristorazione in concessione, con un fatturato da 64 milioni e 700 dipendenti sarà quotata all’AIM. Sarà l’unica azienda che opera esclusivamente nella ristorazione ad essere quotata.
    • Illimity: la banca nata dalla fusione tra Banca Interprovinciale e Spaxs, si quota, dopo il via libera della Borsa Italiana, al Mercato Telematico Azionario (MTA)
    PROPOSTA DI LEGGE SEMPLIFICAZIONI: QUESTE LE IPOTESI CONCORDATE IN PARLAMENTO CON AGENZIA DELLE ENTRATE
    Queste sono le ipotesi riguardanti gli aggiustamenti concordati dalla Commissione Finanze con i tecnici del MEF, l’Agenzia delle Entrate e l’Agenzia delle Dogane: addio alla quarta comunicazione di liquidazione periodica IVA, esterometro trimestrale, dichiarazione dei redditi con invio telematico al 30 novembre, F24 per tutti i tributi e abolizione del modello 770.
    IL MINISTRO DELL’ECONOMIA: INTERVIENE SU TAV E ALTRI TEMI CALDI DELL’ESECUTIVO
    “Un governo che non mantiene i patti (a partire da quelli sottoscritti con la Francia sul Tav), che cambia i contratti già stipulati, crea seri problemi al Paese e allontana gli investitori stranieri. Parola del ministro dell’Economia, Giovanni Tria:”il problema non è la Tav o l’analisi costi benefici… Il problema è che nessuno verrà mai ad investire in Italia se il Paese mostra che un Governo che cambia non sta ai patti, cambia i contratti e le leggi e le rende retroattive. Questo è il punto principale. Non è la Tav, un’opera o un’altra. Bisogna portare avanti l’economia italiana». Sull’oro della Banca D’Italia afferma : “Nessuno può disporre delle riserve d’oro, se non la Banca centrale per motivi di politica monetaria».

    I PENNARELLI CARIOCA: ENTRA AZIONISTA CINESE AL 15%
    Carioca, la storica azienda di Settimo Torinese, famosa per i suoi pennarelli colorati, amplia il suo piano d’internazionalizzazione e sigla due nuove alleanze con Cina e India. E proprio da Shanghai arriva un nuovo azionista: M&G, il più grande produttore di cancelleria in Cina, quotato alla borsa di Shangai con una capitalizzazione di mercato di 3,7 miliardi di euro e un fatturato di 1 miliardo. entrerà con una quota del 15%.
    KRAFT HEINZ : COCENTE CALO IN BORSA DEL 30% E BUFFETT, UNO DEI PADRINI, AMMETTE DI AVER PAGATO TROPPO
    Schiacciate come un tubo ormai vuoto di ketchup. Appiattite come sottilette. Sono le finanze di Kraft Heinz, nonostante il controllo del celebre gruppo americano da parte di investitori di pedigree quali Warren Buffett e 3G Capital che ne avevano orchestrato la nascita con una fusione da 49 miliardi di dollari avvenuta quattro anni or sono tra grandi celebrazioni e ambizioni. Ebbene Heinz Kraft, con i suoi storici e popolari marchi di prodotti alimentari, deve fare i conti con la prima cocente sconfitta della sua storia, con tutto l’imbarazzo del caso per i propri «padrini».
    PARITA’ UOMO-DONNA SUL LAVORO: ANCORA MOLTO LONTANA
    A dimostrarlo è la ricerca di ByAicas sulla diversità di genere nel mondo aziendale: sulla base dei dati raccolti in 34 realtà industriali e istituzioni finanziarie con più di mezzo milione di dipendenti, le donne occupano il 42% delle posizioni nelle aziende ( 48% in quelle finanziarie dove però i dirigenti sono solo il 15%) ma difficilmente raggiungono ruoli di responsabilità. Tra i quadri la percentuale è del 32%, tra i dirigenti solo il 17%. Si trovano al vertice nelle aree di marketing (43%), legale (41%), nelle risorse umane (31%), assenti tra i direttori generali e mancano quasi del tutto in ambiti come operations, business development, IT. Nei CDA la presenza delle donne sale al 36% e solo il 13% sono presidenti. Ci sono speranze però, perché tra gli intervistati il 42% delle società ha definito politiche specifiche per lo sviluppo della diversity.

    CONTEZIOSO : I DATI ESPOSTI DAL MINISTRO DELL’ECONOMIA ALL’INAUGURAZIONE DELL’ANNO GIUDIZIARIO TRIBUTARIO
    Il valore delle controversie tributarie annualmente si attesta oltre i 30 miliardi di euro: nel 2018 sono stati 18,9 miliardi di euro in primo grado e 12,3 miliardi in secondo grado. Quello della giustizia tributaria, «è un settore nevralgico per il bilancio statale; occorrono, dunque, particolari cautele e analisi approfondite prima di adottare nuovi assetti e modelli». Il Ministro ha anche espresso entusiasmo per il calo della litigiosità fiscale, tendenza ormai consolidata da tempo «nel periodo 2016-2018 i dati relativi al contenzioso tributario, i ricorsi e gli appelli presentati hanno subito una diminuzione di oltre il 9%».

    BREXIT
    • LA PAURA INFLUENZA GLI ACQUISTI DI FARMACI NEL REGNO UNITO
    • La data del 29 marzo si avvicina, e la Brexit sta inducendo un principio di panico fra i diabetici che dipendono dall’insulina. Il Regno Unito non produce questo farmaco e per l’’uscita di Uk dalla Ue, alcuni pazienti sono tentati di farne incetta. Due terzi dei medicinali e metà delle apparecchiature mediche nel Regno Unito sono importati dall’Unione Europea. Nessuno è in grado di garantire al 100%. Questa inquietante preoccupazione, che non è limitata al solo diabete, sta iniziando a causare difficoltà di approvvigionamento per alcuni farmaci.

    • Daily Mirror e Daily Express: Brexit costa 200 mln
    Solo la presunzione di un’uscita senza accordi della Gran Bretagna dall’Unione europea è costata 200 milioni di sterline, a causa della «contrazione degli investimenti pubblicitari». Per correre ai ripari l’editore dei due quotidiani britannici ha già messo mano ai conti, svalutando alcuni dei suoi asset, e facendo scorta nei propri magazzini di rotoli di carta per la stampa, acquistati oltreconfine.

    LE ESPORTAZIONI GIAPPONESI SOFFRONO IL RALLENTAMENTO CINESE
    L’export del Giappone paga il rallentamento dell’economia cinese. L’Arcipelago è diventato molto dipendente dal Regno di Mezzo al quale vende componenti e robot. Le esportazioni giapponesi hanno subito un calo dell’8,4% nel corso del mese di gennaio.

    ROCHE RILEVA SPARK T PER 4,3 MILIARDI
    Roche, l’azienda farmaceutica svizzera, ha siglato un accordo di fusione vincolante per l’acquisizione dell’americana Spark Therapeutics. specializzata nella scoperta e nello sviluppo di terapie geniche. per 4,3 miliardi di euro.

    GENERAL ELECTRIC VENDE IL BIOPHARMA A DANAHER
    General Electric ha deciso di vendere il business di biopharma a Danaher, grande gruppo industriale multinazionalE attiva nella progettazione, sviluppo e produzione di prodotti industriali e di consumo per 18,5 mld euro. La mossa è finalizzata alla riduzione del debito attraverso la cessione di una delle attività a più rapida crescita. Si tratta di un cambio di strategia. Il fatturato della divisione in vendita dovrebbe raggiungere quest’anno i 2,8 mld euro.

    INTERPUMP: CONTINUA LO SHOPPING PER PROSEGUIRE NELL’INNOVAZIONE TECNOLOGICA
    L’azienda ha sottoscritto un accordo vincolante per rilevare una quota del 75% della canadese Hydra Dyne Tech. L’azienda produce cilindri oleodinamici, valvole e giunti rotanti ed è proprietaria della tecnologia brevettata LocSeal, che rappresenta un importante livello di innovazione tecnica per 15,2 milioni di euro. Hydra Dyne Tech ha chiuso l’esercizio 2017-2018 con vendite pari a 23,9 mln euro, un ebitda di 6,1 milioni e una posizione finanziaria netta di 7,2 milioni. I dati del primo semestre 2018-2019 evidenziano un incremento intorno al 20%.

    MODA: LE SFILATE DI MILANO STACCANO LONDRA E NEW YORK
    Un sistema da 95 miliardi di fatturato, che occupa 600mila addetti: è il tessile-moda-accessorio italiano. Le sfilate dell’ultima settimana hanno portato a Milano un record di presenze esterre: Milano stacca ormai Londra e New York e rivaleggia con Parigi. In passerella e negli showroom marchi noti nel mondo come Prada , Armani, Versace come pure stilisti emergenti: tutti hanno trasmesso l’idea che la creatività italiana, oltre che manifattura e artigianalità, rende la moda globale.

    AXA
    • CHUIDE IL 2018 CON UTILI GLOBALI IN CALO
    La compagnia assicurativa francese ha registrato nel 2018 un utile netto globale di 2,1 miliardi di euro, in contrazione del 66% rispetto all’esercizio precedente. Hanno pesato gli oneri straordinari legati alla filiale americana, Axa Equitable Holding (svalutata per 3 miliardi di euro), quelli legati alla riorganizzazione delle attività vita in Svizzera e all’acquisizione da 15 miliardi di dollari di XL Group. Inoltre, hanno inciso negativamente i costi delle catastrofi naturali, circa 2 miliardi di euro, di cui 600 milioni relativi all’uragano Michael negli Stati Uniti e agli incendi in California nel corso del quarto trimestre. Meglio il risultato operativo, salito del 3% a 6,2 miliardi, e i ricavi in crescita del 4% a 102,8 miliardi.

    • AXA ITALIA INVESTE 100 MILIONI PER TRASFORMARE DIGITALMENTE LA COMPAGNIA E INTENSIFICARE I CONTATTI CON I CLIENTI
    L’obiettivo è 1 milione di clienti entro il 2020 . Il progetto si chiama Onboarding ed è già partito per i nuovi sottoscrittori di una polizza casa con l’intenzione di estenderlo entro l’anno ai clienti auto, alle pmi e a chi acquista una copertura salute. L’intenzione è di aumentare i momenti di incontro e di scambio di informazioni con gli assicurati, non limitandosi a contattarli quando c’è bisogno di incassare il premio o in caso di sinistro.

    TRUMP PROLUNGA LA TREGUA SUI DAZI
    Il presidente Usa mantiene le promesse e annuncia che la tregua commerciale con la Cina, in scadenza il primo marzo, sarà posticipata. Tutto questo mentre i colloqui commerciali tra Washington e Pechino hanno raggiunto “sostanziali progressi” in attesa di un vertice per finalizzare l’accordo. Tutti i listini di Borsa hanno festeggiato al rialzo la notizia.

    FONDI UE: SPESO SOLO UN MILIARDO SU 43 STANZIATI A FAVORE DELL’ITALIA:
    L’Italia ha dato molto all’Unione Europea: solo nel 2017, circa 4,4 miliardi in più di quanto abbia ricevuto da Bruxelles. Nel 2016, ha avuto 11,5 miliardi ma ne ha sborsati 13, 9. E fra il 2011 e il 2017, ha accumulato in tutto 36,1 miliardi di saldi negativi. Nello sbilancio tra il dare e l’avere, l’Italia arriva quarta, dopo la Germania, il Regno Unito e la Francia. Ma chi decide quanto «dare» e quanto «avere»? Il «dare» si decide in base ai trattati da cui è nata l’Unione, firmati da tutti i Paesi. Principio generale: chi sta meglio aiuta chi sta peggio, per favorire la stabilità e la pace sociale dell’Ue. Il bilancio dell’Unione è definito in un piano di sette anni, rappresenta l’1% del Prodotto interno lordo totale dei Paesi membri, ed è sottoposto annualmente all’approvazione dell’Europarlamento. Nel piano 2014-2020 la Ue ha stanziato a favore dell’Italia 42,7 miliardi da investire in programmi di occupazione, crescita, tutela dell’ambiente, agricoltura.

    Powered by WordPress Web Design by SRS Solutions