Giuseppe Bernoni

    Blog del Dottor Giuseppe Bernoni

    Si è tenuto un convegno organizzato dall’Ordine dei Dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano presso l’Auditorium di Largo Mahler sul tema emarginato.

    Il Dott. bernoni ha effettuato una relazione sul bilancio sociale e/ o bilancio di missione con riferimento alla gestione delle organizzazioni no profit.

    Il Dott. Bernoni ha posto in evidenza l’importanza del rapporto di fiducia tra coloro che vogliono fornire contributi all’organizzazione no profit e la stessa organizzazione. Quindi l’importanza di mantenere un dialogo tra l’ente no profit e il mondo di coloro che possono contribuire. Da qui l’utilizzazione del bilancio sociale che è una utile leva di comunicazione e strumento di marketing per gestire l’azienda no profit e per consentire i flussi necessari.

    Il Dott. Bernoni ha partecipato ad una riunione organizzata dal Centro Studi Grande Milano sul tema “operazioni straordinarie e gestione dei processi di acquisizione”.

    Durante tale riunione il Dott. Bernoni ha posto in particolare evidenza le questioni che le piccole e medie imprese debbono affrontare in tema di successione generazionale.

    Egli nella sua relazione ha posto in evidenza il collegamento tra operazioni straordinarie e successione generazionale ed è stato fatto cenno altresì ai profili aziendali, societari, tributari e valutativi che caratterizzano le operazioni straordinarie.

    Il dott. Giuseppe Bernoni risponde ai microfoni della trasmissione “Eureka”. La tematica affrontata è quelle della “fuga” di giovani professionisti italiani, in particolar modo di avvocati e commercialisti, verso altri paesi dove conseguire l’abilitazione alla professione.

    Il dott. Giuseppe Bernoni risponde ai microfoni della trasmissione “Eureka”, viene posto alla sua attenzione un tema di grande attualità: come e perché gli italiani sono così fortemente attratti dalla prospettiva della libera professione?

    È del 10 gennaio 2011 un articolo, uscito su Corriere della Sera, riguardante una proposta di legge presentata dal Consiglio nazionale dei commercialisti, volta a garantire maggiore tutela a quelle famiglie e piccole imprese che non sono in grado di estinguere i propri debiti.
    Il disegno di legge prevede, per coloro che si trovino in difficoltà, la possibilità di rivolgersi a un professionista iscritto al registro dei revisori dei conti, degli avvocati o dei commercialisti, che faccia da mediatore tra creditore e debitore, al fine di trovare un accordo che soddisfi entrambe le parti.
    In merito a tale proposta di legge si è espresso con favore anche il Dott. Giuseppe Bernoni, ex presidente del Consiglio nazionale dei commercialisti, sostenendo come la realizzazione di un check-up finanziario del debitore e la negoziazione tra le parti siano competenza di un addetto ai lavori.
    scarica il PDF dell’articolo

    All’interno della trasmissione televisiva “Eureka”, dov’è ospite l’avvocato e dottore commercialista Giuseppe Bernoni, si introduce la questione di cui si discuterà in puntata: un sondaggio rivela che molti italiani sono attratti dalla prospettiva di esercitare la libera professione.
    Riguardo tale questione, anche il Dott. Giuseppe Bernoni sarà chiamato a fornire il suo punto di vista.

    Un ultimo commento, ai microfoni di “Mukko Pallino”, sulla manifestazione Good Energy Award, voluta da Studio Bernoni, da parte di Alberto Salsi che ci dà appuntamento al prossimo anno.

    Stefano Salvadeo, partner di Studio Bernoni, ci spiaga come l’energia rinnovabile sia un settore imprescindibile per lo sviluppo e la crescita dell’Italia.

    Ai microfoni della trasmissione “Mukko Pallino”, Stefano Salvadeo, partner di Studio Bernoni, parla del successo riscosso dalla prima edizione del concorso Good Energy Award e di come, da parte di Studio Bernoni e dei suoi associati ci sia la voglia di riproporre tale iniziativa anche nel 2011.

    Ecco un estratto dell’intervista del Dott. Giuseppe Bernoni al Corriere economia del 10 Gennaio 2011:

    «Giudico positivamente il ruolo di un professionista in quest’attività — dice il Dott. Giuseppe Bernoni, ex presidente del Consiglio nazionale dei commercialisti —. Spetta a un addetto ai lavori realizzare un check up finanziario del debitore, negoziare tra le parti e redigere un piano che soddisfi le condizioni previste dalla legge. Solo dopo queste operazioni la richiesta di omologazione dell’intesa può essere presentata in tribunale per l’approvazione ».

    L’intero articolo

    Powered by WordPress Web Design by SRS Solutions